x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPORT
articolo

La Fermana regala un tempo all'Imolese che ringrazia: 1-2

5' di lettura
854

di Paolo Bartolomei
fermo@vivere.it


FERMO - I gialloblù dormono nel primo tempo, l'Imolese va in vantaggio 0-2 più che meritatamente. Nella ripresa una perla di Fischnaller riaccende la luce, nel finale è assedio ma non basta, termina 2-1 per i romagnoli, rimasti in dieci nel finale.

Inizia con la Fermana sostenuta dal solito gran tifo della Ovest.
Finisce con i tifosi che dopo il termine contestano per la prima volta in questo campionato la squadra, con un po' di fischi e i soliti cori “tirate fuori i c…”.

11° giornata di andata del campionato di serie C.
I gialloblù partono bene, spingono, da quando Protti schiera dal 1' Eleuteri (che poi si rivelerà il migliore, o forse il meno peggio, in campo), dalla destra arrivano cross come se piovesse ma i canarini si limitano ad un colpo di testa alto di Bunino e poco altro che non impensierisce Rossi.
Pian piano la Fermana sembra spegnersi mentre l'Imolese è sempre pronta a ripartire, i rossoblù hanno gamba, aveva ragione Protti alla vigilia, i due esterni di centrocampo ospiti corrono avanti e indietro e trasformano in un baleno la squadra arrivando pericolosamente in area avversaria: i due gol imolesi con cui si va al riposo sono la prevedibile conclusione.
Nella ripresa, nel buio più totale, Fischnaller ha tirato fuori un eurogol che ha riacceso la luce ma non è stato sufficiente, e neanche con la superiorità numerica nell'ultima mezz'ora scarsa la Fermana è mai riuscita a rendersi pericolosa, salvo un'occasione per Scorza proprio sul gong. Troppo poco.

Non c'è che dire: l'allenatore dell'Imolese Antonioli aveva preparato benissimo la partita, non voleva fare brutta figura in quello che è stato il suo stadio per quasi un anno (la sua gestione fu interrotta dal lockdown del covid e riprese per un breve periodo l'anno dopo) e ci è riuscito perfettamente, conquistando la prima vittoria esterna di questo campionato dopo tre pesanti sconfitte e due pareggi.
Per Protti e la Fermana invece è la seconda sconfitta interna e quarta in campionato.
Unica notizia positiva per i canarini: il terzo gol consecutivo in tre partite di Fischnaller, uno più bello dell'altro.

Una possibile spiegazione del calo delle ultime settimane (conquistati solo due punti nelle ultime cinque partite): la mancanza di una vera preparazione estiva (la Fermana è stata allestita in corsa, in ritardo, e quasi tutta negli ultimi giorni di precampionato) mentre gli avversari, che la preparazione l'hanno fatta completa, dopo un inizio a rilento ora stanno sciogliendo i muscoli ed emergono i veri valori.

CRONACA - La partita si sblocca alla mezz'ora esatta, alla prima vera azione di attacco l'Imolese passa, contropiede innescato dal veloce stantuffo Cerretti che cede palla e corre in area a proporsi, cross da destra di Zagnoni, la difesa gialloblù respinge ma al limite dell'area sbuca, pronto e libero da qualsiasi opposizione, Zannini, che con un tiro preciso in diagonale insacca verso il sette opposto: 0-1 e per i romagnoli è il secondo gol siglato fuori casa in questa stagione.
La Fermana non ha neanche il tempo di riordinare le idee che al 36' arriva il raddoppio ospite da corner, Fonseca, anche lui lasciato solo, con un tiro forte, preciso e ravvicinato, ma questa volta centrale, intercetta il cross e insacca sotto la traversa con la palla che sembra passare tra le mani di Nardi: 0-2. Due chiari errori difensivi di reparto pagati a caro prezzo, perché anche una compagine come l'Imolese che fuori casa finora aveva siglato solo un gol è stata capace di approfittarne subito. I canarini finora, in casa, non avevano mai subito più di un gol a partita. Gialloblù lenti, con poca grinta, leziosi, mai in superiorità numerica sull'avversario.

