Fermo: Unipop propone "Ottobre in famiglia", un mese per celebrare la memoria

4' di lettura 03/10/2022 - Ottobre in famiglia è una manifestazione a cura di Unipop, Università Popolare di Fermo con il sostegno dell’assessorato alla cultura e alle politiche sociali del Comune di Fermo. Numerose le associazioni che hanno lavorato in sinergia per realizzare un programma tanto ricco ed interessante.

Secondo l’assessore Micol Lanzidei, iniziative come questa – che vuole fissare i ricordi per poi tramandarli – vanno sostenute. È fondamentale tradurre i ricordi in biografie familiari o in qualsiasi altra forma che possa permanere questa memoria: “Tutto ciò che siamo ha avuto origine in famiglia, nella nostra famiglia e nelle tante famiglie umane che incontriamo nella vita. Quella in cui siamo nati è la più importante, lì abbiamo imparato a parlare, giocare, ascoltare storie e imparare. La famiglia è una palestra educativa”.

La manifestazione occuperà tutto il mese di ottobre, dal 5 al 30. Il Presidente dell’Unipop Ettore Fedeli ringrazia l’amministrazione comunale e soprattutto Rossella Bracalente, che ha ideato la manifestazione. Autrice del libro “Storia familiare – Le fotografie raccontano”, Bracalente vuole dedicare questa iniziativa a tutti coloro che sono interessati a conoscere le proprie radici. Al centro del progetto, le fotografie, fondamentali nella ricostruzione del proprio albero genealogico. Infatti, durante i giorni della manifestazione sarà possibile visitare due mostre fotografiche allestite nella Sala della Colonna di Palazzo dei Priori. I visitatori si ritroveranno ad ammirare ritratti antichi di famiglie, come le “Foto d’epoca di famiglie fermane” di Cristina Donati.

Ettore Fedeli, Presidente di Unipop, ci tiene a raccontare l’esperienza ad Anghiari dove si è recato insieme a Teresa Berdini e Marinella Corallini per presentare il progetto fermano. Il successo è stato palpabile: il sindaco di Anghiari ne è rimasto così incuriosito che si è dimostrato interessato a venire a Fermo. Ed ecco che “Ottobre in famiglia” è patrocinata dalla Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (LUA), oltre al prezioso appoggio dall’Associazione “Fermo città dell’Apprendimento” (Learning City UNESCO).

Nel contesto del Festival Nazionale dell’Autobiografia di Anghiari, tra l’altro, Teresa Berdini ha ricevuto un premio per il suo lavoro su Torre di Palme: “Il merito è sia dell’amore che esprime il mio borgo, con la storia di Antonio e Laurina, sia dell’amore per la scrittura, appena sbocciato per me” dichiara.

Interessante è la scelta dell’immagine per l’evento. Andrea Gentili ha studiato la grafica per questa iniziativa: si tratta di un albero, simbolo che già appare nel logo di UNIPOP. L’immagine scelta crea un collegamento tra l’albero della vita e un albero autunnale: le foglie cadenti rimandano alla caducità della memoria.

L’apertura di “Ottobre in famiglia” è prevista mercoledì 5 ottobre alle ore 17.30, con gli interventi di Paolo Calcinaro, Ettore Fedeli e Carlotta De Filippo, in rappresentanza del Circolo Scrittura e Cultura Autobiografica della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari. Nella stessa occasione, interverrà Sandro Mongardini. Riflettendo sul paragone di Eric Berne – “La famiglia è un fiore delicato” – Mongardini afferma: “Dalle foto nasce un racconto magnetico sulla storia di una famiglia”.

Ma il festival coinvolge tutte le arti. Massimiliano Berdini, dell’Associazione Ex Allievi del Preziotti è felice di accompagnare Unipop in questo viaggio: “Anche noi possiamo contribuire con delle immagini, e non solo fotografiche ma anche pittoriche. Il nostro archivio contiene dei ritratti di personaggi fermani e alcune sculture che rappresentano studenti degli anni ’70 e ‘80”. E poi ci saranno delle attività proposte della Biblioteca Civica di Fermo, che – come spiega Luca Berdini – conserva testimonianze di famiglie fermane e documenti su tutta la comunità. “Coi bambini realizzeremo un album con le foto di famiglia. Non si tratta solo di memoria, ma di ricreare la propria identità culturale”.

Oronzo Mauro presenterà nella giornata del 14 ottobre “Archivi delle famiglie. L’esperienza di Montefiore dell’Aso”, una raccolta che contiene le foto di ben 130 famiglie di qualsiasi provenienza geografica. L’11 ottobre sarà la giornata di Anna Maria Bernardini, che presenterà i racconti popolari raccolti sin dal 1800, vere e proprie testimonianze dell’evoluzione della storia marchigiana.

Parteciperà alla manifestazione anche Marilena Serio, psicoterapeuta e volontaria del Consultorio Famiglia nuova, che il 19 ottobre parlerà del genogramma, uno strumento teorico-grafico che aiuta il soggetto a prendere contatto con le tre generazioni precedenti.

Per il mese di ottobre, insomma, Unipop propone un programma ricco ed entusiasmante per sottolineare l’importanza della memoria, perché “raccontare significare fare un’operazione sociale”, per citare le parole di Fedeli. Evento extra il 31 ottobre: Alessandro Portelli, uno dei principali teorici di storia orale, inaugurerà la Scuola Jack London di scrittura e fotografia.








Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2022 alle 17:34 sul giornale del 04 ottobre 2022 - 390 letture

In questo articolo si parla di attualità, fotografia, fermo, ottobre, memoria, articolo, Silvia Cotechini, biblioteca civica, unipop

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dtqK