x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Porto San Giorgio: inaugurata la “Deaf Friendly Beach”, la prima spiaggia accessibile ai sordi in Italia

4' di lettura
342

da Silvia Cotechini


A Porto San Giorgio nasce una spiaggia pensata per le esigenze dei sordi. Le suore canossiane sono pronte ad accogliere i sordi… e non solo.

Un’inaugurazione con i piedi sulla sabbia quella di ieri pomeriggio a Porto San Giorgio. Ad accogliere i partecipanti c’è il professor Carlo Nofri, presidente di OSSMED, organizzazione titolare del progetto “Fermo Deaf Friendly City”. Il progetto, presentato alla stampa lo scorso ottobre, coinvolge in primis le città di Fermo e di Porto San Giorgio, ma in generale tutta la provincia. La spiaggia “deaf friendly”, ovvero accessibile ai sordi, sorge di fronte all'istituto delle suore canossiane, a Porto San Giorgio, città che ha ottenuto la “bandiera lilla”.

Questa spiaggia “speciale” si differenzia dalle altre perché permetterà l’accesso in tutta spensieratezza sia a persone sorde che udenti. I sordi potranno contare sull’assistenza degli studenti dell’istituto universitario San Domenico di Fermo che presto diventeranno interpreti di Lingue dei Segni.

Presenti all’inaugurazione ben 13 studenti americani, accompagnati dal professor Danny Maffia, provenienti dal Technical Institute di Rochester, nello stato di New York. I ragazzi arrivati in Italia saranno i futuri interpreti di ASL, Lingua dei Segni Americana. Il professor Maffia è innamorato delle città di Porto San Giorgio e di Fermo e, dopo un primo viaggio a febbraio, ha deciso di tornare e di portare con sé i suoi studenti. I 13 ragazzi americani rimarranno per tutto il mese di luglio e avranno l’opportunità di frequentare delle lezioni intensive di italiano e di Lingua dei Segni Italiana alla San Domenico.

Un sentito ringraziamento del prof. Nofri va alle suore canossiane, che non solo hanno messo a disposizione la spiaggia per i sordi e per le attività legate al progetto, ma ospiteranno anche i giovani americani per tutto il mese. Tutto questo, però, non sarebbe possibile senza il sostegno della Regione Marche e del maxiprogetto Marche for All. Presenti alla Deaf Friendly Beach i consiglieri regionali Marco Marinangeli e Jessica Marcozzi che hanno appoggiato sin da subito le idee di Carlo Nofri. “Oltre ad elogiare il progetto e a sottolinearne l'importanza anche a livello turistico vorrei esprimere la mia felicità nel vedere un progetto tanto importante passare da idea a concreta realtà – dice Marinangeli – Tutto questo è stato possibile grazie a un lavoro di squadra e all'impegno di più soggetti che hanno affiancato Carlo, che nella sua lungimiranza mi aveva già parlato del progetto nel 2020. L’apertura di questa spiaggia segna un passo avanti per l'inclusività”. Aggiunge Jessica Marcozzi: “L’impegno di Porto San Giorgio sia di esempio a tutta la provincia: dieci giorni fa abbiamo festeggiato la bandiera lilla e oggi l’inaugurazione di una spiaggia unica nel suo genere”.

Prende la parola il Sindaco Valerio Vesprini, che dà il benvenuto agli studenti e a tutti i partecipanti: “Ringrazio la Regione perché questo progetto è l’esempio della vicinanza della Regione Marche alla provincia di Fermo. La prima spiaggia accessibile ai sordi d’Italia nasce a Porto San Giorgio, che finalmente è davvero inclusiva”. Al suo fianco, l’assessore Carlotta Lanciotti che ha seguito personalmente il progetto, aiutando OSSMED a dare il via ai corsi di LIS per i commercianti e per gli operatori turistici. “Non è stato facile – ammette Lanciotti – ma alla fine in molti hanno deciso di partecipare e si sono subito innamorati della Lingua dei Segni. Per questo vogliamo diffondere il messaggio il più possibile e continuiamo a impegnarci per coinvolgere le attività in questo progetto”.

L’intervento più atteso è stato quello del presidente dell’Associazione Sordi di Fermo Luciano Santoni che ha rivolto un breve saluto a tutti in Lingua dei Segni, affiancato dall’interprete Diletta Coppola: “Vedere tutta questa gente è davvero emozionante. Vi ringrazio per essere qui a sostenere la Lingua dei Segni”.

Nella parte conclusiva dell’inaugurazione, gli studenti americani hanno voluto omaggiare il sindaco Vesprini con dei gadget che rappresentano l’università di Rochester, come ringraziamento per l’ospitalità. Il professor Danny Maffia, uno degli interpreti di Lingua dei Segni Americana più importanti degli USA, è davvero impressionato dalla portata del progetto e dall’idea di creare uno spazio riservato ai sordi. “Questa spiaggia è un esempio che voglio portare in America” dice con entusiasmo.

Per prenotare il servizio e per maggiori informazioni scrivere a segreteria@ossmed.info

Di seguito le foto del taglio del nastro e della cerimonia


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.




Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2023 alle 17:19 sul giornale del 07 luglio 2023 - 342 letture






qrcode