x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
comunicato stampa

Alza troppo il gomito dopo aver finito di montare il palco del Jova Beach Party e danneggia l'attrezzatura dell'ambulanza: denunciato dai Carabinieri

1' di lettura
295

I Carabinieri di Porto San Giorgio hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Fermo un 30enne di origini campane ritenuto responsabile di danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

Qualche sera fa alcuni cittadini di Lido di Fermo avevano segnalato la presenza di una persona pericolosa nei pressi di via Adami che, in evidente stato di alterazione psicofisica connessa all'abuso alcol, stava infrangendo delle bottiglie.

Giunti sul posto i Carabinieri di Porto San Giorgio hanno controllato l'uomo, un 30enne proveniente dalla provincia di Caserta presente in zona poiché faveva parte delle maestranze che avevano allestito il palco per il Jova Beach Party che si sarebbe tenuto il giorno successivo.

L’uomo, dopo aver festeggiato il termine dei lavori insieme ad alcuni suoi colleghi, aveva alzato un po' troppo il gomito ritrovandosi in evidente stato di alterazione psicologica.

Per fornirgli adeguata assistenza medica sul posto è giunta anche un'ambulanza del 118 che ha provveduto a trasportarlo verso l'ospedale di Fermo.

Durante il tragitto però l'operaio 30enne ha dato in escandescenza diventando anche abbastanza violento tanto da costringere il personale del veicolo sanitario a fermarsi per strada poiché aveva iniziato a colpire con violenti pugni l'attrezzatura in dotazione del veicolo danneggiando il manometro di una delle bombole d'ossigeno.

Fortunatamente però i militari che seguivano da vicino l'ambulanza erano intervenuti tempestivamente bloccando l'esagitato consentendo così il trasferimento dell'uomo presso il nosocomio.

Una volta passata la sbornia l'uomo si è ritrovato con una denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Fermo per i reati di danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-08-2022 alle 15:15 sul giornale del 24 agosto 2022 - 295 letture






qrcode