x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Fermo: Italia Code to Code chiama, l’ITET “Carducci-Galilei” risponde

3' di lettura
194

E’ partita dall’ITET “Carducci-Galilei” di Fermo la staffetta di coding che coinvolgerà più di 60 scuole d’Italia in occasione della settimana europea del codice.

Questa mattina gli alunni del 2B indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing dell’ITET “Carducci-Galilei” di Fermo capitanati dalla Dirigente Scolastica, prof.ssa Cristina Corradini, hanno avuto l’onore di lanciare l’Italia CodetoCode, un’iniziativa nazionale che mira a portare la programmazione e l’alfabetizzazione digitale a tutti, in modo divertente e coinvolgente. L’iniziativa delle Équipe Formative Territoriali consiste in una maratona di codice di programmazione che si svilupperà per tutta la penisola dal 10 ottobre al 21 ottobre. La sfida per le scuole coinvolte consiste nel raccontare la bellezza del proprio territorio attraverso la programmazione, scrivendo, quindi, istruzioni, attraverso vari linguaggi (unplugged, visuale, testuale) che andranno ad incrementare un contatore nazionale di linee di codice della CodeWeek.

L’attività svolta dalla classe del noto Istituto fermano coinvolto, animata dal membro dell’EFT

Marche prof. Gianni Monti e dalla Funzione Strumentale orientamento prof.ssa Roberta D’Amore, entrambi docenti dell’Istituto, ha visto gli studenti impegnati nella modellazione 3D del rosone della Cattedrale di Santa Maria Assunta di Fermo attraverso la programmazione visuale a blocchi. Dopo aver scattato una serie di foto al rosone del Duomo, gli studenti hanno messo in moto la loro capacità di astrazione semplificando l’immagine in forme geometriche di base (piene e vuote). Usando un applicativo di modellazione 3D gratuito, basato sulla geometria solida costruttiva, è stata ricostruita la complessa forma del rosone attraverso la programmazione a blocchi di forme geometriche primitive, contribuendo così, con le 960 righe di codice utilizzate, a incrementare il contatore nazionale della CodeWeek.

Ultimato il prototipo a video, gli alunni si sono dedicati anche alla stampa 3D dell’artefatto e alla presentazione alle altre classi italiane partecipanti all’evento, attraverso la proiezione del rosone in realtà aumentata .Alla fine dell’attività i ragazzi si sono collegati con un'altra scuola per consegnare in maniera virtuale il testimone della staffetta, ricevuto direttamente dall’ufficio innovazione per il PNRR del Ministero dell’Istruzione.

L’iniziativa si colloca in un piano d’azione che ben esprime l’identità innovativa dell’ITET

“ Carducci -Galilei” che da sempre persegue obiettivi come: la promozione di carriere in ambito “STEM” (Science, Technology, Engineering,Maths), la valorizzazione del rapporto tra scuola e lavoro, il coinvolgimento degli studenti come leva di digitalizzazione delle imprese e come traino per le vocazioni dei territori, la promozione della creatività e dell’imprenditorialità, il protagonismo degli studenti nel quadro della valorizzazione delle competenze chiave e per la vita all’interno dei curricola scolastici.

Imparare a programmare aiuta a dare un senso al mondo che cambia rapidamente, ad ampliare la comprensione di come funziona la tecnologia e a sviluppare abilità e capacità al fine di esplorare e sperimentare nuove idee.

Non c’è quindi da stupirsi se il motto “Uniti verso il futuro” contraddistingue dal suo nascere questo Istituto, che ha avuto l'onore di dare il via alla staffetta nazionale proprio da uno degli ambienti di apprendimento più innovativi di recente realizzati, a supporto delle attività degli studenti.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-10-2022 alle 22:38 sul giornale del 15 ottobre 2022 - 194 letture






qrcode