Quintana Servigliano: Innocenzi il cavaliere da battere, Gubbini e Melosso subito dietro

3' di lettura 18/08/2022 - Giostra dell’anello, ore di attesa nel Borgo fermano. Tutto pronto al campo dei giochi. Domenica sarà gara stellare

Due mesi di Giostre e Quintane, le più importanti d’Italia. Analizziamo i nomi dei vincitori. Foligno: trionfa Lorenzo Melosso (Rione Badia). Faenza: vince Luca Innocenzi (Borgo Durbecco). Ascoli: i migliori sono Massimo Gubbini a luglio (Porta Tufilla) e Luca Innocenzi ad agosto (Porta Solestà). E tante altre giostre di secondo livello, ma sempre appannaggio di Melosso & Co. Non ci sono più dubbi: a Servigliano gareggiano i cavalieri più forti d’Italia. Come avviene da diversi anni, forse da sempre. Segno che i Rioni e l’Ente Torneo Cavalleresco lavorano senza soste per garantirsi i migliori campioni sulla piazza.

Domenica 21 agosto, momento clou del 54 Torneo Cavalleresco, si assisterà a una Giostra dell’anello stellare per tre motivi: 1) Innocenzi tenterà il poker consecutivo e, soprattutto, cercherà l’ottavo palio che lo porterebbe nell’Olimpo dei grandissimi (8 vittorie a Servigliano) al pari di Emilio Mordente e Franco Ricci; 2) Gubbini e Melosso hanno le carte in regola (assetto da gara) per togliere lo scettro a Innocenzi, molto dipenderà dalla precisione e dalla regolarità; 3) Lionetti, secondo classificato a Foligno, è al debutto, ma in prova ha già dimostrato di reggere i tempi dei migliori, mentre Cavallari, al suo secondo palio a Servigliano, gioca la carta della sorpresa pura e senza fiato sul collo ha la tranquillità per fare la sua gara con l’obiettivo di portare a casa tutti e 9 gli anelli.

In occasione delle prove e delle visite ufficiali dei cavalli, i cavalieri si sono presentati ai nastri di partenza con i migliori purosangue. Novità dell’ultima ora: Luca Innocenzi (Porta Santo Spirito) non sarà al via con Un’estate fa, con cui vinse nel 2019 e nel 2021, ma si affida a Indra Down o Love Story, in alternativa Tajica. Lorenzo Melosso (Porta Marina) di sicuro monterà l’esperta Spetenca, anche se la scuderia ha preparato a dovere anche Piccola Creta e Fargo. Massimo Gubbini (Paese Vecchio) avrà la celebre Annaaurora, in alterativa è pronta Lulla By. Due le opzioni anche per Mario Cavallari (San Marco): la scuderia Felici ha tirato a lucido Tatiana e Aravasa. E poi il debuttante Nicholas Lionetti (Porta Navarra) che dovrà scegliere di cavalcare Fast Mont o Angel Drawn.

Dalle prove si evince che quella del 21 agosto sarà una gara molto incerta. Molto dipenderà da chi, al termine della prima tornata, riuscirà a portarsi in testa. Di sicuro ci proveranno tutti, portando il tempo sotto il minuto per mettere pressione agli avversari. Massima attenzione alle bandierine, che più di un problema hanno dato a diversi cavalieri nel corso delle prove. Visti i valori in campo è chiaro che nel ruolo di favorito ci sarà Luca Innocenzi, detto il Cannibale. In caso di vittoria entrerà nella storia e detta così per Innocenzi si tratta di uno stimolo in più. Lorenzo Melosso, al terzo anno con Porta Marina, vuole vincere a tutti i costi per dimostrare di poter trionfare anche a Servigliano, dopo averlo fatto già ad Ascoli Piceno (aveva 18 anni) e a Foligno (non aveva ancora compiuto 21 anni). Saranno della sfida anche Nicholas Lionetti e Mario Cavallari. Nicholas è al debutto e come sempre lo scoglio non sarà facile da superare. Per Mario sarà un altro anno di esperienza, con la consapevolezza che portati a casa tutti gli anelli gli altri dovranno preoccuparsi di lui.


da Torneo Cavalleresco di Castel Clementino





Questo è un articolo pubblicato il 18-08-2022 alle 10:35 sul giornale del 19 agosto 2022 - 515 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, servigliano, rievocazione storica, quintana, torneo cavalleresco, castel clementino, articolo, giostra dell'anello servigliano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dlk0





logoEV
logoEV