x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Porto San Giorgio: Il Presepe Biblico di Renata Ficiarà in mostra permanente nell'ex Chiesa del Crocifisso

2' di lettura
536

di Luigi De Signoribus

fermo@vivere.it


420 scene, 1200 figuranti. Ficiarà ha creato tutto con le sue mani per rendere vivo e attuale un mondo che ha fatto e fa ancora parte della storia umana e religiosa.

Inverni passati tra legnetti, polistirolo, vernici, colle e poi vestiti per adornare tutte le statuette, rappresentazioni di luoghi come la cattedrale di San Giorgio (con tanto di processione raffigurata), la chiesa di Gesù Redentore e il Duomo di Fermo, e poi ancora le botteghe, i siti storici della città e i personaggi che hanno fatto la storia del territorio fermano e dell’Italia, il tutto in una vera e propria mostra d’arte dove è rappresentata la vita di Gesù, dalla nascita alla risurrezione, attraverso scene finemenete intagliate, tra passato e presente, in un susseguirsi di emozioni.

Le rappresentazioni presepiali sono tradizionali: vi si trovano borghi di collina e, più in alto, quelli di montagna, poi al centro la grande chiesa di San Giorgio per dare un tocco di contemporaneità. Immancabili i pastori con le greggi, le donne, i contadini, gli artigiani che svolgono con orgoglio il proprio mestiere: dai bottai ai vasai, dai calzolai agli arrotini, fino ad arrivare agli scultori. Il presepe si sviluppa lungo l’unica navata di quella che è l'ex Chiesa del Crocifisso, di proprietà della parrocchia di San Giorgio, la quale poi è stata data al Comune in comodato e consegnata all’Ataf che così l'ha restaurata e recuperata.

Il progetto nasce nei primi anni Ottanta, quando Ficiarà inizia a costruire quello che doveva essere un semplice presepe ma che, poi, nel corso del tempo, è stato sempre più ampliato grazie alla sua passione e, nel 2017, non potendolo più ospitare nella propria casa date le grosse dimensioni, l’artista decide di allestirlo in modo permanente dove è collocato oggi e dove, ogni Natale, è possibile visitarlo. La mostra è aperta al pubblico infatti dal 3 Dicembre al 7 Gennaio tutti i giorni: dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 20, sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20. È possibile, invece, l'apertura su prenotazione solo per gruppi in orari concordati negli altri periodi dell'anno.

Alla presentazione del Presepe, oltre alla amministrazione comunale, anche Don Pietro Gervasio che ha benedetto il locale con l'augurio che le tappe della vita di Gesù Cristo costituiscano speranze per i fedeli di una vita più serena e con più fiducia verso l'altro.





Questo è un articolo pubblicato il 02-12-2023 alle 14:22 sul giornale del 04 dicembre 2023 - 536 letture



qrcode