x

SEI IN > VIVERE FERMO > CULTURA
articolo

Casette d’Ete: stasera al via “Trasform-azioni - Periferie al centro”, ospite Giorgia Soleri

2' di lettura
766

da Roberta Ripa

fermo@vivere.it


Stasera il primo appuntamento della rassegna di incontri con scrittori, artisti e intellettuali all’Auditorium Della Valle. Ospite della serata Giorgia Soleri, che presenterà la raccolta poetica “La signorina Nessuno”.

Prende il via stasera un importante progetto culturale, nato dalla collaborazione tra la cooperativa sociale EraFutura, ente che si occupa della gestione del Centro Giovanile di Casette d’Ete e di tutte le sue attività, e la book blogger e scrittrice Giulia Ciarapica. L’idea è quella di dare vita a una rassegna di incontri con protagonisti scrittori, scrittrici, artisti e intellettuali, da svolgersi interamente all’Auditorium Della Valle. Come recita il titolo dato al progetto, “Trasform-azioni - Periferie al centro”, l’intento primario è quello di portare le ‘periferie al centro’: lo spirito che anima la rassegna è proprio quello di dimostrare come le aree periferiche possano essere spazi di cambiamento e possano costituire luoghi di incontro e crescita, in cui avere la possibilità di conoscere punti di vista differenti. Non solo i centri cittadini come luoghi di cultura: anche le località più periferiche possono portare “trasformazione”.

La prima autrice che prenderà parte alla rassegna, che proseguirà nei prossimi mesi, con incontri annunciati di volta in volta dall’organizzazione, è la giovane modella, influencer e attivista Giorgia Soleri, nota al grande pubblico anche per la relazione con il frontman dei Maneskin e per le sue battaglie per sdoganare il tabù sulla malattia di cui soffre. Nell’ambito del tour di presentazione del volume che la sta portando in tutta Italia, la Soleri presenterà all’Auditorium Della Valle, alle ore 21:15, il suo volume di poesie dal titolo "La signorina Nessuno" (Vallardi A.). La raccolta esprime la fatica di vivere entro i confini del proprio corpo, le battaglie quotidiane, la perdita e il dolore. Proprio il dolore è uno dei temi su cui si fonda il libro, che è arricchito dalle illustrazioni di Emma Passarella; dolore che prende le forme di tutte le problematiche che tormentano i giovani di oggi: autolesionismo, anoressia, suicidio, aborto. "Scrivere del dolore è un modo per esprimerlo in una società che ci vuole iperproduttivi ed ha perso la capacità di metabolizzarlo”, aveva dichiarato la Soleri in un’intervista all’Ansa. Il volume raccoglie poesie scritte nel 2016 (le più vecchie), e soprattutto nel periodo tra il 2017 e il 2019. A dialogare con Giulia Soleri, sul palco dell’Auditorium, la scrittrice Giulia Ciarapica, che ha da poco pubblicato il suo secondo romanzo e concluso con successo la IV edizione del festival letterario “Libri a 180°”.






Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2022 alle 11:07 sul giornale del 15 ottobre 2022 - 766 letture






qrcode