x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPETTACOLI
articolo

Amandola: Iva Zanicchi incanta. Piazza Risorgimento gremita, migliaia le persone presenti

4' di lettura
1516

di Lorenzo Cortellucci


Grande successo per la Festa del Beato Antonio. Nella serata di ieri, la cantante emiliana, per oltre 2 ore, ha emozionato il pubblico con la sua voce unica e inconfondibile. Apprezzato lo spettacolo pirotecnico che ha chiuso la manifestazione. Grande partecipazione anche alla Sagra della Fregnaccia, presso Piazzale Ferranti. Ricco e molto partecipato il corte storico delle “Canestrelle”, che durante la mattinata ha colorato le vie del Centro Storico prima della Messa Solenne per il Beato.

Successo doveva essere e così è stato. L’estate amandolese ha messo a referto un'altra grande manifestazione, che, nella serata conclusiva di ieri, ha regalato emozioni grazie al concerto di Iva Zanicchi.

Nella splendida cornice di Piazza Risorgimento, migliaia e migliaia di persone si sono riunite per assistere allo spettacolo di una delle più grandi cantanti della musica italiana. Dagli anni ’60 ad oggi, dai Festival di Sanremo ai successi senza tempo, “l’Aquila di Ligonchio” ha emozionato il pubblico per oltre 2 ore.

Dopo gli eventi di contorno che hanno accompagnato l’intera settimana, i festeggiamenti per il Patrono di Amandola, il Beato Antonio, erano iniziati nella giornata di sabato, con il programma religioso che affiancava l’immancabile sagra della fregnaccia, piatto tipico amandolese. La serata di sabato si era poi conclusa con uno spettacolo anni ’50 grazie alla band The Fuzzy Dice che, tra le musiche di Elvis Presley, Johnny cash, Chuck Berry, Little Tony, Bobby Solo e Fred Buscaglione, aveva fatto ballare tutti i presenti.

La manifestazione era poi entrata nel vivo durante la mattina di domenica, con il momento principale: la rievocazione storica “Le Canestrelle”. Partendo da Piazzale Fratini, un folto corteo storico, ricco di figuranti in rigoroso abito d’epoca, ha attraversato le vie della Città, giungendo fino alla scalinata del Santuario del Beato Antonio, offrendo al suo Patrono spighe di grano come da tradizione. A seguire la Messa solenne ha chiuso la mattinata. Tra curiosi ed appassionati accorsi da tutta la Regione per ammirare la rievocazione storica, giovani e meno giovani, bambini, famiglie ed anziani hanno sfilato rispettando sapientemente la tradizione e rinnovando quel profondo attaccamento alla Città e alla Festa del Beato Antonio, che ogni amandolese conserva in sé da sempre. La giornata è poi proseguita tra un piatto di fregnacce e l’immancabile Caccia al tesoro, ormai un appuntamento fisso che accompagna da anni il mese di agosto.

In serata, come anticipato, spazio al concerto della special guest Iva Zanicchi. Piazza Risorgimento, già gremita fin dalle prime ore del pomeriggio, ha potuto assistere ad uno spettacolo di alto livello. L’artista emiliana, puntuale come da programma, ha fatto il suo ingresso sul palco accompagnata dall’ovazione del pubblico. L’Aquila di Ligonchio, in barba ai suoi 82 anni, ha cantato per oltre 2 ore, emozionando il pubblico con quell’inconfondibile voce che l’ha resa grande tra le grandi.

Dai successi di Sanremo come “Non pensare a me”, “Ciao cara come stai” e la più recente “Voglio amarti”, passando per l’indimenticabile “Come ti vorrei”, arrivando fino a “Io ti darò di più” e “Testarda io”. Standing ovation e applausi a scena aperta per il successo senza tempo “Zingara”, acclamata dall’intera Piazza, che per l’occasione ha chiesto anche il bis. Sul palco Iva è una forza della natura, la sua voce ha mantenuto l’intensità di sempre e tra note perfette, virtuosismi e capacità innate, la cantante emiliana si è confermata ancora una volta autentica fuoriclasse. Particolarmente divertenti i vari siparietti con il Sindaco Marinangeli ed il pubblico, durante i quali Iva ha mostrato anche la sua grande ironia, coinvolgendo i presenti.

“Amandola mi è entrata nel cuore. Ho avuto modo di conoscere la storia di questa Città, di quanto ha sofferto dopo il sisma e in questi ultimi due anni a causa della pandemia – ha affermato la Zanicchi – so che Amandola ha saputo rialzarsi grazie alla forza dei suoi cittadini. Davanti a me vedo una Piazza gremita. Voi siete la vita di questo territorio”. Dopo il concerto, a chiusura della manifestazione, immancabile lo spettacolo pirotecnico, molto apprezzato dai presenti e seguito nei vari punti panoramici della Città.

Particolarmente soddisfatte l’Amministrazione Comunale e la Pro Loco di Amandola, che hanno voluto ringraziare i tanti volontari e collaboratori coinvolti nell’organizzazione dell’evento.





Questo è un articolo pubblicato il 22-08-2022 alle 11:21 sul giornale del 23 agosto 2022 - 1516 letture






qrcode