x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

La Fermana torna al "Recchioni" contro la Carrarese

8' di lettura
886

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - Anticipo del sabato, ore 16. I gialloblù vogliono proseguire la serie di quattro risultati utili positivi (tre pari e una vittoria) nonostante le crescenti difficoltà di organico: difesa da inventare con la partenza di Gasbarro e lo stiramento a Santi. Carrarese con ben otto assenti. Dirige lo stesso arbitro della... stessa partita dell'anno scorso che cacciò Grillli.

.

.

La Carrarese, già arrivata a Fermo in tarda mattinata e che sarà ospite sabato pomeriggio ore 16.15 allo stadio Bruno Recchioni di Fermo per la prima partita del girone di ritorno, ha quasi il triplo dei punti in classifica rispetto alla Fermana (34 contro 13). All'andata fu la prima squadra incontrata dai gialloblù e allo Stadio dei Marmi finì 3-0 per i toscani.
Dai numeri, dall'organico a disposizione e dalle ambizioni societarie dei giallazzurri, "sulla carta" sembrerebbe uno scontro impari e con poche senza speranza per i canarini.
Nonostante ciò possiamo cercare con un lumicino qualche elemento a favore della Fermana. Domani mister Dal Canto dovrà fare a meno di ben sette giocatori: oltre allo squalificato Palmieri (centrocampista), sei infortunati (il difensore Pinto, i centrocampisti Grassini e Capezzi, gli attaccanti Morosini Belloni e Castiglioni) a cui potrebbe aggiungersi anche un altro infortunato (il difensore centrale Di Gennaro alle prese con i postumi dell'influenza). Gli elementi assenti potrebbero salire a nove se consideriamo che il centrocampista Zuelli è in fase di rientro ma ancora in dubbio ed in ogni caso non al 100% della condizione.
Inoltre la Carrarese dei 34 punti che ha in classifica solo un terzo lo ha conquistato lontano dal proprio campo, anche se recentemente ha vinto a casa di Pontedera e Juventus NG.

Abbiamo iniziato con i problemi della Carrarese nel tentativo di addolcire il quadro in casa Fermana che invece dopo i bei risultati delle ultime partite del 2023 (vittoria contro la Juventus NG e bel pareggio strappato a Pescara in extremis) è diventato ancora più preoccupante.
Come era noto da tempo il difensore centrale Gasbarro ha abbandonato i gialloblu in base ad un accordo che prevedeva la sua possibile partenza da Fermo nel corso della sessione di mercato di gennaio. Dipendeva solo dal giocatore scegliere se restare o andare via. Anche se il contratto depositato in Lega ovviamente aveva valore fino a 30 giugno (non può essere altrimenti perché non esistono contratti più brevi) tra il giocatore e la Fermana era intercorso un accordo verbale tra galantuomini che, in quanto tale, era opportuno rispettare, salvo poi rischiare la perdita di credibilità nell'ambiente e che nessuno più accetti di venire a Fermo.
Allo stesso modo era difficile stipulare con Gasbarro un accordo diverso visto che, tanto per fare un esempio, a Padova Gasbarro percepiva quasi 150mila euro lordi all'anno, quindi non c'erano alternative; semmai bisognava trovare un altro giocatore forte come Gasbarro che però avesse accettato sin dall'inizio di stare a Fermo fino a giugno.

Come è stato ripetuto più volte, le uscite sono necessarie perché, per via di draconiani meccanismi come il plafond di stipendi e l'indice di liquidità, la Fermana per ingaggiare nuovi giocatori deve liberarsi di alcuni altri. Però, poiché non sarà facile trovare un accordo per l'uscita dei tre “epurati”, oppure nuove squadre per giocatori ultimi in classifica, per gli arrivi di calciomercato occorrerà attendere le prossime tre settimane e mezza.

