x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Monte Urano: AVIS e sport, un connubio perfetto: successo per il 1° Torneo di Padel organizzato dall’associazione cittadina

3' di lettura
1236

da Roberta Ripa

fermo@vivere.it


L’8 e il 9 ottobre si è svolto il 1° torneo AVIS Padel Cup, organizzato dall’AVIS cittadina in collaborazione con il Circolo Tennis Monte Urano. Obiettivo principale della manifestazione, promuovere l’attitudine a donare e aumentare il numero di iscritti all’AVIS, facendo leva soprattutto sul connubio vincente tra attività sportiva e donazione.

Sabato 8 e domenica 9 ottobre, il Circolo Tennis Monte Urano ha ospitato il 1° Torneo AVIS Monte Urano Padel Cup. Ben 24 le squadre iscritte, tanti premi in palio, un’ospite di fama nazionale, per una due giorni intensa in cui a essere protagonista, oltre allo sport, è stata la solidarietà. Il torneo nasce infatti per iniziativa dell’AVIS Monte Urano con l’intento di sensibilizzare la cittadinanza sul tema delle donazioni, incrementando il numero di (possibili) donatori. “La scelta di organizzare un torneo di padel”, spiega la Presidente dell’AVIS Monte Urano, Simona Tomassetti, “è stata dettata dalla consapevolezza che questa disciplina è, oggi, tra quelle più in voga tra i giovani: sarebbe stata quindi un’occasione perfetta per parlare a una platea ampia, facendoci conoscere come associazione e sensibilizzando alla donazione. Gli sportivi, inoltre, rappresentano il profilo ideale del donatore, in quanto godono di buona salute, quindi costituiscono il nostro target perfetto”. Lanciata l’iniziativa, l’AVIS ha subito raccolto il sostegno di enti pubblici e privati, attività e singoli cittadini: dal Circolo Tennis Monte Urano-Padel MU, che ha messo a disposizione la propria struttura e tutte le attrezzature; all’Amministrazione Comunale, che ha patrocinato l’iniziativa e messo a disposizione i mezzi di primo soccorso per l’intera durata della manifestazione; alle tante attività cittadine che hanno contribuito sponsorizzando la manifestazione, fornendo i premi per i vincitori nonché il Food & Beverage per l’evento (tra gli altri: Birrificio Styles, Supermarket Queen, studio fotografico Photogram, Sorelle Sisti, Quota CS, e molti altri).

Oltre a regalare a Monte Urano un piacevole momento di sport, il torneo ha portato all’AVIS cittadina quattro nuovi iscritti, di cui due diciottenni: un segno che l’opera di sensibilizzazione svolta dai volontari ha dato i suoi frutti. “Siamo davvero felici che due dei nuovi iscritti siano diciottenni, segno che il nostro messaggio è passato anche alle giovani generazioni, quelle che più hanno bisogno di sviluppare una cultura del dono”, sottolinea la Presidente Tomassetti; “abbiamo voluto poi trasmettere anche un altro messaggio, quello del connubio vincente tra sport e donazione: chi fa sport gode di buona salute e potrà quindi donare senza problemi, un incentivo in più, per i tanti giovani che praticano sport, a donare”.

Il torneo ha visto la partecipazione anche di un’ospite speciale, la campionessa italiana dei sordi di padel nonché istruttrice di II livello, Cristina Abrami. La giovane campionessa marchigiana ha accettato di buon grado l’invito dell’AVIS, facendo scambi con alcuni dei partecipanti, con alcuni giovanissimi sportivi, e giocando anche un intero match nella giornata di domenica. “La presenza di Cristina ci ha ricordato l’importanza dell’inclusione e quella del dono: mettendoci disposizione le sue competenze, ci ha ricordato l’importanza del dono, da considerare a 360 gradi”, ricorda Simona Tomassetti. Presente, in qualità di ospiti, anche i rappresentanti dell’AVIS provinciale e regionale e una rappresentanza dell’ADMO, impegnata a sensibilizzare sull’importanza della donazione del midollo osseo.






Questo è un articolo pubblicato il 12-10-2022 alle 14:24 sul giornale del 13 ottobre 2022 - 1236 letture






qrcode