Montottone: “Impara L' Arte”, Un’ Associazione da scoprire

4' di lettura 20/09/2022 - Nello splendido borgo di Montottone, nel cuore dell’entroterra fermano, due artiste, Angela Sebastiani ed Anna Bozzi, hanno deciso di creare uno spazio culturale in cui l’arte, in tutte le sue più varie forme, fosse protagonista assoluta.

“L'associazione "Impara l'Arte", nasce dal desiderio di un gruppo di persone di non arrendersi alla graduale scomparsa della creatività, della quale riconoscono il grande valore, grazie anche all'ambiente in cui sono cresciute.
Infatti, il motto di Montottone è "Storia, Arte e Colli ameni" perché in questo paese, si è sempre dato molto credito ai vari e differenti linguaggi artistici.
Da qualche anno, si sta perdendo questo valore e stanno scomparendo le grandi botteghe artigianali che ci contraddistinguevano-spiega Angela Sebastiani- vasai, ceramisti, ramai, fabbri e falegnami hanno raggiunto una venerabile età ed i pittori e gli scultori storici, alcuni dei quali maestri elementari, che hanno lasciato nei loro alunni il piacere della matita e del pennello, non ci sono più, sono rimasti solo pochi allievi.
Così, prima che i depositari della creatività, perdano la possibilità di trasmettere le loro competenze, è propizio, anzi necessario, offrire l’opportunità di un incontro generazionale tramite corsi ed eventi che possano suscitare nelle nuove generazioni, e non solo, il desiderio di fare del talento personale un punto di forza che può trasformarsi anche in un’occupazione molto gratificante.
Una volta si diceva: "Impara l'Arte e mettila da parte", nella piena consapevolezza della grande utilità di questa acquisizione, non semplicemente dal punto di vista pratico, ma anche culturale.”
In questo difficile momento storico stiamo assistendo a gravi forme di genocidio culturale che mirano ad abbrutirci, ma chi ha caro il valore dell'arte non può arrendersi-racconta Anna Bozzi, Presidente dell’Associazione, “Impara L’Arte”, anche per questo motivo, dopo due anni di avvilimento pandemico, abbiamo deciso di ripartire chiedendo la collaborazione della pittrice Angela Sebastiani, che vive e lavora qui a Montottone.
Con prontezza si è prestata a dare vita ad un evento che in paese, e in quelli limitrofi, sta riscuotendo un grande successo grazie alla varietà di artisti che stanno comunicando le importanti tematiche che sono alla base delle loro mostre.
Questo evento si chiama "Arte in vetrina", ogni 20 giorni circa, facciamo una mostra personale che può essere ammirata dalla vetrina dell'associazione, aperta sull'intima Piazza Roma, una piazza che si presta a trasformarsi in un vero e proprio salotto di questo paese, dove speriamo si incontrino sempre più persone già interessate all'arte, ma anche, quelle che ne saranno attratte e coinvolte fino ad avere una maggiore confidenza con essa”.
Un appuntamento che sta diventando centrale all’interno dell’Associazione, con tanti artisti del territorio fermano e non solo, che si susseguono in questo spazio espositivo, messo a disposizione dell’arte, in cui ognuno ha l’opportunità di poter incontrare gli artisti, durante i vari vernissage e ammirare le loro opere.
"Affinché l'arte incida davvero sulla vita di ciascuno e, parafrasando Pablo Picasso, sia un mezzo capace di spazzare la nostra anima dalla polvere della quotidianità, credo che si debba permettere a tutti di goderne anche in solitaria e nei momenti più inconsueti.
“È quindi molto importante consentire alle persone di scegliere come e quando porsi davanti alla vetrina dell'associazione, per ammirare e meditare sul lavoro degli artisti che hanno aderito all'evento.
A tal fine ritengo che sia un bene far uscire la creatività dai luoghi convenzionalmente ad essa deputati, affinché entri all'interno di una sfera pubblica più accessibile, più dinamica ed economicamente poco dispendiosa. Si tratta di aiutare l'arte a trasformarsi in un osservatorio libero, che possa espandersi più agevolmente sia nel tessuto sociale che individuale.
Questo per me significa favorire la sua entrata nel quotidiano, questo significa rompere delle abitudini poco costruttive, per crearne delle nuove, sicuramente positive, osservando l'interiorità dell’altro, che si è palesata attraverso le opere artistiche, si diventa più propensi a guardare anche alla propria interiorità, spesso abbattuta e schiacciata dalle crescenti problematiche sociali di cui facciamo esperienza.
In tal modo l'arte ci consente di ritrovare noi stessi e di ricordare ciò che siamo. Senza la pittura, la scultura, la letteratura, la poesia, la musica... senza l'arte, non potrebbe esserci una completa nozione di umanità-conclude Angela Sebastiani.
Un’Associazione, che si pone come realtà condivisa, in cui la cultura abbandona il suo ruolo di “nicchia”,divenendo fruibile ed accessibile a tutti; un luogo in cui arte e cultura camminano di pari passo, offrendo eventi di grande spessore artistico.
Il Prossimo appuntamento con “Arte in Vetrina”, è stato posticipato a sabato 24 Settembre, alle ore 18:00, presso Piazza Roma, con la presentazione della mostra “Storie”, dell’artista Milena Smerilli.








Questo è un articolo pubblicato il 20-09-2022 alle 15:20 sul giornale del 21 settembre 2022 - 1059 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Barbara Palombi, arte, mostre, vernissage, pittori, scultori, comune di Montottone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dqWX





logoEV