Belmonte, Monteleone e Smerillo ambasciatori dei piccoli Borghi. I 3 Sindaci presenti all’assemblea Anci

2' di lettura 23/11/2022 - Bascioni, Fabiani e Vallesi hanno presto parte all’incontro che ogni anno l’Anci organizza insieme a tutti i Comuni d’Italia. L’edizione 2022 si sta svolgendo a Bergamo, presenti Sindaci da ogni Regione. “I nostri Borghi vanno ascoltati, perché sono fondamentali per lo sviluppo dell’Italia intera. Per noi Amministratori una giornata molto significativa. In questi incontri si instaurano contatti e collaborazioni con gli altri Comuni italiani”.

Essere presenti, far sentire la propria voce ed accendere i riflettori sull'entroterra fermano, quel territorio troppo spesso dimenticato. Questo è quello che hanno scelto di fare i Sindaci dei Comuni di Belmonte, Monteleone e Smerillo, pertecipando nella giornata di oggi alla consueta Assemblea Nazionale Anci.

Come ogni anno, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) organizza un incontro istituzionale dove Amministratori da tutta Italia, parlamentari e politici si confrontano, affrontando temi ed argomenti quanto mai attuali e rilevanti.

“Abbiamo scelto di essere qui per rappresentare tutti i piccoli Comuni troppo spesso dimenticati e che hanno bisogno di essere ascoltati – ci hanno spiegato i tre Sindaci di Belmone, Monteleone e Smerillo, Ivano Bascioni, Marco Fabiani e Antonio Vallesi – in particolar modo siamo qui per far sentire la voce ed il grido dei Borghi dell’entroterra fermano. Noi, da Sindaci ed allo stesso tempo da cittadini di queste piccole realtà, dobbiamo necessariamente sfruttare queste opportunità offerte dall’Anci per farci ascoltare”.

Un’Assemblea Nazionale di grande rilevanza politico-sociale: “Questo tipo di incontri ed iniziative sono di primaria importanza per creare contatti, costruire sinergie e collaborazioni con gli altri Amministratori italiani – sottolineano Bascioni, Fabiani a Vallesi a voce sola – I Borghi rappresentano più del 50% dei Comuni italiani e se sfruttati al meglio possono essere la leva dello sviluppo dell’intera Nazione”.

Confronto e ascolto per rilanciare l’entroterra e le piccole realtà: “Inutile girarci intorno, i Borghi fermani hanno bisogno di finanziamenti significativi e soprattutto serve una maggior tutela a livello sociale, potenziando i pochi servizi a nostra disposizione ed incrementandoli nel prossimo futuro – concludono i tre Sindaci – partecipare a queste giornate, aldilà del fatto che abbiamo affrontato il viaggio fino a Bergamo a nostre spese, è fondamentale per aprire un canale di comunicazione con i piani alti della politica ed allo stesso tempo confrontarsi con gli altri amministratori, individuando soluzioni nuove e crescendo anche come Sindaci”.












logoEV
logoEV