x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Penna San Giovanni: Villa Saline, un oasi di pace

1' di lettura
616

di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 


Il parco naturale “Le Saline” torna protagonista dell’estate per il secondo anno consecutivo; prosegue dunque l’avventura del Giardino Sentimento con tante iniziative

Apparteneva alla Santa Sede Apostolica; Villa Saline ha origini antiche e, con la fabbrica del sale, la zona fu fonte di guadagno per la cittadina di Penna San Giovanni.
Alla fine del 1800, alle acque di quella zona vennero attribuite proprietà curativo - terapeutiche per la loro composizione salso - bromo- iodico- sulfuree naturali ma, la guerra del secolo scorso, pose fine all’antico sfruttamento delle sorgenti.
Oggi Villa Saline è un pregevole parco con aree attrezzate ed interessanti percorsi guidati dove è possibile riscoprire piccoli tesori di un tempo.
Per chi ama la natura diventa assai facile essere rapiti dalla bellezza di posti insoliti con passeggiate a piedi o in mountain bike attraverso una rete di suggestivi percorsi naturalistici.
A pochi minuti dal paese da Penna San Giovanni, percorrendo la provinciale che conduce al vicino paese Sant’Angelo in Pontano, il Parco delle Saline si estende fino alle sorgenti dell’omonimo fiume Salino.
Verdi prati, lussureggianti vegetazioni acquatiche e stagnetti naturali stupiscono i tanti visitatori che nel periodo estivo si fermano nella zona.
Percorrendo il Salino ci si imbatte nell’albergo Gentilucci”, ex centro termale e nel vecchio stabilimento di distribuzione delle acque termali.
Sovrasta il torrente Salino l’imponente Ponte che si innalza sugli originari “pozzi” di estrazione del sale; tra questi famoso il “Pozzo Poderoso”, così detto per la sua vertiginosa profondità. Un posto per estraniarsi dal caos estivo degustando anche prelibatezze della zona.





Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2023 alle 15:51 sul giornale del 31 luglio 2023 - 616 letture



qrcode