MArCHESTORIE 2022: presentati tutti gli eventi della Provincia di Fermo

8' di lettura 31/08/2022 - MArCHESTORIE offre l'occasione imperdibile di scoprire la storia del nostro territorio. Una conferenza unica per tutta la provincia. Tutti i programmi dei 18 comuni partecipanti.

Michele Ortenzi, Presidente della Provincia di Fermo, accoglie, insieme alla consigliera Pisana Liberati, i 18 rappresentanti dei comuni che parteciperanno a MArCHESTORIE 2022. Si tratta di un festival (sotto la direzione artistica di Pino Insegno e Paolo Notari) che vuole raccontare le Marche attraverso i suoi borghi, i panorami, i sapori e soprattutto le storie. “La provincia di Fermo è piccola solo geograficamente – dice Liberati – In realtà, a livello di cultura e storia non invidia nessun’altra provincia. Le nostre storie sono uniche e tutte di altissimo livello. L’intento della Provincia è quello di essere una “casa” per tutti i comuni, vogliamo valorizzare le nostre eccellenze del territorio”. La conferenza di oggi è stata pensata partendo da questa ideologia: “Abbiamo deciso di sostituire le singole conferenze con una conferenza unica su tutto il programma della provincia, per raccontare insieme il nostro territorio – spiega Ortenzi – sono davvero felice che tutti e 18 i sindaci hanno partecipato, anche quelli che avevano già organizzato la conferenza”.

Intorno al Presidente nella Sala Consigliare della Provincia di Fermo, si sono infatti seduti i sindaci, assessori e rappresentanti dei comuni protagonisti, insieme ai direttori artistici dei progetti.

Ecco le varie iniziative dei comuni, elencati in ordine alfabetico:

Altidona (2, 3, 4 settembre)

La Sindaca è orgogliosa di presentare il ricco programma di questo fine settimana. L’evento più importante è la rappresentazione teatrale a cura di Luca Vagnoni (Compagnia teatrale Rattatù) incentrata sul vernacolo e su un fatto storico realmente accaduto: una diatriba tra coloni nel 1873. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/altidona-2022/

Amandola (16,17,18 settembre)

Spettacolo principale “Il filo di Amandola”. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/amandola-2022/

Servigliano, Belmonte Piceno, Monteleone di Fermo, Smerillo (2,3,4 settembre)

Rappresentati dal Sindaco di Servigliano Marco Rotoni, questi comuni hanno deciso di unirsi per presentare un unico progetto in collaborazione. Spiega Paola Giorgi, direttrice artistica: “Servigliano parte dal riconoscimento della “Casa della memoria” come monumento nazionale. Lo spettacolo principale “D’amore e profuganza” scritto da Cesare Catà nasce dal ritrovamento di un articolo di giornale che racconta la vita di Ileana Sviben, attrice profuga nel Campo di Servigliano dal 1950 al 1952. Seguiranno altre rappresentazioni, escursioni nei boschi di Smerillo e cibo “indimenticabile”, proposto dagli esercizi pubblici. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/servigliano-belmontepiceno-monteleonedifermo-smerillo-2022/

Falerone (9, 10, 11 settembre)

Il weekend di Falerone si soffermerà su un tema poco conosciuto, quello dell’insorgenza. Si parte dal racconto di un evento che si è svolto nel 1799 proprio a Falerone, quello della ribellione del popolo contro le razzie dei francesi. Spettacolo teatrale è stato scritto da Adolfo Leoni. Apertura in contemporanea di una mostra nel Salone Comunale con le foto dei protagonisti di quegli eventi. In più, prevista una passeggiata naturalistica con partenza dal centro storico fino ai luoghi dello scontro. Ma è il racconto di Adolfo Leoni che aiuta a immedesimarsi nella storia di quelle 29 vittime delle truppe francesi (tra cui il giovanissimo Navarra): “L’insorgenza riguarda tutto il territorio, è inaccettabile non conoscere questi pezzi di storia che rivediamo nei luoghi di tutti i giorni. Noi, grazie agli studi di Marco Armellini, “costringiamo” a studiare attraverso degli spettacoli”. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/falerone-2022/

Fermo (2, 3, 4 settembre)

È Micol Lanzidei che spiega con entusiasmo il programma del weekend a Torre di Palme. Il tema centrale è l’amore, pertanto Torre di Palme diventerà il “Borgo degli amanti”. In particolare, si è scelta la toccante storia d’amore tra Antonio Iommi e Laurina Palloni, due giovani che – nel contesto storico della guerra in Libia – scelsero di morire insieme rifugiandosi prima nella grotta del Cugnolo e gettandosi poi nel fosso di San Filippo. Proscenio Teatro metterà in scena questa storia con la collaborazione di Cantiere Collettivo, che ha creato una colonna sonora ad hoc per lo spettacolo. Tantissime le attività collaterali, che prevedono la partecipazione della Cavalcata dell’Assunta e dei tamburini e sbandieratori della contrada Torre di Palme. Le rappresentazioni si terranno nel cortile del Museo Archeologico di Torre di Palme. Non manca la musica, con le canzoni d’amore di “Spaghetti a Detroit”. Poi, escursioni naturalistiche notturne nel Bosco del Cugnolo. Lorenzo Marziali (Proscenio) racconta l’interessante processo di creazione della rappresentazione, partito dallo studio delle fonti storiche. Adolfo Leoni spiega perché nel progetto fermano di MArCHESTORIE la protagonista assoluta è la donna. In particolare, sono tre le figure femminili principali: la prima è la donna picena, che “prenderà vita” indossando vestiti piceni e sfilando per il centro più volte. La seconda è Bianca Maria Visconti: verrà approfondito il suo ruolo a Fermo e il grande amore per Francesco Sforza. La terza è proprio lei, Laurina: la sua è una storia affascinante che indaga sull’aspetto più spirituale dell’amore. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/fermo-2022/

