Casabianca: ripristinata la duna spiaggia-fascia verde

2' di lettura 10/09/2022 - FERMO - Richiusi tutti i varchi aperti ad agosto per il concerto di Jovanotti. Già previsto rifacimento integrale del manto erboso della fascia verde e dell'impianto automatico di irrigazione con la realizzazione di un terzo pozzo artesiano, ma si attende l'OK del Consorzio Idrico che deve compartecipare ai costi dopo lo scavo per il collettore fognario.

Nei giorni scorsi è stata completata la risistemazione della duna che divide la spiaggia dalla fascia verde di Casabianca, proteggendo quest'ultima. Sono stati richiusi tutti i varchi aperti ad agosto per per permettere il passaggio, per ben 12 giorni, dei mezzi che allestivano l'area del Jova Beach party, e risistemati i varchi già esistenti in precedenza che erano stati allargati con la conseguente scopertura delle radici delle tamerici.

Il Comune di Fermo ha già messo in programma il rifacimento totale del manto erboso della fascia verde, e in contemporanea dovrà essere ricostruito, perché oggi è rotto, l'impianto di irrigazione automatico, installato una quindicina di anni fa dall'Amministrazione del sindaco Di Ruscio. Oltre alla sua ricostruzione è previsto anche un potenziamento con la realizzazione di un nuovo pozzo artesiano che si aggiungerà ai due esistenti da più di cinquanta anni, ciò consentirà un funzionamento più intenso dell'impianto di irrigazione.

In merito ai tempi di rifacimento della fascia verde e impianto di irrigazione, non è ancora stato deciso se avverrà questa invernata o la prossima 2023-24. Il motivo lo spiega il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro.

«Dobbiamo chiudere la partita con il CIIP (Consorzio Idrico, ndr) che deve compartecipare nei costi perché il ripristino del manto erboso fatto da loro lo scorso anno, dopo lo scavo per la realizzazione del nuovo collettore fognario (vedi foto in basso, ndr), non ha attecchito. Lo stato attuale purtroppo c'è - prosegue il sindaco - da quando sono stati eseguiti i lavori di spostamento della condotta fognaria dal depuratore di Lido-San Michele a quello del basso Tenna (Porto Sant'Elpidio vicino al casello A14, ndr), condotta che è stata fatta passare proprio lungo la fascia verde di Casabianca, e la porzione di prato che soffre maggiormente è proprio quella dove è stata impiantata la conduttura».

Da valutare, nel caso in cui manto erboso e impianto di irrigazione siano ricostruiti prima della prossima estate, una possibile soluzione che permetta ai mezzi del concerto di Jovanotti, che si dovrebbe tenere di nuovo a Casabianca tra un anno, di accedere alla spiaggia senza più attraversare la fascia verde. Forse ci sarà uno spostamento verso nord (Riva del Pescatore) dove la strada torna a costeggiare la spiaggia?

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2022/08/13/paolo-nicolai-ripristinare-la-fascia-verde-di-casabianca-dopo-jovanotti/2100236896/

https://www.viverefermo.it/2022/01/27/calcinaro-sul-litorale-nord-nuova-ciclabile-a-lido-di-fermo-fascia-verde-jova-beach-party-i-fratini-e-le-dune/1124160/

https://www.viverefermo.it/2022/07/31/non-si-arresta-la-polemica-che-ruota-attorno-al-jova-beach-party-manifestazione-pacifica-per-protestare-contro-il-maxi-evento/2100228845/

https://www.viverefermo.it/2022/07/28/tag-costa-mare-le-ruspe-sono-entrate-a-casabianca-non-siamo-contrari-al-concerto-vogliamo-sia-fatto-in-altro-luogo/2100225830/






Paolo Bartolomei


Questo è un articolo pubblicato il 10-09-2022 alle 14:48 sul giornale del 11 settembre 2022 - 508 letture

In questo articolo si parla di attualità, paolo bartolomei, articolo, fascia verde casabianca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/do10





logoEV
logoEV
logoEV