x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
articolo

Per dire basta alla violenza sulle donne Montegiorgio ha scelto la passeggiata tra natura ed arte lungo il sentiero Viarum

2' di lettura
618

di Marina Vita
fermo@vivere.it


Mentre Marco Ramadori di Viarum guidava il corteo, i relatori delle varie realtà sociali che hanno partecipato informavano su come denunciare, a chi rivolgersi per i traumi psicologici e come aiutare le donne che non hanno il coraggio di chiedere aiuto.

A Montegiorgio per dire Basta alla Violenza sulle Donne si è camminato. La Passeggiata a tema, alla quale hanno partecipato oltre 70 persone , Sindaco Ortenzi e assessori in testa, si è snodata lungo il percorso lungo Tenna denominato Viarum , dal nome dell’associazione che lo ha sistemato per renderlo accessibile . L’idea di celebrare la giornata è nata proprio da loro ed è stata subito sposata dal Comune e dall’assessore ai servizi sociali Giordana Bacalini. Apprezzata e quindi sposata anche da altre realtà associative locali che poi si sono aggregate. Come l’Avis, la Frates, la Misericordia, il Circolo Magnum, oltre il Tavolo della Legalità e la Commissione Pari opportunità della provincia di Fermo, l’Ambito sociale IX, La Cooperativa On The Road.

Il percorso ha toccato i siti del Vecchio Mulino fortificato di Montegiorgio, le Cascate del Sasso, i Cipressi Calvi e Villa Ilari, per poi concludersi con un lauto aperitivo preparato da una famiglia del posto. Il corteo dei partecipanti è stato guidato alla scoperta dell’ambiente dalla guida turistico naturalistica, nonché Presidente di Viarum, Marco Ramadori. Mentre sul tema della violenza si alternavano i relatori delle varie realtà fermane che informavano su come denunciare, a chi rivolgersi per i traumi psicologici e come aiutare le donne che non hanno il coraggio di chiedere aiuto. Insomma la donna è stata l'ovvio centro della passeggiata, e la Fratres ha voluto ricordare la loro Mirta , figura molto importante dell’associazione che tanto ha dato al territorio.

Ma non solo camminata tra la bellezza della natura disquisendo su una problematica che attanaglia e indigna per le centinaia di vittime che provoca. I partecipanti hanno vissuto anche la suggestione dell’arte, perché passeggiando si sono potute ammirare le opere della pittrice Milena Smerilli, in mostra lungo il viale dei Cipressi Calvi . Sito che ha dimostrato di prestarsi davvero bene a questo tipo di iniziative tanto da essere preso in considerazione per future esposizioni artistiche.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Fermo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereFermo oppure aggiungere il numero 351.8341319 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_fermo o cliccare su t.me/vivere_fermo.




Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2022 alle 19:21 sul giornale del 29 novembre 2022 - 618 letture






qrcode