SITUAZIONE SQUADRA

La partenza di Gasbarro va ad impoverire un reparto già svuotato dalle epurazioni dei difensori Padella, Calderoni e Laverone.
Come se non bastasse, il difensore centrale Santi (classe 2022) inserito nella mischia dopo l'epurazione e che si era comportato benissimo (addirittura aveva anche siglato il gol del momentaneo 1-1 contro la Juventus) si è infortunato (stiramento che lo terrà fermo per alcune settimane), quindi in sostanza, a parte Spedalieri non c'è più un difensore centrale di ruolo, salvo riesumare di nuovo il 2002 Federico Fort che ha giocato quest'anno una partita intera solo contro il Perugia e pochissimi minuti contro Spal e Juve. Altrimenti non resta che la soluzione di adattare a difensore centrale un centrocampista, e quello che sembra aver le caratteristiche più idonee dovrebbe essere Scorza, difficile però che Protti faccia questo per non creare confusione tattica.

Problemi anche nel reparto d'attacco dove al prolungamento dell'infortunio per Montini (ogni settimana sembra che stia per rientrare ma poi si rinvia) e al lungo degente Paponi, oggi si aggiunge lo stop anche di Semprini per febbre; allettato per lo stesso motivo anche Biral. Tant'è che questa volta i convocati sono solo 19, compreso il primavera Badji che finora non ha mai giocato neanche un minuto in prima squadra. In compenso rientra dal turno di squalifica il mediano Fontana.

Tralasciamo ogni commento sull'ennesimo orario del sabato pomeriggio ore 16, come contro la Juventus, in un giorno tra l'altro in cui a Fermo alla stessa ora ci sono diverse partite di squadre dilettantistiche dei quartieri che probabilmente porteranno via dal Recchioni un po' di spettatori. È sempre più evidente che le esigenze televisive di business vengono prima di quelle del sano calcio.
L'abbattimento del monopolio UEFA in Europa avrà ripercussioni benefiche anche nei campionati minori dei paesi? Impossibile prevederlo ed in ogni caso stiamo andando fuori tema.

I 19 CONVOCATI DELLA FERMANA
PORTIERI: Borghetto, Furlanetto, Mancini;
DIFENSORI: Eleuteri, Esposito, Fort, Pistolesi, Spedalieri;
CENTROCAMPISTI: Fontana, Giandonato, Gianelli, Misuraca, Pinzi, Scorza, Vessella;
ATTACCANTI: Badji, Curatolo, Grassi, Tilli

VICENDE SOCIETARIE
In merito alla trattativa fra la cordata Rosati-Gammieri e la Fermana, eravamo rimasti alla proposta presentata prima di Natale che però non era piaciuta né al consulente Tintinelli né ai Simoni. Le parti si erano date appuntamento a dopo le feste con la promessa da parte di Rosati di formulare una proposta più robusta e più vicina alle richieste dell'attuale proprietà della Fermana, fermo restando che l'ostacolo principale resta la domanda chi si accolla il debito. Vedremo se ci saranno passi avanti.

SQUADRA ARBITRALE, GLI "SCHERZI" DEL DESTINO PROSEGUONO
Domani dirige Carlo Rinaldi di Bassano del Grappa. Ha incrociato due volte la Fermana, entrambe la passata stagione: Fermana-San Donato Tavarnelle 1-1 (gol di Fischnaller) e... Fermana-Carrarese 0-0. Assistenti di linea Nicolò Moroni di Treviglio e Ayoub El Filali di Alessandria; quarto ufficiale Alessandro Silvestri di Roma 1.

Altro “scherzo”, sicuramente involontario, del designatore (il beneventano Maurizio Ciampi, ex arbitro iscritto alla sezione AIA di Roma): dopo quello di aver inviato un arbitro pescarese prima del derby a Pescara e che ha fatto squalificare per il derby un giocatore (Fontana) che aveva segnato contro il Pescara in precedenza, per domani ha inviato sia lo stesso fischietto sia uno stesso assistente (Moroni) della stessa partita (Fermana-Carrarese) dell'anno precedente; a naso è la prima volta nella storia che capita una roba del genere. Con più di cento arbitri e duecento guardalinee a disposizione si tratta di una coincidenza incredibile.
Lo scorso anno Rinaldi lasciò correre un po' troppo e ne fece le spese la Fermana che nel finale spinse di più per vincere; in uno di questi episodi fu espulso dalla panchina Stefano Grilli, preparatore dei portieri della Fermana.
L'attuale designatore Ciampi arbitrò molte volte la Fermana in serie C1 nel biennio 2002-2004, tra l'altro era il fischietto della gara di andata dei playout a Taranto nel 2004 quando Ceccobelli con un eurogol pareggiò 1-1 e poi la Fermana si salvò al ritorno.


