x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

Grottazzolina: Una Videx Yuasa irriconoscibile lascia strada al Motta di Livenza

7' di lettura
94

da Videx Grottazzolina


Prestazione sottotono dei ragazzi guidati da Massimiliano Ortenzi e Mattia Minnoni che non riescono a tenere testa all’HRK Motta di Livenza che inguaia ora la classifica dei grottesi.

Torna tra le mura amiche per il secondo match consecutivo la Videx Yuasa Grottazzolina pronta ad affrontare il fanalino di coda HRK Motta di Livenza in un altro scontro decisivo verso l’obiettivo primario della salvezza; i ragazzi guidati da Massimiliano Ortenzi e Mattia Minnoni hanno già dimostrato, prima contro Vibo Valentia e poi contro Reggio Emilia, di essere usciti dal tunnel in cui erano incappati nel periodo natalizio e son tornati quelli di inizio stagione pronti a lottare palla su palla facendo emozionare i tifosi grottesi sempre pronti a sostenerli. L’avversario di questa sera, anche se la classifica dice il contrario, è da prendere con le molle in quanto in questo girone di ritorno sta dimostrando, dopo la vittoria su Cuneo e il tiebreak raggiunto a Porto Viro, di non valere la posizione che sta occupando in questo momento in graduatoria perciò la Videx Yuasa dovrà essere capace di lottare, come sempre in questa Serie A2, con le unghie e con i denti provando a buttare nuovamente il cuore oltre l’ostacolo.

LE FORMAZIONI - Coach Milo Zanardo arriva al PalaGrotta schierando in avvio Alessandro Acquarone al palleggio, Alberto Cavasin in diagonale, Valentin Kordas ed Alberto Pol in banda, Alessandro Acuti e Stefano Trillini al centro, Leonardo Battista nel ruolo di libero; dall’altra parte della rete coach Massimiliano Ortenzi risponde con Manuele Marchiani in cabina di regia, Rasmus Breuning Nielsen opposto, capitan Riccardo Vecchi e Dusan Bonacic (alla 100° presenza complessiva in Serie A) schiacciatori ricevitori, Marco Cubito e Filippo Bartolucci centrali con Giacomo Giorgini a comandare le operazioni di seconda linea.

LA CRONACA – Il primo punto del match è firmato da Cavasin che porta avanti l’HRK 0-1; due primi tempi di Trillini consentono a Motta di Livenza di guadagnare un paio di punti di margine (3-5) mentre altrettanti errori in fase offensiva dei grottesi costringono coach Ortenzi a chiamare timeout per parlarci su insieme ai suoi ragazzi (4-8). Da buon capitano Vecchi suona la carica (5-9) ma Cavasin sfrutta il pallone servitogli da Acquarone per siglare il 7-13 in favore dei suoi compagni mentre l’ace di Kordas vale l’8-15 e la seconda sospensione richiesta dalla Videx Yuasa. Quella di casa, in questa fase iniziale, è una squadra fantasma rispetto a quella delle ultime uscite e ne approfitta Acuti per aumentare ancora di più il gap (10-18). Motta di Livenza continua a passeggiare su una spenta Grottazzolina ed allora Cavasin colpisce prima per il 12-21 e poi per il 13-22 con Trillini che pone fine al parziale di apertura trovando il punto del 15-25.

Una bella difesa di Breuning apre per la conclusione vincente di Bonacic che vale il primo minivantaggio per la Videx Yuasa (5-3) con Cubito attentissimo sottorete tanto che il suo tap-in vale il 6-4; Grotta torna pian piano ai suoi ritmi e Bonacic, da posto 4, schianta a terra il punto del 10-7 mentre Cavasin spara sull’asta il suo colpo mandando i padroni di casa dritti verso il 12-8. Cubito passa dal centro per il 16-11 ma l’ace di Cavasin consente a Motta Di Livenza di accorciare le distanze agguantando il -3 (16-13); Breuning prova a togliere le castagne dal fuoco (17-13) mentre capitan Vecchi è bravo a recarsi sulla linea dei nove metri per tirare un siluro dei suoi che vale il 19-14. L’accoppiata Bonacic – Breuning sigla tre punti consecutivi ed allontana ancora di più l’HRK (23-16) mentre è ancora l’opposto danese a firmare il 25-17 che riporta il match in perfetta parità. Sale finalmente il livello della ricezione e dell’attacco dei grottesi che si assestano in questo set rispettivamente sul 62% e 65% di positività.

