x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Cosa sono i servizi AFC (amministrazione, finanza e controllo) e come determinano il business di un’azienda

4' di lettura
216

di Redazione


L’area Amministrazione, Finanza e Controllo (AFC) è una parte essenziale delle imprese, dal momento che riguarda la contabilità e la valutazione delle performance, del budget aziendale, dei bilanci e così via. Una moltitudine di servizi che, pur essendo sempre stati presenti nelle realtà aziendali, assumono particolare rilievo nell’epoca attuale, in cui i dispositivi tecnologici e i software gestionali in grado di analizzare i dati stanno prendendo sempre più piede, modificando sensibilmente i flussi di lavoro in quest’ambito. Ma questo non significa che sia possibile fare a meno dell’intervento umano, che rimane fondamentale per impiegare i dati a disposizione nella pianificazione delle strategie aziendali in modo ottimale, nonché per intervenire nella risoluzione delle criticità.

In questo articolo si presentano nel dettaglio i servizi AFC, con il principale obiettivo di fornire informazioni utili a chiunque desideri avviare una carriera in questo settore.

Quali sono gli ambiti di amministrazione, finanza e controllo di gestione

Contabilità, pianificazione, corporate governance, tax planning, business intelligence: sono tanti i processi aziendali che possono essere ottimizzati se integrati all’interno di un sistema organizzativo calibrato sulla base degli obiettivi preposti. Ma quali sono nello specifico gli aspetti salienti dei servizi AFC?

Contabilità aziendale

La contabilità aziendale è il principale strumento per il controllo di gestione aziendale e si occupa di tutti gli eventi che hanno un rilievo patrimoniale ed economico all’interno di un’impresa. I nuovi strumenti gestionali nati per agevolare il lavoro in questo campo si legano alla necessità di gestire ordini, incassi, fatturazioni, pagamenti nel rispetto delle procedure, abolendo gli errori e le ridondanze di dati.

Contabilità analitica e industriale

La contabilità analitica si occupa di approfondire tutti gli aspetti economici della contabilità generale, attraverso la classificazione sistematica di costi e ricavi che di norma sono organizzati attorno a oggetti di calcolo predeterminati. Diversamente dalla contabilità generale, la contabilità analitica non è obbligatoria per legge, ma rimane uno strumento estremamente valido per massimizzare i risultati in ogni singola area aziendale, soprattutto nel caso di imprese complesse. La contabilità industriale, invece, analizza nello specifico i costi e i ricavi connessi a una singola unità. Attraverso la contabilità industriale è possibile orientare al meglio i processi decisionali, ad esempio stabilendo il pricing più opportuno.

Controllo di gestione

Con l’espressione controllo di gestione si intende l’insieme degli strumenti tecnico-contabili a sostegno della direzione aziendale, progettati con un obiettivo ben preciso: aiutare gli imprenditori a compiere le scelte più convenienti, ricercando le condizioni di efficienza ed efficacia in virtù degli obiettivi aziendali. In che modo? Servendosi di sistemi di monitoraggio delle performance aziendali e del personale, per comprendere il livello di benessere e produttività all’interno dell’azienda.

Pianificazione finanziaria

Una corretta gestione della tesoreria e della pianificazione finanziaria consente di ridurre gli oneri finanziari e amministrativi dei processi. Questo è un ambito nel quale la business intelligence si sta diffondendo in maniera particolarmente rapida: le procedure automatiche con software dedicati consentono di avere una visione ampia e istantanea dell’azienda in termini finanziari, in modo da creare sistemi di pianificazione finanziaria sincronizzati con gli eventi aziendali e monitorare in tempo reale ogni cambiamento della disponibilità finanziaria.

Quali sono le figure professionali richieste?

Le discipline relative ad amministrazione, finanza e controllo si fondano sulla caratteristica della multidisciplinarità, il che fa sì che in quest’ambito troviamo svariate figure professionali con competenze trasversali. Tra gli sbocchi occupazionali troveremo quindi responsabili amministrativi, credit manager, controller aziendale, specialista di bilancio e molto altro. Le competenze richieste riguardano non soltanto l’ambito finanziario in senso stretto, perché per ottenere il massimo rendimento occorre disporre di una serie di conoscenze aggiornate sulle ultime tendenze del settore, che si ottengono soltanto attraverso il continuo aggiornamento, non è sufficiente una formazione meramente accademica.

Come lavorare nel settore: scegliere un master in finanza e controllo

Considerata la forte componente dinamica delle discipline AFC, si può immaginare che il percorso di formazione per lavorare nel settore è tutt’altro che lineare. È per soddisfare il bisogno del mercato di avere professionisti qualificati che molti enti e business school stanno promuovendo master in finanza e controllo di gestione rivolti a studenti neolaureati che vogliono affinare il proprio bagaglio di conoscenze, ma anche a chi già lavora nel settore e desidera aggiornarsi a seguito dell’avanzata delle nuove tecnologie.



Questo è un articolo pubblicato il 02-08-2023 alle 19:51 sul giornale del 02 agosto 2023 - 216 letture



qrcode