La ripresa inizia con lo stesso copione della prima frazione: Fermana macchinosa e prevedibile in fase di impostazione, imprecisa in attacco e confusionaria in difesa e rischia di subire il terzo gol.
A riaccendere la luce ci pensa Fischnaller che al 14', da poco fuori l'area, dal suo piede sinistro fa partire un tiro al volo che dopo una parabola si insacca nel sette, un gol da serie A, scommettiamo di vederlo lunedì sera nella rubrica dei gol più belli della trasmissione C Siamo di Rai Sport.
1-2 la Fermana accorcia (foto di copertina).

Il gol di Fischnaller ridà coraggio alla squadra canarina che ritrova la grinta, le azioni di attacco diventano più concrete, al 26' l'Imolese resta in dieci per l'espulsione diretta di Zannini per un fallo a palla lontana. Il match, che fino al 2-1 scorreva con un clima quasi da amichevole, si innervosisce, ma si prosegue più con mischie che con belle azioni fino al 43' quando su un bel cross da destra, questa volta di Tulissi, Scorza con un colpo di testa va vicinissimo alla segnatura.
Nei minuti finali è assedio, sebbene confuso, alla porta di Rossi ma è troppo tardi e per la Fermana arriva la seconda sconfitta interna e per l'Imolese la prima vittoria esterna.

La Fermana entra in griglia play out, a soli 3 punti dalla coda, e domenica prossima andrà a casa della Carrarese, formazione in piena zona play off e che oggi ha vinto a Rimini.


FERMANA (4-3-3): Nardi; Eleuteri (39’ st Romeo), Parodi, Pellizzari, Carosso (39’ st Spedalieri); Graziano (30’ st Tulissi), Giandonato, Scorza; Pinzi (19’ st Maggio), Bunino (39’ st Misuraca), Fischnaller. A disp. Borghetto, Luciani, De Nuzzo,Diouane, Vessella, Lorenzoni, Grassi, Onesti, Nannelli, Gkertsos. All: Stefano Protti.
IMOLESE (3-4-2-1): Rossi; Zagnoni, Fort, Eguelfi; Cerretti, Castellano (41’ st Faggi), Zanini, Agyemang; Stijepovic (27’ st Scremin), Annan (16’ st Zanon); Fonseca (16’ st Pagliuca). A disp. Adorni, Molla, De Vito, Rocchi, Manfredonia, Milani, Selleri. All: Mauro Antonioli.
ARBITRO: Emanuele Frascaro di Firenze; ass. Marco Giudice di Frosinone e Alessandro Marchese di Napoli; quarto ufficiale di gara Domenico Leone di Barletta.
RETI: 30’ pt Zanini, 36’ pt Fonseca, 14’ st Fischnaller
NOTE: espulsione diretta per Zanini al 26’ st; ammoniti Cerretti, Fonseca, Pellizzari, Annan, Scorza, Giandonato, Parodi; angoli 2-6; recupero 1+5; spettatori 1.154 di cui 800 abbonati, incasso complessivo 4600 euro (rateo abbonati 2531,28 euro)

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2022/10/28/fermana-mister-protti-mette-in-guardia-imolese-da-non-sottovalutare/2100291391/

https://www.viverefermo.it/2022/10/24/la-fermana-sfiora-la-prima-vittoria-esterna-rimini-pareggia-nel-recupero/2100287858/

https://www.viverefermo.it/2022/10/20/fermana-la-voglia-non-basta-e-il-san-donato-in-dieci-strappa-il-pari/2100284931/

https://www.viverefermo.it/2022/10/17/ad-ancona-la-fermana-in-dieci-per-tutto-il-derby-si-arrende-solo-al-94/2100281937/

https://www.viverefermo.it/2022/10/16/al-del-conero-derby-ancona-e-fermana-a-caccia-di-vittoria/2100281436/

https://www.viverefermo.it/2022/10/14/per-lex-ascoli-scorza-il-derby-doppio-fermana-ad-ancona-senza-paura/2100279749/

https://www.viverefermo.it/2022/10/10/troppo-forte-lentella-per-la-fermana-prima-sconfitta-interna/2100276059/



Questo è un articolo pubblicato il 29-10-2022 alle 19:37 sul giornale del 30 ottobre 2022 - 854 letture


Paolo Bartolomei




qrcode