Quella in campo ora è una Videx Yuasa molto più attenta in tutti i reparti ed è proprio una gran difesa che dà il via all’azione che porta al 6-3 in favore dei padroni di casa con l’HRK che, però, non intende mollare tanto che un bell’ace di Kordas le consente di accorciare sul 9-7 mentre altri due punti nello stesso fondamentale, portati da Cavasin, ribaltano la situazione con Motta di Livenza che passa a condurre 12-13; Vecchi tiene a galla la Videx Yuasa (16-16) ma Cavasin stoppa Breuning regalando ai suoi il nuovo vantaggio (16-18). Una Grotta troppo altalenante commette un altro errore che lancia gli ospiti verso il 18-21 ma Pol rende il favore (20-21) facendo riprendere fiato agli uomini di Ortenzi che poi riescono ad impattare proprio nel finale a quota 24 sfruttando l’errore in attacco di Cavasin; si arriva così ai vantaggi con la Videx Yuasa che, dopo aver annullato ben quattro set point, passa a condurre 27-26 sfruttando l’ace di Bartolucci ma Cavasin fa il buono ed il cattivo tempo tirando prima due bordate al servizio e poi siglando il contrattacco vincente che chiude il terzo periodo con il punteggio di 27-29. Nonostante il 73% in attacco dei grottesi, i veneti riescono a portare a casa il set grazie ai meno errori commessi complessivamente.

Sulle ali dell’entusiasmo l’HRK inizia a bomba la quarta frazione con due muri consecutivi che la lanciano verso il 4-7 costringendo coach Ortenzi a richiamare subito i suoi in panchina; Grotta riesce in questa fase centrale del set a non perdere altro terreno (10-13 firmato da Breuning) ma non è più incisiva come nelle ultime prestazioni e ne approfitta quindi Trillini per stoppare l’opposto danese siglando l’11-17 in favore dell’HRK. Breuning prova a suonare la carica (16-20), Vecchi gli dà una mano con un attacco (17-20) ed un ace che valgono il 21-23; nel rush finale il capitano grottese spara out il suo servizio (21-24), Bartolucci e Bonacic mantengono in vita la Videx Yuasa (23-24) ma l’errore decisivo dai nove metri di Bartolucci vanifica il recupero dei marchigiani con l’HRK Motta di Livenza che si aggiudica il quarto set 23-25 ed il match con il risultato di 1-3.

Questa brutta sconfitta, soprattutto a causa di uno sbagliato approccio al match, inguaia in classifica la Videx Yuasa che ora deve iniziare a guardarsi seriamente alle spalle; la pausa del prossimo weekend arriva nel momento propizio e servirà per compattarsi in vista della ripresa del campionato che vedrà gli uomini di Massimiliano Ortenzi e Mattia Minnoni viaggiare Domenica 12 Febbraio verso Marsicotevere per affrontare la fondamentale sfida, a partire dalle ore 18:00, alla Cave del Sole Lagonegro.

IL TABELLINO: VIDEX YUASA GROTTAZZOLINA – HRK MOTTA DI LIVENZA 1-3

VIDEX YUASA GROTTAZZOLINA: Romiti A. ne, Giorgini (L2) 44% (28% perf.), Cubito 10, Vecchi 8, Focosi, Pison ne, Bartolucci 12, Breuning 29, Ferrini, Bonacic 13, Marchiani 2, Leli ne, Romiti R. (L1) 56% (33% perf.). All. Ortenzi All2. Minnoni

HRK MOTTA DI LIVENZA: Santi (L2), Trillini 12, Cavasin 26, Schiro ne, Pilotto 6, Bellanova ne, Acquarone 2, Secco Costa ne, Acuti 1, Kordas 15, Battista (L1) 42% (29% perf.), Pol 6. All. Zanardo All2. Di Egidio

PARZIALI: 15 - 25 (21’); 25 – 17 (22’); 27 – 29 (31’); 23 – 25 (31’)

ARBITRI: Bassan Fabio – Fontini Simone

NOTE: Grottazzolina 16 errori in battuta, 4 ace, 2 muri vincenti, 55% in ricezione (38% perf), 59% in attacco. Motta di Livenza: 6 errori in battuta, 5 ace, 10 muri vincenti, 47% in ricezione (33% perf), 54% in attacco.





Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2023 alle 08:19 sul giornale del 30 gennaio 2023 - 94 letture






qrcode