Massa Fermana (2,3,4 settembre)

Evento principale: Notte stellata per Manlio Massini. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/massafermana-2022/

Montappone (9, 10, 11 settembre)

Per Montappone si tratta della seconda partecipazione, ma è la prima volta in cui ci si focalizza sulle vere storie del territorio. Protagonista è “Lu Vullicaru”, ovvero il “vulcano” di Montappone. Non si tratta davvero di un vulcano, ma di una piccola bocca d’argilla situata nel percorso naturalistico in via Spazzi. Da questo fenomeno naturale derivano molti miti e leggende. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/montappone-2022/

Montefortino (9, 10, 11 settembre)

Michela Alessandrini è orgogliosa di questa prima partecipazione del paese: “Abbiamo scelto un tema particolare, quello della tradizione e comunicazione”. Il titolo dello spettacolo itinerante è “Tradizione e social”, un percorso a tappe nella storia accompagnati dal “poeta itinerante”. Insieme, si va alla scoperta di personaggi famosi nella cultura del territorio: come Fortunato Duranti e il Guerrin Meschino. Alla fine del percorso, quando si arriva alla contemporaneità, quest’ultimo si confronterà con dei rapper! Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/montefortino-2022/

Montegiorgio (2, 3, 4 settembre)

L’assessore Michela Vita ci accompagna alla scoperta del borgo di Monteverde e della storia di Rinaldo da Monteverde. Oltre alle passeggiate naturalistiche con le Galee Sibilline, è previsto alle 21.30 un grande spettacolo con Mirko Abruzzetti. È di nuovo Adolfo Leoni che ci trasporta nella storia di Rinaldo, un personaggio non ben definito: per alcuni un grande capitano e per altri un ‘Nerone’. E conclude con una frase che racchiude il suo pensiero sull’importanza della storia: “Si va avanti se si sa chi siamo stati”. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/montegiorgio-2022/

Montelparo (2, 3, 4 settembre)

Il Sindaco racconta la rappresentazione che si terrà alla Chiesa di San Michele Arcangelo. Protagonista “il Cardinal Montelparo”, vissuto nel paese tra il XVI e il primo decennio del XVII secolo. Tutti i musei aperti. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/montelparo-2022/

Monterubbiano (9, 10, 11 settembre)

La Sindaca Meri Marziali è fiera di partecipare per il secondo anno a MArCHESTORIE. Nel weekend scelto è incluso anche il 10 settembre, festa del patrono. Lo scopo principale è quello di valorizzare il territorio e coinvolgere i giovani. Spettacolo principale “Sciò la pica”, messo in scena dal Gruppo Sbandieratori e Musici in collaborazione con la Scuola di Danza Metamorfosi. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/monterubbiano-2022/

Monte Rinaldo (2, 3, 4 settembre)

Silvia Valori presenta il programma del primo anno di MArCHESTORIE. Lo spettacolo si intitola “Le parole della dea” ed è dedicato alla Dea Potnia. Previste visite all’area archeologica della Cuma e ai musei. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/monterinaldo-2022/

Monte San Pietrangeli (16, 17, 18 settembre)

Quale storia migliore di quella della “disubbidiente Monsampietro”, e di un paese che fatica a sottostare alle sue stesse regole? Performance teatrale ed eventi collaterali seguono il fil rouge. La domenica è riservata alla presentazione del primo libro interamente dedicato a Monte San Pietrangeli. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/montesanpietrangeli-2022/

Monte Vidon Corrado (11 settembre)

A spiegare il programma è il Sindaco: “Ci siamo concentrati sulle figure fantastiche di Osvaldo Licini. Ci sarà una performance di body painting ispirata a queste figure e una rappresentazione scenografica con un attore professionista e alcuni ballerini”. Presentazione di un libro sulla terrazza e apertura del museo nelle ore notturne. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/montevidoncorrado-2022/

Monte Vidon Combatte (16, 17, 18 settembre)

Tema principale è il brigantaggio. Lo scopo del Comune è quello di valorizzare il borgo di Collina Vecchia, grazie al prezioso aiuto dell’associazione “Ho un’idea”. Simone, direttore artistico, spiega lo spettacolo su Battistella da Monte Guidone. Tutte le info qui -> https://www.marchestorie.it/borghi/montevidoncombatte-2022/

La varietà di scelta non manca. Vietato mancare!

Per conoscere l’intero programma regionale, consultare il sito https://www.marchestorie.it/








Questo è un articolo pubblicato il 31-08-2022 alle 16:52 sul giornale del 01 settembre 2022 - 1217 letture

In questo articolo si parla di attualità, provincia di fermo, articolo, Silvia Cotechini, marchestorie

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dnh0





logoEV
logoEV
logoEV