x

SEI IN > VIVERE FERMO > POLITICA
articolo

Fermo: Grande successo per il primo congresso di Fratelli D'Italia, Andrea Balestrieri riconfermato presidente del coordinamento provinciale

3' di lettura
186

da Barbara Palombi 
redazione@viverefermo.it


Il primo congresso di Fratelli D’Italia che si è svolto ieri a Fermo, ha portato all’elezione di Andrea Balestrieri come presidente e al nuovo direttivo della sezione provinciale del partito.

A presiedere il congresso c’è l’onorevole Massimo Milani, giunto appositamente da Roma, al suo fianco siedono Andrea Balestrieri, unico candidato al ruolo di presidente e il consigliere regionale Andrea Putzu che avvia ufficialmente questa importante giornata ripercorrendo la storia del partito nel territorio fermano. «Siamo partiti da lontano, dall’ 1,9% – spiega Putzu – eravamo un gruppo di amici qui nel territorio tra cui Giorgio Marcotulli e Andrea Balestrieri e ricordo che alcuni alleati non ci prendevano sul serio perché il nostro capo era una leader giovane e agli inizi della sua carriera. Negli anni siamo riusciti a costruire delle solide basi – sottolinea Putzu – diventand partito centrale per gli italiani, in grado di rappresentare la fetta più grande dell’elettorato riuscendo ad ottenere il 30%. Siamo riusciti a costruire una vera classe dirigente che è mancata in altri partiti come i Cinque Stelle». Una crescita costante costruita negli anni che ha permesso a Fratelli D’Italia di avere amministratori in quasi tutti i comuni, partendo dalle zone montane come Smerillo e Amandola, due realtà centrali del territorio.«Voglio ringraziare il nostro coordinatore provinciale, Andrea Balestrieri – prosegue Putzu – che, nonostante le grandi difficoltà nel territorio fermano, è riuscito a creare nuovi circoli e nuove realtà locali lavorando con determinazione e in silenzio». Tra i diversi amministratori presenti al congresso, il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro che ha voluto esprimere la sua stima nei confronti del partito: «Con Fratelli D’Italia c’è un ottimo rapporto sia in consiglio comunale che in Regione e spero che ci saranno altri momenti come questo in cui ci possa essere un confronto costruttivo e proficuo». Tra i temi affrontati durante la mattinata il consigliere Putzu pone l’accento sulla mancanza dell’assessore regionale sottolineando che: «il nostro assessore regionale è Francesco Acquaroli che conosce benissimo ogni Comune e ogni realtà della nostra provincia e questo fa in modo che il fermano ha un valore aggiunto, non serve l’assessore per avere più fondi sulle opportunità legate alle infrastrutture, ai territori, ai borghi, alla difesa delle coste, al dissesto idrogeologico, abbiamo ottenuto quanto dovuto». Il presidente della Provincia, Michele Ortenzi esprime il suo pieno appoggio ad Andrea Balestrieri: «una persona di grande competenza che mette determinazione e passione in tutto ciò che fa. Dal 2008 ad oggi la politica è profondamente cambiata – sottolinea Ortenzi – e stiamo dimostrando che il centrodestra sa governare e raggiungere gli obiettivi». Lo sguardo va all’immediato futuro e alle prossime sfide del 2024 rappresentate dalle elezioni comunali ed europee ed Andrea Putzu su questo ha le idee chiare:«Abbiamo conquistato Porto San Giorgio e vinto a Porto Sant’Elpidio, ora nelle prossime amministrative puntiamo a Monte Urano e Amandola». Tra i sindaci intervenuti anche Massimiliano Ciarpella, Luca Gualtieri e Romina Pisani e poi la conclusione della mattinata con l’arrivo del presidente della Regione Francesco Acquaroli accompagnato dalla senatrice Elena Leonardi e da Lucia Albano, sottosegretario per l’Economia e le finanze. «Il fermano è una provincia che sta raggiugendo grandi risultati – spiega Acquaroli – tante sono le sfide che stiamo affrontando per un territorio che da anni attendeva delle risposte concrete da parte della politica di fronte ad un 2024 carico di sfide importanti».





Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2023 alle 05:59 sul giornale del 04 dicembre 2023 - 186 letture






qrcode