x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Monte Urano: si accende il Natale, presentato il programma completo delle festività

5' di lettura
1252

da Roberta Ripa


Presentato ieri mattina “Il Natale… la storia più bella”, programma delle festività natalizie del Comune di Monte Urano, che da inizio dicembre al giorno dell’Epifania animerà il centro storico con eventi per tutti i gusti e le età.

Si è acceso ufficialmente ieri il Natale a Monte Urano, e non solo metaforicamente, perché proprio sabato 2 dicembre, l’accensione delle luminarie cittadine ha dato formalmente il via all’edizione 2023 de “Il Natale… la storia più bella”, il cartellone delle festività pensato dal Comune insieme alle associazioni del territorio. Un programma ricco e variegato, con eventi in grado di soddisfare età e gusti differenti, e che l’amministrazione comunale ha presentato ieri, insieme ai rappresentanti delle varie associazioni che vi hanno contribuito. Associazioni che sono state menzionate e ringraziate per prime dalla sindaca, Moira Canigola, nel suo discorso di apertura: “il programma di quest’anno evidenzia più che mai la grande partecipazione delle associazioni, che come ogni anno hanno risposto presente al nostro invito”, ha affermato; “un programma che abbiamo suddiviso per aree tematiche e che abbraccia numerosi ambiti, dalla musica all’arte, dal commercio alla letteratura, e non solo; abbiamo voluto lavorare su eventi semplici ma pieni di significato, in grado di caratterizzare la nostra comunità”.

E a proposito di gesti semplici e significativi, va menzionata senza dubbio la presenza dell’Associazione GAIA e dell’Anmil nel calendario natalizio. L’associazione GAIA, nata dall’incontro di alcuni genitori nel reparto di oncoematologia pediatrica del Salesi, organizzerà il “dono sospeso”: nell’atrio del Comune verrà allestito un albero di Natale sotto il quale chiunque potrà portare un regalo, che verrà poi donato ai pazienti del Salesi, piccoli dai 10 mesi fino a ragazzini di 14 anni. L’Anmil, invece, inaugurerà domenica 3 dicembre l’Albero della sicurezza presso i Giardini pubblici, installazione che per il secondo anno sarà presente in città.

La commedia dialettale di oggi pomeriggio alla Bocciofila, seguita dalla cena solidale, apre il Natale dell’Arte; sabato 16 inaugurerà invece il Presepe in legno curato dal Quartiere Sant’Andrea e domenica 17 aprirà la mostra fotografica “Vedute e Visioni” (con gli scatti su Valencia del recanatese Franco Cingolani) a cura del Circolo Effetto Luce, realtà cittadina che si propone di promuovere la pluralità fotografica dando spazio a tutti i generi e con iniziative che coinvolgono anche le altre arti. Per il Natale degli Acquisti, Barbara Sabbatini presenta la nuova edizione del noto concorso “La vetrina più”, una modalità coinvolgente per stimolare gli acquisti presso le attività cittadine; l’8 dicembre debutterà invece il Mercatino di Natale in centro storico, con prodotti tipici alimentari e artigianato. E in un programma natalizio che si rispetti, non poteva mancare lo spazio per i bambini: l’8, il 10 e 17 dicembre, la Pro Loco allestirà il Villaggio di Babbo Natale, che il 10 sarà dedicato a Frozen e il 17 ai supereroi, mentre sabato 6 gennaio sarà la volta della Befana, che arriverà nel pomeriggio nello spazio dei Giardini pubblici. Le scuole animeranno invece dicembre con recite ed esibizioni musicali: si parte lunedì 11 dicembre con la Recita di Natale della Scuola Paritaria Regina Margherita che, come spiega la Presidente del comitato di gestione, Alessia Nasini, torna con una recita dal vivo, presso la Bocciofila, dopo un lungo stop per il covid. All’insegna della musica, invece, la proposta di Natale degli alunni di primaria e secondaria: i ragazzi della Secondaria di primo grado a indirizzo musicale si esibiranno, venerdì 15, nel concerto Note sotto l’albero, mentre gli alunni della primaria Don Milani propongono “In…canto di Natale”, da lunedì 18 a giovedì 21 dicembre.

Diversi gli appuntamenti anche per il Natale letterario: si parte il 9 dicembre con la prima presentazione in provincia del libro “Un team, cinque artisti, una nonna” di Marina Mannucci, romanzo che racconta, in parallelo, il fenomeno del Festival di Sanremo nella società italiana e quello, più recente, del Fantasanremo. Il 10 dicembre prima esibizione degli alunni del corso di dizione promosso dal Piccolo museo della poesia con la collaborazione della Casa Museo A. Anibaldi e l’assessorato alla cultura. Guidati dagli insegnanti Elisa Ravanesi, Paolo Ripani e Nanda Anibaldi, i circa venti iscritti daranno prova delle conoscenze acquisite nella lettura di brani ispirati al Natale nel saggio intitolato “L’anima del Natale, il Natale dell’anima”. Altra presentazione, invece, sabato 16, con il volume “Le antiche carte di Monte Urano”, di Mario Diadoro, che riscrive, attraverso studi documentaristici, la storia della città tra ‘500 e ‘600.

E nella città che vede nella banda il suo vanto principale, non poteva mancare il Natale in Musica, che si apre il 22 dicembre col concerto della Corale dolce canto, e poi sabato 23 con il tradizionale Concerto del Premiato Corpo Bandistico, diretto dal Maestro Navisse. Il 29, l’associazione +Artisti APS di Giuseppina Gazzella proporrà un concerto per grandi e piccini presso i Giardini Pubblici, con brani Disney e canti natalizi. Il 4 gennaio sarà infine la volta dell’Orchestra Arlecchino, nuova formazione di giovani musicisti diretta da Vincenzo Ruggero, al debutto ufficiale con il Concerto per il nuovo anno.

A chiudere il lungo cartellone, il ritorno - dopo un lungo stop - del Presepe Vivente in centro storico, il 6 gennaio, a cura dell’oratorio San Lorenzo che, come spiega la referente Maria Grazia Vallesi, verrà coinvolti circa 150 figuranti, ma anche la Scuola Regina Margherita.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.




Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2023 alle 13:27 sul giornale del 04 dicembre 2023 - 1252 letture


Roberta Ripa




qrcode