x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Monte Urano: su il sipario sul Carnevale. Canigola: “Sarà l’edizione della ripartenza”

4' di lettura
1572

da Roberta Ripa

fermo@vivere.it


Svelato il programma del 46esimo Carnevale Monturanese, che torna quest’anno dopo i due anni di stop per la pandemia. Martedì 21 e domenica 26 i carri dei vari quartieri sfileranno nelle vie del centro, pronti a contendersi il Cappello di Re Carnevale e a portare gioia e leggerezza in città.

Dopo due anni di stop forzato, torna uno degli eventi più attesi e partecipati di Monte Urano, il Carnevale. La 46esima edizione del Carnevale Monturanese, che si svolgerà il 21 e 26 febbraio prossimi, è stata presentata ufficialmente questa mattina da Amministrazione Comunale, Pro Loco e rappresentanti dei vari quartieri. Per l’occasione, è stata scelta una location davvero significativa per la manifestazione, ovvero l’”hangar del Carnevale”, il capannone nella zona industriale in cui, da qualche anno, i vari quartieri lavorano instancabilmente e in sinergia per creare i carri in cartapesta. “L’ultima sfilata del Carnevale 2020 aveva segnato l’inizio della pandemia e del lockdown, che sarebbe iniziato di lì a pochi giorni con la chiusura delle scuole e poi delle varie attività”, esordisce la sindaca Moira Canigola, “per questo è davvero emozionante essere qui a parlare, finalmente, dell’edizione della ripartenza del Carnevale”. Una manifestazione su cui, nonostante i due anni di stop, l’attenzione non è mai calata, grazie al costante impegno di Amministrazione e Pro Loco che, in sinergia con le scuole, hanno cercato di tenere vivo l’interesse verso la manifestazione. “Le due scorse edizioni sono state light, hanno coinvolto prevalentemente le scuole e i social, ma sono state comunque importanti”, continua la sindaca; “ripartire non sarà semplice, ma ce l’abbiamo messa tutta, coinvolgendo in primis le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio, e poi avvalendoci del prezioso supporto organizzativo e logistico della Pro Loco, che ringrazio. Questo Carnevale è frutto di un lavoro unitario, un lavoro duro ma che tutti fanno volentieri, mostrando la grande passione e l’amore verso questa manifestazione”.

A Lucia Gallucci, Presidente della Pro Loco, il compito di illustrare il programma di questa 46esima edizione. “Il programma è ricco, le aspettative altissime per questa edizione che ci permette di tornare a vivere l’atmosfera festosa e scherzosa del Carnevale, un elemento che è davvero mancato negli ultimi due anni”. Sei i quartieri partecipanti in questa edizione, che sfileranno secondo la classifica dell’anno precedente. Al carro che la giuria di esperti reputerà vincitore, verrà assegnato il Cappello di Re Carnevale, ambito riconoscimento che premia non solo la bellezza del carro, ma anche i costumi, il gruppo, le coreografie, ecc. A essere giudicata sarà la sfilata del martedì, mentre la premiazione avrà luogo la domenica successiva, al culmine della sfilata conclusiva e di una grandissima festa con dj set che concluderanno la 46esima Edizione del Carnevale Monturanese.

Fondamentale, in questa edizione, la sinergia con le scuole. “Ringrazio la Pro Loco per averci dato questa possibilità; creando maschere in cartapesta, i bimbi non solo conoscono un’importante tradizione e realtà cittadina, ma, lavorando insieme in laboratorio, apprendono a collaborare e superare i conflitti”, spiega la maestra Diomedi, della primaria. Per la scuola dell’infanzia, spiega Patrizia Pecci, l’approccio dei bambini al Carnevale è stato entusiasmante: “molti di loro non hanno mai visto una sfilata di Carnevale, abbiamo faticato un po’ a far capire di cosa si trattasse, ma alla fine ha prevalso la curiosità e la voglia di mettere ‘le mani in pasta’ e creare con la cartapesta, grazie ai laboratori guidati dalla Pro Loco”. Le creazioni in cartapesta dei bambini di primaria e materna abbelliranno il carro di testa della sfilata, permettendo così anche ai più piccoli di contribuire attivamente al Carnevale. Le scuole medie, invece, sono state coinvolte in un progetto di grafica. “Abbiamo chiesto ai ragazzi delle terze classi - quelle con cui per prime, alla primaria, avevamo avviato i laboratori di cartapesta - di provare a realizzare un nuovo logo per il Carnevale”, spiega Irene della Pro Loco. Nonostante la difficoltà della sfida proposta, i ragazzi hanno risposto con entusiasmo, proponendo tantissime idee, tutte nello spirito del Carnevale, come richiesto. Ad essere scelto, tra le varie proposte, il logo di Nainia Anwar, della classe 3B: sarà stampato sul libretto e nei vari materiali pubblicitari del Carnevale Monturanese.

Questo l’ordine di sfilata e i temi scelti da ogni quartiere:

Quartiere San Pietro. Tema: il Luna park.
Quartiere Incancellata. Tema: il Festival di Sanremo.
Quartiere Centro. Tema: i cartoni animati - nello specifico, Yattaman, un manga giapponese degli anni ‘70-’80.
Quartiere 167. Tema: Monopoli, il gioco da tavolo più venduto durante la pandemia.
Quartiere San Lorenzo. Tema: Mercoledì, dalla serie Netflix dedicata a Mercoledì Addams.
Quartiere Sant'Andrea. Tema: “La vita è un gioco”.
Assente il quartiere Stadio, che in questa edizione ha deciso di non sfilare.






Questo è un articolo pubblicato il 04-02-2023 alle 15:37 sul giornale del 05 febbraio 2023 - 1572 letture






qrcode