x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
articolo

Porto San Giorgio: Una favola ottocentesca con il “Ballo Imperiale e il Gran Galà di Villa Bonaparte”

2' di lettura
1204

di Danilo Monterubbianesi
fermo@vivere.it


“La favola di una sera, il ricordo di una vita” è il motto di questa prima edizione del Ballo Imperiale e del Gran Galà di Villa Bonaparte, organizzato dall’associazione Armonica-Mente, previsto per questo venerdì 14 luglio a Porto San Giorgio. Un omaggio alla figura di Girolamo Bonaparte, fratello di Napoleone, a cui fa capo la realizzazione dell’omonima villa, unica residenza napoleonica presente nelle Marche. Un salto nei fasti ottocenteschi della città, con un evento che strizza l’occhio alle Schubertiadi viennesi. In programma alle 19 il Ballo Imperiale all’aperto, in Piazza Matteotti, poi l’arrivo alle 21 a Villa Bonaparte per la cena di gala e, in concerto, un’interpretazione de “La Traviata” di Giuseppe Verdi.

«È un sogno lungo 10 anni – dice Nunzia Luciani, responsabile dell’associazione – un evento importante, di richiamo per Porto San Giorgio». «Uno spettacolo che ci riporta all’ottocento, una serata che si svolgerà dal tardo pomeriggio alla sera, per dar vita ad un’atmosfera unica per tutta la città, da Piazza Matteotti fino al gioiello di Villa Bonaparte», aggiunge poi l’assessore alla cultura del Comune di Porto San Giorgio Carlotta Lanciotti, che conferma il sostegno all’associazione e l’auspicio che possa essere il primo di una lunga rassegna di eventi, atti a ricordare e rivivere un pezzo di storia della città.

Entrando nel vivo, sono più di 40 le iscritte e gli iscritti all’evento, «che per essere una prima edizione sono tanti» afferma Nunzia, a cui vanno sommate le circa 130 persone che arriveranno grazie a alla sponsorizzazione di Mediolanum. A partecipare saranno anche due importanti scuole di ballo, di Tolentino e di Cingoli, e a rendere l’alta caratura dell’evento saranno inoltre gli abiti d’epoca utilizzati per l’inizio e la fine dell’occasione.



Questo è un articolo pubblicato il 12-07-2023 alle 17:10 sul giornale del 13 luglio 2023 - 1204 letture






qrcode