x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'

articolo
Porto San Giorgio: Villa Bonaparte, Bollicine Marchigiane e tanta tradizione

3' di lettura
2330

di Luigi De Signoribus

fermo@vivere.it


Va in scena nel week end di sabato 10 e domenica 11 Giugno, nella splendida cornice di Villa Bonaparte, Bollicine Marchigiane, l'evento che punta a promuovere tutte le tipologie di vino spumante della regione.

Promosso dall'Ais Marche, con il patrocinio del Comune di Porto San Giorgio, della Regione Marche e dell'associazione Luce e Sentieri, l'evento si configura come un vero e proprio festival inteso a celebrare le eccellenze spumantine del territorio: si parte sabato 10 con l'inaugurazione e apertura dei banchi degustazione alle 17.00, per poi proseguire alle 17.45 con una degustazione guidata di bollicine metodo classico della cantina Moncaro, La lunga vita del Madreperla, un viaggio nel tempo fra le migliori annate dal 2005 al 2015, di cui Cesare Lapadula e Giuliano D'Ignazi saranno i relatori ufficiali, fino ad arrivare alle 19.00 con una lezione spettacolo Il Simbolo diVino nell'Odissea curato dal filosofo e performer teatrale Cesare Catà. Stesso discorso anche per domenica 11, giornata in cui si apriranno nuovamente i cancelli della tenuta bonapartina sempre alle ore 17.00 con una successiva degustazione alle 19.00, un tour sensoriale dei migliori spumanti provenienti dai vitigni autoctoni della nostra regione. L'evento si svolgerà nella corte esterna della villa ed è gratuito. L'accesso ai banchi di assaggio prevede, invece, l'acquisto del bicchiere degustazione.

“L'amministrazione – le parole dell'assessore al turismo Giampiero Marcattili – ha accolto e sostenuto favorevolmente una iniziativa del genere. Ringraziando la proprietà della tenuta per la disponibilità, siamo riusciti a proporre la versione estiva di quello che è stato l'evento più riuscito della stagione invernale, Rosso di Sera, tenutosi sempre in questa meravigliosa location sotto il periodo natalizio”. “ Saranno due giorni di degustazione di vini spumanti completamente Made in Marche – prosegue il discorso il presidente dell'Ais Stefano Isidori – e celebrerà una tradizione che affonda le sue radici già dal Seicento. Saranno circa una quarantina le aziende vinicole coinvolte, tra l'ascolano e il pesarese. Dietro, un lavoro corale di tante figure con un unico obiettivo: risaltare la territorialità”.

L'evento, di importanza regionale, come tiene a far sapere lo stesso Isidori, risulta vincente sotto due punti di vista specifici: quello produttivo e quello turistico. A sottolinearlo è Emanuele Morese, portavoce del consigliere regionale Marco Marinangeli, da sempre impegnato in iniziative volte a promuovere il territorio: “Bollicine è testimonianza di come eventi di qualità e di settore rendano ancora più viva una Porto San Giorgio che torna nuovamente ad affacciarsi alla rinnovata stagione estiva, banco di prova di tutte le proposte messe in campo”. Bollicine, infatti, è la prima iniziativa che ufficializza il via al cartellone estivo degli eventi sangiorgesi.

La chiosa spetta al Sindaco Valerio Vesprini: “I ringraziamenti sono dovuti a tutti coloro che si sono spesi per la riuscita dell'evento, dalle associazioni intervenute alla proprietà, che ha accettato di aprire le porte di questa straordinaria tenuta per permettere a chi parteciperà di assaporare la storia di questo luogo. L'evento propone una formula di turismo esperienziale non di poco conto e si manifesta nella sua completezza poiché promuove aziende, persone, lavoro e tradizioni del nostro territorio”.

Per informazioni sull'evento: eventi@aismarche.it. Si ricorda che i due percorsi tematici, quello delle 17.45 di sabato e quello delle 19.00 di domenica, necessitano di iscrizioni. Le prevendite sono disponibili online e nelle rivendite Vivaticket.










qrcode