x

SEI IN > VIVERE FERMO > CULTURA
articolo

Colazione al cinema: la Sala degli Artisti apre la domenica mattina con tre classici del cinema

1' di lettura
238

di Marina Mannucci
redazione@viverefermo.it


La Sala degli Artisti di Fermo è una fucina di idee. “Monosala, multi idee” è lo slogan che Andrea Cardarelli ha coniato per identificare la sua programmazione: una programmazione ricca di iniziative, insolite attrattive accompagnate sempre da un cinema di alta qualità.

Tra le iniziative c’è il cinema di domenica mattina.

Si comincia domani, 5 febbraio, con il film Sciuscià di Vittorio De Sica, uno dei capolavori del neorealismo italiano nella versione restaurata a cura della Cineteca di Bologna. La formula prevede di iniziare la giornata con una colazione cinematografica (da prenotare tramite whatsapp al numero 347 5706509) prevista prima della visione del film. Luci spente e proiettore acceso sin dalle ore 10,30.

Domenica 19 febbraio invece, sempre con la stessa formula, toccherà al film Wittegenstein di Derek Jarman, restaurato in 4K in collaborazione con i Wonder. La pellicola, ben lontana dall’essere una biografia, è ispirata al pensiero dell’omonimo filosofo, con una messinscena minimalista e dall’aspetto teatrale.

A chiudere la rassegna sarà il film The warriors – I guerrieri della notte, di Walter Hill, restaurato dalla Cineteca di Bologna. Film di culto della cinematografia statunitense, ripercorre una drammatica avventura di una gang di strada newyorkese.

Un’altra chicca imperdibile prevista per domani, 5 febbraio: la giornata prosegue al Teatro Nuovo di Capodanno, dove nel pomeriggio sarà proiettato il film “Anton Cechov” di René Féret incentrato sulla vita del noto autore teatrale del Novecento. A partire dalle 17,30 interverrà l’attore e regista Gabriele Claretti.





Questo è un articolo pubblicato il 04-02-2023 alle 13:18 sul giornale del 05 febbraio 2023 - 238 letture






qrcode