x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Sant’Elpidio a Mare: Alla Bacci il latino si studia alle medie, al via il progetto “A scuola di latino”

3' di lettura
3680

da Roberta Ripa

fermo@vivere.it


Alla scuola secondaria di primo grado “A. Bacci” di Sant’Elpidio a Mare, grazie al progetto “A scuola di latino” i ragazzi delle scuole medie potranno frequentare un corso di latino gratuito per approcciare questa lingua classica da cui è nato l’italiano. A tenere il corso, il prof. Paolo Orsili, docente di lettere alla Bacci dal 2016.

Il latino è una lingua morta? No, affatto! E alla scuola secondaria di primo grado “A. Bacci” di Sant’Elpidio a Mare ne sono fermamente convinti, al punto da introdurre lo studio di questa lingua già alle medie. Una scelta che può essere considerata audace e controtendenza, in anni in cui si registra un costante calo delle iscrizioni ai licei classici e un aumento delle iscrizioni agli indirizzi in cui le ore di latino sono assenti o ridotte. Eppure, lo studio di questa lingua classica è fondamentale per comprendere la lingua italiana stessa e, perché no, anche il nostro dialetto marchigiano, così come tutte le lingue straniere che ne sono derivate (il francese, lo spagnolo, il rumeno, ad esempio), ma anche la storia e la cultura del popolo romano. Per tutti questi motivi, e in un’ottica di valorizzazione della cultura classica, la Preside della secondaria Bacci Prof.ssa Teresa Santagata e la Vice Preside Silvia Cardi hanno accettato di buon grado la proposta del Prof. Paolo Orsili di offrire un corso di latino gratuito agli studenti delle medie. Un’esperienza che non è del tutto nuova a Sant’Elpidio a Mare, dato che già lo scorso anno era stato tenuto un corso di latino di 30 ore finanziato dal Pon (Programma Operativo Nazionale del Miur), a cui avevano avuto accesso 25 ragazzi di prima, seconda e terza media. Proprio sulla base del successo di questa esperienza, quest’anno la scuola ha deciso di bissare, finanziando però il corso interamente con i propri fondi. “La Preside ha creduto sin dall’inizio nell’importanza di questo progetto, fino a volerlo riportare a scuola quest’anno anche in assenza del Pon, e di questo le sono immensamente grato”, ha commentato il Prof. Orsili, cui il corso è affidato, come lo scorso anno. Il progetto, denominato “A scuola di latino”, partirà tra qualche settimana e offrirà ai ragazzi delle terze medie la possibilità di frequentare un corso di circa 30 ore per approcciare le basi di questa lingua classica. “Sarà un modo per vincere la paura del latino, una lingua che spaventa molti ragazzi ma che, in realtà, è proprio come tutte le altre”, spiega il docente; “nelle lezioni, oltre a insegnare le basi della lingua, le declinazioni, la grammatica, cercherò di renderla affascinante a partire dall’italiano, facendo capire ai ragazzi quante delle nostre parole dell’italiano e del dialetto derivano dal latino e quindi quanto sia importante conoscere questa lingua, che da molti è considerata morta ma in realtà è più viva che mai”.



Questo è un articolo pubblicato il 18-02-2023 alle 11:46 sul giornale del 19 febbraio 2023 - 3680 letture






qrcode