x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

La Fermana domina e torna alla vittoria, Misuraca gol 1-0

4' di lettura
876

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - Dopo dieci turni di digiuno i gialloblù riassaporano il successo in casa contro la Lucchese grazie al primo gol di Misuraca al termine di una gara dominata per 95'. Martedì già di nuovo in campo a Siena.

Avevamo pensato che questa Fermana si trova meglio a proprio agio con avversarie che non fanno dell'agonismo e del non gioco la loro arma vincente e così è stato almeno nella prima frazione di gioco, quando il possesso palla è stato tutto appannaggio dei canarini, ma anche nella ripresa, dopo una fase in cui la Lucchese ha provato a pareggiare, il finale è stato tutto dei gialloblù che hanno provato fino alla fine a chiuderla in anticipo per evitare i soliti guai degli ultimi minuti che questa volta non sono arrivati.

Con questa vittoria la squadra gialloblù fa un grosso passo avanti in classifica, sale a quota 14 punti, soprassa Montevarchi, Alessandria e Olbia e solo per lo scontro diretto con l'Imolese è ancora nella griglia play out, effetto di una classifica cortissima.
14 punti in 15 gare, 0,93 punti a partita, è una media generale ancora bassa per salvarsi, ma la Fermana delle ultime due gare ci è piaciuta sia come atteggiamento che maggiore concretezza in area e più attenzione in difesa, insomma una tendenza al progresso e al miglioramento si vede, ora come sempre servirà continuità, restano 23 partite da giocare.

Primo tempo praticamente dominato dalla Fermana. Bravo Stefano Protti che ha avuto l'umiltà di mettere in discussione le abitudini (di formazione) delle settimane precedenti, conferma Maggio nello schieramento iniziale togliendo di nuovo dalla formazione titolare Bunino (nonostante il bel gol di Pesaro che potrebbe ridargli fiducia) che non attraversa un periodo di forma e anziché essere utile alla squadra a volte rallenta l'azione di attacco dei gialloblù.
Ed è proprio dalle parti di Maggio che arrivano tutti i pericoli della prima frazione di gioco grazie alla sua imprevedibilità e alle repentine sterzate che fanno ricordare un po' Andrea Petrucci. Dal primo corner della gara, provocato proprio da un'azione di Maggio, battuto dallo stesso out sinistro di attacco dei canarini con una bella pennellata di Giandonato, arriva il gol del vantaggio di Misuraca (primo centro stagionale per lui) che salta prima e più in alto del suo diretto avversario al centro dell'aria piccola e devia di testa nel sacco a due passi dal portiere: 1-0.
L'esperto (32 anni) centrocampista siciliano torna alla segnatura personale dopo un anno e mezzo, ultimo centro nella stagione 2020/21 con la maglia del Pordenone contro la Salernitana.

Nel resto del primo tempo i padroni di casa restano in pieno controllo della partita, mentre la Lucchese non riesce ad imbastire neanche una vera azione di attacco e Borghetto, che oggi tra i pali Protti ha preferito a Nardi, è praticamente uno spettatore non pagante.

Nella ripresa la Lucchese gioca con più determinazione, la Fermana gli concede un po' campo ma Borghetto continua a non correre veri pericoli, anzi sono i rossoneri toscani a rischiare un po' sulle ripartenze gialloblù e sulle incursioni di Eleuteri, Pinzi e Fischnaller; negli ultimi minuti solo per un pelo gli undici di Protti non l'hanno chiusa in anticipo.

Neanche il tempo di esultare e di riprendere fiducia, che il campionato bussa alla porta di nuovo martedì sera, ore 21, con il turno infrasettimanale che vedrà la Fermana a Siena: il cammino verso la permanenza in serie C prosegue e, perché no, anche quello della ricerca della prima vittoria esterna.

FERMANA (4-3-3): Borghetto; Eleuteri, Parodi, Pellizzari, De Nuzzo (19’ st Carosso); Romeo (36’ st Spedalieri), Giandonato, Misuraca; Pinzi (19’at Scorza), Fischnaller, Maggio (41’ st Bunino). A disp. Vaccarezza, Nardi, Graziano, Cardinali, Diouane, Vessella, Lorenzoni, Grassi, Nannelli, Gkertsos, Ronci. Allenatore: Stefano Protti.

LUCCHESE (4-4-2): Cucchietti; Maddaloni (40’ st Merletti), Benassai, Bachini, Alagna (40’ st Semprini); Mastalli (20’ st D’Alena), Ferro (10’ st Rizzo Pinna), Visconti; Bruzzaniti; Romero (20’ st Bianchimano), Ravasio. A disp. Galletti, Semprini, Franco, D’Ancona, Catania, Pirola. Allenatore: Ivan Maraia.

ARBITRO: Mattia Ubaldi di Roma 1 (Pelosi, Sicurello, Vincenzo)

RETE: 20’ pt Misuraca

NOTE: ammoniti Maddaloni, De Nuzzo, Bruzzaniti, Eleuteri, Giandonato, Bachini, Merletti, Borghetto; angoli 4-1; recupero 0+6; settatori 1083 di cui 800 abbonati, incasso complessivo 4000 euro (rateo abbonati 2531,28 euro).

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2022/11/26/tra-fermana-e-lucchese-quale-rabbia-prevarr/2100315057/

https://www.viverefermo.it/2022/11/21/il-primo-ruggito-del-re-leone-fa-sperare-la-fermana/2100310858/

https://www.viverefermo.it/2022/11/19/fermana-a-pesaro-a-caccia-della-prima-vittoria-esterna-stagionale/2100309383/

https://www.viverefermo.it/2022/11/14/fermana-spuntata-lalessandria-ringrazia-per-la-gentilezza/2100305080/

https://www.viverefermo.it/2022/11/12/fermana-mister-protti-con-lalessandria-niente-scuse-possiamo-giocarcela-alla-pari/2100303844/

https://www.viverefermo.it/2022/11/06/fermana-il-bel-gioco-non-paga-ko-2-0-a-carrara/2100299173/

https://www.viverefermo.it/2022/10/30/la-fermana-regala-un-tempo-allimolese-che-ringrazia-1-2/2100293214/





Questo è un articolo pubblicato il 26-11-2022 alle 19:22 sul giornale del 27 novembre 2022 - 876 letture


Paolo Bartolomei




qrcode