x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Fermana, la prossima settimana sarà quella decisiva

4' di lettura
1530

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - Compiuto un passo storico, una parte di quote sarà rilevata da quello che sarà un nuovo socio, per ora di minoranza. I soci non apriranno la porta ad alcun altro personaggio.

Anche se può sembrare il contrario perché sta lavorando nel massimo riserbo e lontano da riflettori, la Fermana Football Club è a buon punto nel programma di riorganizzazione societaria che è il presupposto necessario per far partire la nuova stagione tecnico- agonistica.
La settimana che sta per entrare sarà decisiva e ci saranno i primi annunci ufficiali su entrambi i fronti.

Nel frattempo è stato compiuto il primo passo storico, cioè una parte di quote sarà rilevata da quello che sarà un nuovo socio, per ora di minoranza: è stato raggiunto l'accordo per trasferire le quote che - secondo indiscrezioni - erano di Fabio Massimo Conti (che deteneva ancora circa il 25%) e di Umberto Simoni (15%). Trattasi di un imprenditore su cui anche l'ex patron Vecchiola ha dato il benestare quindi la serietà di questo nuovo socio è stata verificata, è romano e ha il figlio portiere che gioca in serie C, chissà che lo vedremo in gialloblù al posto di Borghetto.

Da come si stanno muovendo i soci reputiamo che nessuna cordata “straniera” entrerà in società perché i soci cederanno le quote soltanto a persone di cui conoscono l'indirizzo di casa e l'indirizzo della fabbrica. Nessuna possibilità che ci siano trattative con Di Matteo, personaggio molto noto nel mondo del calcio, o altri soggetti legati al recente fallimento della Viterbese, come temono i tifosi.
Il fatto che i soci abbiano bene in mente quello che vogliono fare lo dimostra che due giorni fa è stata respinta anche una manifestazione di interesse arrivata da un investitore italiano, ma con sede in Svizzera, e un altro avvocato romano (ex dg di una società di serie B). Nel giro di pochissime ore da quando è stata ricevuta, la Fermana ha detto subito "no grazie" senza nemmeno controllare chi fossero (lo abbiamo controllato noi e sarebbero stati anche investitori solidi), quindi questo conferma il modus operandi da noi ipotizzato sopra.

Resta sull'uscio anche l'imprenditore teramano, già noto in passato perché lavora anche nel Fermano, con cui abbiamo parlato nei giorni scorsi (vedi qui), che è indeciso se rilevare altre quote o limitarsi ad un primo passo sotto forma di sponsorizzazione esterna, probabilmente comincerà come sponsor.

Anche l'amministrazione comunale, dopo le critiche sui social, ha deciso di darsi da fare: il sindaco Calcinaro e l'assessore allo sport e bilancio Scarfini la prossima settimana si incontreranno con numerosi imprenditori locali per proporre sponsorizzazioni. Il problema è che ogni imprenditore ha una visione personale di calcio, c'è quello a cui piace l'aspetto sociale (vedi ad. es. Soccer Dream di Montepacini) e altri che preferiscono profili più competitivi. Ecco perché è stato chiesto alla Fermana di predisporre progetti di massima da presentare agli stessi imprenditori per convincerli meglio secondo i loro profili.

Il totale silenzio in riserva della società da una parte, e l'attesa spasmodica dei tifosi di sapere cosa sta succedendo dall'altra, non fa altro che provocare la diffusione incontrollata di notizie spesso e volentieri totalmente infondate o inventate sotto l'ombrellone, dall'impresa Carron che vuole comprare la Fermana alla trattativa con Di Matteo.

Quello che dispiace è che ci casca anche la stampa costretta tutti i giorni a riempire pagine di giornale e pubblicare notizie totalmente inventate pur di stare in edicola. Se non si hanno i mezzi per poter verificare le voci sarebbe meglio occuparsi di altro, per il bene della categoria professionale e del settore.
Per fortuna mancano ancora pochi giorni di attesa e le prime ufficialità spazzeranno via le chiacchiere.

Ancora in bilico le posizioni dell'allenatore Protti del direttore sportivo Andreatini su cui ancora non è stata presa, da entrambe le parti (Fermana e diretti interessati) alcuna decisione certa, si continua ad oscillare tra interruzione prematura del rapporto (entrambi hanno contratto fino a giugno 2024) oppure prosecuzione. Anche su questo fronte per la prossima settimana ci saranno le ufficialità.

Da indiscrezioni il raduno per la preparazione precampionato dovrebbe partire tra il prossimo weekend e massimo il 25 luglio. I giocatori contrattualizzati sono 11 e anche su questo fronte per ora non c'è nessuna novità certa al riguardo.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2023/07/14/fermana-il-fuoco-cova-sotto-la-cenere/133173/

https://www.viverefermo.it/2023/07/11/fermana-si-comincia-a-vedere-la-luce-in-fondo-al-tunnel/131409/

https://www.viverefermo.it/2023/07/08/fermana-anche-capitan-giandonato-verso-laddio-lo-vuole-la-samb/128239/

https://www.viverefermo.it/2023/07/01/la-fermana-ancora-in-serie-c-c-lok-delle-commissioni-ora-subito-lallenatore/120569/

https://www.viverefermo.it/2023/06/29/fermana-cordata-la-trattativa-prosegue-ma-incombono-covisoc-e-allenatore/119056/

https://www.viverefermo.it/2023/06/29/la-fermana-ha-vinto-il-45-trofeo-velox-una-speranza-per-il-futuro/118462/

https://www.viverefermo.it/2023/06/23/ecco-chi-il-capo-della-cordata-che-vuole-comprare-la-fermana/114935/

https://www.viverefermo.it/2023/06/22/vendita-fermana-si-fatto-vivo-un-avvocato-romano-ma-non-battaglioni/114345/

https://www.viverefermo.it/2023/06/21/fermana-depositato-tutto-il-necessario-per-liscrizione-in-serie-c/113543/

https://www.viverefermo.it/2023/06/10/fermana-il-dg-tubaldi-iscrizione-ok-ma-sono-preoccupato-per-il-dopo/106276/

https://www.viverefermo.it/2023/06/09/fermana-vecchiola-non-firma-la-fideiussione-scattato-il-piano-b/105072/



Questo è un articolo pubblicato il 16-07-2023 alle 12:52 sul giornale del 17 luglio 2023 - 1530 letture


Paolo Bartolomei




qrcode