x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

A Smerillo la trebbiatura torna di moda. Tra folklore e tradizioni, Ceresola protagonista

2' di lettura
2342

di Lorenzo Cortellucci


La Contrada del Borgo montano, per un intero week-end, sarà teatro della consueta ‘Festa nell’ara co lo vatte’. La rievocazione storica di matrice rurale riporterà in auge usi e costumi di un tempo, tra folklore, riti, tradizioni e sano ‘divertimento contadino’, il tutto incorniciato in un’atmosfera genuina e festosa. L’evento, organizzato dall’Associazione ‘Lo Vatte’, si svolgerà nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 agosto. Programma ricco con stand gastronomici, macchinari d’epoca, raduno di trattori e musica dal vivo. Protagonista la ‘trebbiatura’.

L’estate entra nel mese clou e a Smerillo gli eventi si susseguono. Dopo i festival culturali, restando in attesa di film sotto le stelle e quant’altro, per questo week-end spazio all’ormai consueta ‘Festa della trebbiatura’. Sabato 5 e domenica 6 agosto, la contrada di Ceresola ospiterà un evento al quale la comunità smerilese è molto legata.

Durante le intere giornate, da mattina fino a sera, ‘La Festa nell’ara co lo vatte’ riporterà in auge usi, costumi, riti e tradizioni tipi di questo territorio. “E’ una rievocazione storica dove l’antica arte della trebbiatura diventa protagonista – spiegano gli organizzatori – Tra attrezzature di un tempo, macchinari d’epoca, prodotti tipici e la sana genuinità che si respirava nelle campagne di allora, vogliamo far immergere quanti verranno nell’atmosfera tipica di quegli anni lì, in quel particolare ambiente dove la mietitura era un autentico rito con radici profonde”. Insomma, la frazione di Ceresola si vestirà a festa per diventare teatro di una rievocazione di matrice rurale, in cui ognuno potrà scoprire tradizioni, usi e costumi che pian piano stanno scomparendo”.

Location, scenografie, storia e folklore: “Tra macchinari d’epoca, attrezzi tipici di quegli anni, pietanze e piatti studiati per l’occasione, senza dimenticare le sonorità fokloristiche, si potrà vivere il momento della trebbiatura in modo unico e speciale”.

Sabato 5 agosto presenta la consueta ‘piazzatura della trebbia’ e poi si dà il via alle danze con l'inizio della ‘trebbiatura. Per chi vorrà stand gastronomici aperti fin dal pomeriggio con deliziosi prodotti. Domenica 6, giornata clou, si apre con la ‘colazione tradizionale’ ed in mattinata Santa Messa nell’ara. A seguire, tra trebbiature, folklore, piatti tipici, raduno di trattori d’epoca e intrattenimento vario con musica dal vivo e balli, ci si protrarrà fino a sera.

In altre parole, una manifestazione che sa conciliare al meglio le profonde tradizioni di un territorio, facendole conoscere alle nuove generazioni e riuscendo sempre ad innovarle e attualizzarle.

Qui di seguito la locandina con ulteriori info.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.




Questo è un articolo pubblicato il 04-08-2023 alle 10:19 sul giornale del 05 agosto 2023 - 2342 letture



qrcode