x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Monte Urano: un’Epifania da non perdere, con l’atteso ritorno del Presepe Vivente e l’arrivo della Befana

3' di lettura
1368

da Roberta Ripa


Le festività natalizie monturanesi si chiudono con l’imperdibile Presepe Vivente, che torna ad animare il centro dopo anni di assenza, l’arrivo della Befana per i più piccoli, la premiazione del concorso per la Vetrina più bella, e molto altro, per un pomeriggio da non perdere.

Sarà un’Epifania ricca di eventi quella di Monte Urano, con una serie di manifestazioni in programma che andranno a chiudere il cartellone delle Festività promosso dall’amministrazione comunale, “Il Natale…La storia più bella”, inaugurato a inizio dicembre.

L’evento più atteso della giornata è senza dubbio il Presepe Vivente, iniziativa che manca in calendario dal pre-covid e che aveva sempre avuto un riscontro molto positivo tra la cittadinanza. Ideato e organizzato interamente dall’Oratorio San Lorenzo sotto il coordinamento della “mente”, Maria Grazia Vallesi, il presepe verrà allestito nell’intera area del Castello di Monte Urano, il cuore medievale del centro storico, che per l’occasione farà da suggestiva cornice alla rievocazione della nascita di Gesù. Saranno circa 150 i figuranti coinvolti nella manifestazione, con altrettanti abiti minuziosamente cuciti dalle volontarie dell’Oratorio. Naturalmente quella della Natività non sarà la sola scena rappresentata: le vie del centro verranno infatti popolate da commercianti, artigiani, pastori con i loro animali, soldati, sacerdoti e da tutti i personaggi che animavano un villaggio del tempo.

In foto: alcune scene dalle passate edizioni del Presepe Vivente (foto di Andrea Marcatili)

Dalle 16:30, i visitatori potranno accedere - a ingresso gratuito - all’area del Presepe e seguire il percorso che li condurrà lungo l’intera area, fino alla scena della Natività. Per i più golosi, saranno presenti anche taverne e punti ristoro per rifocillarsi e gustare bevande calde e prelibatezze come polenta, pizzette fritte e non solo. Tra le peculiarità dell’evento, la possibilità, per i visitatori, di indossare abiti dell’epoca e immergersi, dunque, a pieno nell’atmosfera del tempo: all’inizio del percorso, infatti, saranno messi a disposizione abiti e accessori (copricapi, piccole borse, accessori per capelli, ecc.) che chiunque potrà prendere in prestito e indossare durante la visita, per sentirsi protagonista della manifestazione. “Abbiamo lavorato a lungo perché tutto sia impeccabile, dagli allestimenti ai costumi”, hanno affermato le organizzatrici dell’Oratorio, “volevamo fortemente riproporre questa manifestazione, speriamo che i visitatori apprezzeranno quello che abbiamo preparato, e naturalmente che il meteo ci assisterà!”.

Il 6 gennaio, tuttavia, è il Giorno dell’Epifania, e in quanto tale non può mancare la Befana. Per i più piccoli, quindi, la Pro Loco ha organizzato, come ogni anno, l’arrivo della Befana. Presso i giardini pubblici, dalle 15:30, la simpatica vecchietta accoglierà i bambini presso la sua casetta per donare loro carbone o regalini e scambiare due chiacchiere. Subito dopo, dalle 16:30, è in programma invece la premiazione del concorso social “La Vetrina Più…” che da anni, in collaborazione con MunMarket, premia la vetrina più bella, quella più elegante e la più simpatica tra quelle delle attività commerciali monturanesi che si sono sfidate a colpi di like sui social.

“Una lunga serie di appuntamenti ha caratterizzato il nostro cartellone”, sottolinea la sindaca Moira Canigola, “il giorno dell’Epifania andremo a celebrare la grande chiusura. Vogliamo ringraziare ancora una volta tutte le associazioni che hanno dato il loro fondamentale contributo alla riuscita del Natale monturanese, non ultimo l’Oratorio San Lorenzo, che avrà il grande merito di ricondurci all’atmosfera magica della Natività. Il giorno della Befana invitiamo tutti a Monte Urano”.



È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un articolo pubblicato il 05-01-2024 alle 22:16 sul giornale del 06 gennaio 2024 - 1368 letture


Roberta Ripa




qrcode