x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Monte Urano: “il Natale… la storia più bella”, presentato il programma delle festività natalizie 2022

4' di lettura
1112

da Roberta Ripa

fermo@vivere.it


A partire dal 2 dicembre e fino al 6 gennaio, tanti gli eventi e le iniziative che allieteranno il periodo natalizio di adulti e bambini. Un programma vario, che spazia dalla cultura alla musica, dall’intrattenimento per i più piccoli alle iniziative per i commercianti.

“Abbiamo vissuto il Natale del terremoto, poi quello della pandemia, ora ci apprestiamo a vivere il Natale del caro energia”, scherza la sindaca di Monte Urano, Moira Canigola, aprendo la conferenza stampa di presentazione del programma del Natale 2022. Un programma natalizio a cui, nonostante le difficoltà del momento, il comune di Monte Urano non intende rinunciare e che, anche quest’anno, cercherà di allietare il periodo più magico dell’anno. Quello monturanese sarà un Natale all’insegna del risparmio energetico, naturale conseguenza del contesto economico attuale, e come sempre in collaborazione con le associazioni del territorio. “Da quasi 10 anni cerchiamo di abbattere i consumi energetici e di prestare attenzione all’ambiente e alle materie prime”, ha dichiarato la Canigola; “un aspetto a cui mai come quest’anno abbiamo cercato di prestare attenzione; quindi, a partire dalle luci, un allestimento a led a basso consumo energetico, ribadiamo l’attenzione della nostra amministrazione al risparmio energetico”.

“Il Natale… la storia più bella” è il titolo dato quest’anno alla programmazione natalizia. Una programmazione che, attraverso un’offerta semplice ma ricca e varia, punta a offrire momenti di spensieratezza alla cittadinanza, necessari in una situazione complicata come quella attuale. Si parte il 2 dicembre, con l’accensione delle luminarie natalizie in città. Sempre il 2, alle ore 18:00, verrà proiettato un documentario su Pierpaolo Pasolini, primo evento culturale in cartellone. La programmazione toccherà quindi varie aree di interesse e diverse fasce d’età. Per i commercianti, rinnovato l’appuntamento con “La vetrina più…”, il concorso fotografico che coinvolge le attività aderenti al progetto MUN Market e che premia la vetrina più bella, più simpatica e quella più social. “Un modo per far conoscere le realtà del territorio anche attraverso i social e per stimolare il commercio di prossimità”, spiega Barbara Sabbatini. I vincitori del concorso verranno premiati il 6 gennaio. Per i più piccoli, la Pro Loco propone un “Natale a misura di bambino, rivisitato anche negli spazi”, come spiega la Presidente, Lucia Gallucci. Riconfermato il villaggio di Babbo Natale, la casetta, i momenti della consegna della letterina, ma un ridimensionamento degli spazi e delle luminarie, in un’ottica di risparmio energetico in linea con quanto fatto dall’amministrazione. “Sarà una versione un po’ ridotta, ma cercheremo comunque di regalare tanti pomeriggi di divertimento ai più piccoli”, spiega la Gallucci. Ci sarà spazio anche per la musica, con uno degli appuntamenti storici del Natale monturanese, il concerto del Corpo bandistico, che si terrà il 23 dicembre presso la bocciofila di via Spagna; “offriremo alla cittadinanza il nostro vasto repertorio e avremo con noi anche un grande ospite, che per ora è top secret”, spiega Paolo Trotti, a nome del Corpo bandistico. Notevole anche l’offerta culturale per il periodo, illustrata dall’assessore alla cultura Loretta Morelli: “abbiamo pensato a una sezione letteraria-culturale all’interno del Natale monturanese. Tre i momenti chiave: l’inaugurazione del Piccolo Museo della Poesia, il 10 dicembre, e due incontri in collaborazione col Prof. Paolo Orsili dedicati a Dante Alighieri”. Il Piccolo Museo della Poesia, in particolare, è un’eccellenza monturanese nata dall’idea di Nanda Anibaldi, della Casa Museo Arnoldo Anibaldi. Si tratta di uno dei rari musei della poesia presenti in Italia e in Europa - il primo in Italia è a Piacenza - e presto aprirà le porte a Monte Urano presso la biblioteca gestita dai ragazzi dell’associazione Common Bubble. “Avremo raccolte poetiche italiane dalle laudes ai poeti del ‘900, ma anche opere straniere”, spiega la Anibaldi; “il nostro intento è quello di collaborare con le scuole affinché i ragazzi possano fruire di ciò che abbiamo, consultare e prendere in prestito le opere, avvicinandosi al mondo della poesia”. Per le scuole, infine, sarà un “Natale tra le note”, come spiega Alessia Iacopini, del consiglio comunale: dal 15 al 21 dicembre, si terranno i concerti degli alunni della primaria e della secondaria, mentre la scuola dell’infanzia festeggerà il Natale il 21 dicembre, con la “festa degli auguri”.



Questo è un articolo pubblicato il 26-11-2022 alle 15:05 sul giornale del 27 novembre 2022 - 1112 letture






qrcode