x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
articolo

L’accademia dello Stoccafisso alla Fermana alla trentaseiesima festa del Baccalà alla vicentina

2' di lettura
328

di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 


La manifestazione di Sandrigo ha una valenza internazionale ed in epoca pre-covid toccava i 50 mila partecipanti.

Sabato e domenica 23-24 settembre, Saturnino Di Ruscio, Fabio Capocasa e Pierluigi Santarelli hanno rappresentato l’ Accademia dello Stoccafisso alla Fermana alla trentaseiesima edizione della Festa del Baccalà alla vicentina di Sandrigo su invito del presidente della Confraternita Tiziana Agostini già assessore al turismo del Comune di Venezia.
Alla manifestazione, per le Marche, hanno partecipato anche l’Accademia dello Stoccafisso di Ancona ed una delegazione di Tipicità che, da anni, sta costruendo una fitta rete di relazioni con le città accomunate dall’amore per il prelibato piatto dello stoccafisso.
L’ investitura dei nuovi Cavalieri della Confraternita vicentina ha visto anche la partecipazione dell’attore Fabio Testi ed è stata preceduta dalla sfilata di tutte le confraternite nelle vie e piazza della città. Nel corso della manifestazione sono stati scambiati doni e sviluppate idee e progetti tra le tante associazioni presenti ed attive nella promozione e valorizzazione dello stoccafisso.
In particolare sono state messe le basi per sviluppare tre importanti progetti tra i quali “La Via Querinissima” che ripercorre il percorso fatto via mare e via terra dal leggendario capitano veneziano Pietro Querini (1431-1432). con l’obiettivo di creare una rete internazionale tra Paesi del Nord e Sud Europa per la promozione del proprio patrimonio storico, culturale, artistico e enogastronomico; con questo progetto si vuole ottenere dal Consiglio Europeo la certificazione di un Itinerario Culturale Europeo.
Altre idee scaturite dagli incontri hanno riguardato l 'iscrizione dello stoccafisso nella Lista del Patrimonio Immateriale dell'UNESCO e lo sviluppo di un progetto culturale, enogastronomico e turistico proposto dall’Accademia dello stoccafisso di Ancona sul modello delle Strade del vino. La visita si è conclusa con una degustazione di Baccalà alla vicentina all’interno del padiglione fieristico.





Questo è un articolo pubblicato il 28-09-2023 alle 09:36 sul giornale del 29 settembre 2023 - 328 letture






qrcode