x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Alla scoperta di alcuni luoghi sconosciuti e meravigliosi nelle Marche

3' di lettura
226

di Redazione


Una delle regioni più belle da ammirare in Italia è rappresentata dalle Marche. Sono tanti anche gli italiani che amano trascorrere le vacanze da queste parti, ma probabilmente si sono sempre limitati a seguire gli itinerari maggiormente battuti e apprezzati.

Invece, almeno per una volta, il consiglio migliore da seguire è quello di provare ad andare alla scoperta di qualcosa di diverso. Ovvero, seguire un itinerario che possa permettere di trovare e ammirare dei luoghi meno conosciuti, ma che comunque riescono a rappresentare alla perfezione l’anima delle Marche. D’altro canto, durante la vacanza, è bello anche lasciare spazio al divertimento, pensando magari di optare per uno di quei servizi di trans Fermo per trascorrere una serata differente.

Le Marche, in effetti, sono una delle regioni in cui si registra la maggiore diversità e bellezza in termini di territori. Le montagne si arrivano a toccare fino il mare, ci sono numerosi borghi antichi che sprizzano arte, storia e architettura da tutti i pori.

Le città sotterranee a Osimo e Camerano

Sono in tanti ad andare in vacanza nelle Marche, ma non hanno mai sentito parlare delle città sotterranee di Camerano e di Osimo. Entrambe queste mete si trovano in provincia di Ancona e sono state realizzate con un complesso dedalo di grotte e labirinti, che indubbiamente si caratterizzano per una bellezza fuori dal comune.

In origine, si pensa che queste grotte e tali percorsi sotterranei fossero stati realizzati per motivi di carattere religioso piuttosto che abitativo. Qui si possono ammirare delle meravigliose cripte, così come una serie di alloggi che risalgono all’età paleocristiana. Le grotte che si trovano al di sotto di Osimo nascondono anche un gran numero di monumenti e sculture, oltre che una serie di simboli decisamente misteriosi. Le grotte ivi presenti sono ben 88, che si snodano lungo una serie di cunicoli che finiscono a profondità differenti, formando una vera e propria città sotterranea e segreta. Vengono organizzate spesso delle visite guidate, con l’intento di andare alla ricerca dei misteri che sono strettamente legati ai Cavalieri Templari.

La Gola del Furlo

Ecco un altro meraviglioso luogo che denota tutta la bellezza paesaggistica di questa regione. Stiamo facendo riferimento alla Riserva Naturale Statale della Gola del Furlo, ovvero una valle molto profonda, in cui si può ammirare un pazzesco canyon sull’Appennino, che si trova proprio vicino ai comuni di Acqualagna e Fossombrone.

All’interno del parco si può trovare una spettacolare tanto stretta gola che è stata scavata tra le varie pareti di natura rocciosa, in cui si può ammirare un fiume veramente meraviglioso. Ci sono tanti sentieri che si inerpicano in questa meravigliosa natura e, su ciascuno di essi, si possono trovare tanti fossili animali e pure una Galleria Romana. Scendendo un po’ più nello specifico, è interessante mettere in evidenza la presenza di un tunnel che si caratterizza per avere una lunghezza pari a ben 40 metri, che venne scavato nella roccia addirittura nel lontanissimo 76 avanti Cristo e che viene utilizzato ancora oggi.

La Costa del Conero

Tra le coste più belle di tutta la penisola italiana: si tratta di una costa selvaggia che si può trovare proprio nei pressi di Ancona. Il promontorio del Monte Conero è davvero meraviglioso, sia per via della sua bellezza naturale, ma soprattutto per via del fatto che è l’unico rilievo che va ad affacciarsi sul mare praticamente sull’intera riviera Adriatica settentrionale.

Inserendo nell’itinerario la Costa del Conero, c’è la possibilità di andare alla scoperta di tante spiagge di natura sabbiosa, con delle insenature che si possono raggiungere solamente a piedi oppure tramite mare. Non solo spiagge, dal momento che la montagna scende a picco sul mare e rappresenta il luogo perfetto per poter ammirare e affrontare numerosi sentieri boscosi e un gran numero di vigneti.



Questo è un articolo pubblicato il 23-08-2022 alle 11:26 sul giornale del 23 agosto 2022 - 226 letture



qrcode