x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Porto Sant'Elpidio: è nuovamente tempo di “Anghiò”, il Festival del pesce azzurro all'ottava edizione

2' di lettura
280

di Marina Mannucci
fermo@vivere.it

 


Stefano Greco, storico organizzatore, presenta l'evento che dal 7 al 10 settembre si terrà a Porto Sant'Elpidio: appuntamento fisso per la degustazione del pesce azzurro.

Anghiò, lo sappiamo, in dialetto significa “alice”. A metà tra uno street food e un evento di ristorazione, che lavora sulla destagionalizzazione e sulla qualità della materia prima, è uno degli appuntamenti più attesi del fine estate.

Quest'anno il carnet sarà di 20 euro per 20 ticket, che darà accesso agli stand, dove si può gustare il pesce azzurro in varie preparazioni. Quest'anno ci si sposta in Piazza Garibaldi con stand che provengono da Toscana, Lazio e Marche. Garden Pub, Vaca Paca, Festa e Trentasette sono i ristoratori di Porto Sant'Elpidio che in questa edizione aderiscono all'iniziativa.

Il Sindaco Massimiliano Ciarpella ringrazia Stefano Greco e il suo team per aver scelto nuovamente la città di Porto Sant'Elpidio come luogo del festival. “La nostra città è dedita alla pesca e quindi ci sembra logico coinvolgere i ristoratori locali in questo evento. Penso che l'eno-gastronomia di questo tipo sia un buon motivo per venire in città da parte di turisti lontani e limitrofi”. Un modo sano per approcciarsi al cibo e alla cucina: l'alice fa parte infatti del pesce “sano”. Le assessore a turismo e commercio hanno curato la partecipazione dei ristoratori locali. “Non tutti sono riusciti a partecipare – dice Maria Laura Bracalente – ma coloro che partecipano hanno subito collaborato tra loro per non sovrapporre attrezzature e menu”. “Anghiò è una manifestazione a cui tutti sono abituati” dice l'assessore Elisa Torresi rinnovando la disponibilità da parte dell'amministrazione comunale a sostenere il Festival.

L'organizzatore Stefano Greco, felice di tornare a Porto Sant'Elpidio nonostante il cambio di rotta della nuova amministrazione, racconta cos'è il festival per lui: “trattiamo Anghiò come una famiglia a cui chiedere consigli e che a sua volta ti tratta con amore”. In effetti, si può dire, è un festival che fa bene alla salute. “Si sa, il pesce azzurro è un toccasana per il fisico”, conclude Greco.

La novità? Lo show-cooking di Richard Abou Zaki, chef del ristorante Retroscena di Porto San Giorgio e futuro proprietario del nuovo ristorante-pizzeria sito al piano terra del Polo Gigli di Porto Sant'Elpidio: si terrà il 9 settembre alle ore 18 al costo di 15euro.

Altra novità è l'appello lanciato dagli organizzatori: perché non far vivere Anghiò per 365 giorni l'anno? “Si potrebbero coinvolgere i ristoratori e proporre loro di introdurre i piatti scelti per Anghiò anche nei loro ristoranti, o proporre altri appuntamenti durante l'anno”. Per ora, l'appuntamento è fissato per il prossimo fine settimana, dal 7 al 10 a partire dalle 18 fino alle 23,30.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.


Questo è un articolo pubblicato il 02-09-2023 alle 13:19 sul giornale del 03 settembre 2023 - 280 letture






qrcode