PREVENDITA
I tagliandi di accesso sono acquistabili a Casa Fermana, viale Trento (aperta oggi venerdì dalle 16 alle 19 e domani sabato dalle 10 alle 12), oppure presso tutti i punti vendita Vivaticket e online sul link:
https://www.vivaticket.com/it/ticket/fermana-carrarese/227295
Domani, sabato, sarà attiva la biglietteria presso l'Arena Villa Vitali dalle ore 15 fino a fine primo tempo.


I TRE PRECEDENTI A FERMO, UNA VITTORIA CANARINA E DUE PARI 0-0
Il primo incrocio tra Fermana e Carrarese risale alla stagione 1950-51, in serie C. I gialloblù vinsero al "Recchioni" 3-0 maturato nella ripresa (reti di Tugnoli, Traini e Cuoghi), al termine della stagione i canarini si salvarono, grazie allo spareggio vinto contro la Pistoiese, mentre i gialloazzurri retrocessero. Dopo quella partita le strade delle due società si sono divise, per 70 anni, per poi ritrovarsi nella stagione 2020-21 in serie C girone B, a Fermo termina 0-0, la Fermana retrocede sul campo ma viene ripescata. Lo scorso anno a Fermo finisce ancora a reti inviolate. Sono ben 73 gli anni che i canarini non vincono contro i toscani, ovvero dal lontano 10 dicembre del 1950. In basso il tabellino di quella partita.

Serie C - gir. C - 12. giornata - 10 dicembre 1950
FERMANA: Bertani, Pettinari, Dolic, Cossiri, Suppini, Santarello, Paci, Tugnoli, Cuoghi, Sandukcic, Traini. All. Harpad Hahjos
CARRARESE: Bogazzi, Ghio, Galeotti, Bibolini, Beretta, Viacava, Pelaez, Tesconi, Ghersetic, Donatini, Spatuzzi. All. Piccini.
ARBITRO: De Lucia di Roma.
GOL: 52’ Tugnoli, 68’ Traini, 85’ Cuoghi.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2023/12/24/fermana-il-baby-grassi-regala-da-pescara-un-bel-pareggio-1-1/230498/

https://www.viverefermo.it/2023/12/24/la-fermana-a-pescara-tra-ricordi-del-passato-e-un-duro-presente/230182

https://www.viverefermo.it/2023/12/17/fermana-eroica-rimonta-sulla-juve-ng-torna-alla-vittoria-2-1-sperando-nel-miracolo/226529/

https://www.viverefermo.it/2023/12/16/vendita-fermana-rosati-ha-formulato-lofferta-scritta-adesso-la-palla-ai-simoni/225750

https://www.viverefermo.it/2023/12/11/la-fermana-2-0-perfetta-e-conquista-a-lucca-un-pari-stretto-0-0/222432/

https://www.viverefermo.it/2023/12/04/la-fermana-post-rivoluzione-ferma-la-capolista-e-torna-a-fare-punti-1-1/218462/

https://www.viverefermo.it/2023/11/14/fermana-tubaldi-si-dimesso-galassi-diventa-dg-e-torna-andreatini-ds/204587/

https://www.viverefermo.it/2023/10/29/ecco-perch-la-fermana-ce-la-pu-ancora-fare/194445/



Questo è un articolo pubblicato il 05-01-2024 alle 12:16 sul giornale del 06 gennaio 2024 - 886 letture


Paolo Bartolomei




qrcode