x

SEI IN > VIVERE FERMO > CULTURA
articolo

Sant’Elpidio a Mare: “Non una di più, non una di meno” apre la stagione teatrale del Teatro Cicconi

2' di lettura
328

da Roberta Ripa


La stagione teatrale del Teatro Cicconi si è aperta sabato 25 novembre con “Non una di più, non una di meno”, spettacolo-talk andato in scena in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulla donna

Grande emozione e una numerosa partecipazione hanno accolto “Non una di più, non una di meno”, lo spettacolo andato in scena sabato 25 novembre al Teatro Cicconi di Sant’Elpidio a Mare e che ha segnato il debutto della stagione 2023/24 targata AMAT.

Nato da un’idea dell’associazione culturale +Artisti, realizzato in collaborazione con il Comune di Sant’Elpidio a Mare e A.M.A.T., “Non una di più, non una di meno” ha voluto celebrare le donne attraverso un viaggio che ha condotto gli spettatori dall’inferno della violenza al paradiso della libertà. Ad aprire la serata, l’attore Francesco Marconi, che ha introdotto il monologo di Franca Rame, “Lo stupro”, magistralmente interpretato dalla cantante e attrice Irida Nasic e dallo stesso Francesco Marconi. A seguire, Elisabetta Pieragostini, scrittrice e CEO di DAMI SpA, da sempre attenta al tema della parità di genere all’interno della sua azienda e non solo, ha moderato il talk che ha visto salire e alternarsi sul palco testimonianze di vittime di violenza che si sono affrancate dai loro aguzzini, ma anche di coloro che lavorano in prima linea nella lotta alla violenza di genere, come avvocati, operatori del centro antiviolenza e assistenti sociali. Partecipato ed emozionante anche l’intervento del sindaco, Alessio Pignotti, e dell’assessore alla cultura, Michela Romagnoli, che hanno dimostrato grande attenzione e sensibilità. Al momento di talk è seguita una seconda parte dello spettacolo, affidata alla SuperMarket band, che ha proposto dei brani musicali in cui amori sani sono stati contrapposti ad amori malati. Protagonisti della parte musicale sono stati: alla voce, Giuseppina Gazzella (anche regista della serata), Daniela Poli e Matteo Falone, alle tastiere Niki Romagnoli, alle chitarre Roberto Maccaroni e Leo Falduto. Di particolare impatto il finale dello spettacolo, reso ancor più suggestivo dal costume di scena realizzato per Giuseppina Gazzella e Matteo Falone da Sartoria Lilium-Arte su misura di Jesi: un abito di scena che è stato il mezzo per unire uomo e donna in un’unica entità, forte e compatta contro la violenza. Una platea gremita ed emozionata ha quindi chiesto a gran voce il bis, che ha chiuso la serata tra gli applausi.

Un’apertura intensa e di qualità per il Teatro Cicconi, preludio di una stagione teatrale che sicuramente non sarà da meno e non deluderà le aspettative.



È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.




Questo è un articolo pubblicato il 27-11-2023 alle 15:39 sul giornale del 28 novembre 2023 - 328 letture


Roberta Ripa




qrcode