x

SEI IN > VIVERE FERMO > POLITICA
comunicato stampa

Monte Urano, Mazzaferro: "Cine Teatro Arlecchino, comprare per demolire: si gettano altri soldi dei cittadini"

2' di lettura
906

dal gruppo: "CambiAMO M.U.sica"

Monte Urano


Il capogruppo di minoranza: "Da un punto di vista economico, significa buttare letteralmente i soldi della ristrutturazione pagati all’inaugurazione del 2004, buttando capitali pubblici in meno di 20 anni, una vergogna politica per chi si epiteta come buon amministratore."

In consiglio comunale siamo venuti a conoscenza del nuovo progetto per il Cinema Arlecchino.

Dopo 7 anni di nulla dopo il sisma del 2016 che ha reso inagibile il cinema, ci viene detto che lo stesso non verrà più restaurato ma demolito e ricostruito perché più conveniente! Ho chiesto se l’amministrazione avesse già un accordo con la proprietà privata per l’acquisto di tutto l’immobile e mi è stato risposto di no, se ci fosse in essere un accordo con il Commissario per la Ricostruzione On. Castelli e mi è stato risposto che ancora non c’è. In questo quadro desolante, l’amministrazione ha però deciso di adottare una variante urbanistica che aumenti la volumetria del 20%, aumentando di fatto il valore dell’immobile in mano ai privati prima ancora di averne concordato l’acquisto stesso! È ovvio che se si da la possibilità di aumentare la volumetria, anche chi detiene una quota di minoranza dell’immobile né beneficerà, aumentando il valore della propria porzione. Con questa operazione l’amministrazione ha compromesso la capacità di negoziazione a suo favore della parte residua della struttura; hanno deciso di aumentare il valore edificatorio di un’area, senza detenerne il 100% della proprietà!

Da un punto di vista economico, significa buttare letteralmente i soldi della ristrutturazione pagati all’inaugurazione del 2004, buttando capitali pubblici in meno di 20 anni, una vergogna politica per chi si epiteta come buon amministratore.

In consiglio comunale mi è stato riferito che a questa “riprogettazione”, i proprietari privati non vogliono, giustamente, partecipare dal punto di vista economico e che non c’è oggi, nessun accordo di vendita tra le parti.

Siamo di fronte a due scenari: o l’amministrazione mette spalle al muro i privati per “il bene della comunità” (dimenticando che solo grazie a quegli imprenditori monturanesi, Monte Urano ha uno spazio pubblico per i cittadini), oppure stiamo assistendo a uno scialacquio di soldi pubblici senza precedenti buttando i soldi della ristrutturazione (utilizzato per soli 13 anni effettivi) e pagando molto di più i privati un’immobile che andava acquistato nella sua interezza fin da subito se non si fossero buttati altri soldi per l’acquisto di Palazzo Pelagallo che oggi provano a svendere a privati senza esito.

Come andrà a finire non lo sappiamo, quello che è certo che si sono persi 7 anni e buttati via troppi soldi pubblici, come per le scuole medie nel centro storico, relegando i ragazzi in una struttura troppo piccola per le esigenze della collettività.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-01-2024 alle 07:15 sul giornale del 09 gennaio 2024 - 906 letture






qrcode