Ippodromo San Paolo di Montegiorgio: le corse di venerdì 19 agosto e presentazione dei 10 driver che disputeranno la finale 42 CIGT

8' di lettura 18/08/2022 - La presentazione della giornata di domani venerdì 19 AGOSTO e breve presentazione dei 10 driver che domenica andranno a caccia del titolo nazionale guidatori.

All’ippodromo San Paolo di Montegiorgio inizia il weekend della finale del 42° Campionato Italiano Guidatori Trotto in programma per domenica 21 agosto, che proporrà un cartellone di ben 9 corse che includono: le quattro batterie della Finale del CIGT (Premio Varenne, Premio Ganymede, Premio Love You, Premio Ideale Luis)e il premio Basilio Mattii memorial Luigi Canzi (la finale del CIGT, corsa Gruppo 3), il Gran Premio Marche (corsa Gruppo 3), il Premio Napoleon Bar esclusivamente per femmine, il Premio Maharaja per gentlemen e il Premio Parigino per cavalli di due anni. Venerdì 19 agosto le corse saranno solo sei con il centrale dedicato a Giuseppe Guzzinati, un grande driver che se ne è andato nel 2018 a 85 anni, dopo una vita fatta di cavalli, corse e grandi vittorie. Beppe, come lo chiamavano gli amici, è stato una vera icona dell’ippica del secolo scorso. Oltre 3000 vittorie in carriera, tantissimi i campioni da lui allenati e quell’incredibile conquista del 1973 quando Guzzinati ha ottenuto il titolo di Campione del Mondo di trotto negli USA. Ieri per festeggiare il 42° compleanno del CIGT, l’ippodromo San Paolo, in collaborazione con una associazione e con il patrocinio del Comune ha deciso di rallegrare queste ultime giornate di corse con il Park Beer Fest, aperto ufficialmente giovedì 18 agosto e che terminerà il 28, un’occasione per gustare birra, stuzzicare e mangiare in compagnia e godersi spettacoli e eventi musicali.

Ecco i nostri pronostici delle sei corse in programma venerdì 19 agosto:

Prima Corsa

Si apre con una prova per aspiranti allievi sul doppio chilometro in cui Carmen Rek si può considerare la base logica di tutti i sistemi di gioco. Coll è ben posizionato ed anche ben guidato e potrebbe piazzarsi. Conte ‘Esi ha vinto bene l’ultima volta ma ha posizione scomoda. Chico Bt ha fornito discrete prestazioni recentemente. Anche Celebrità Par è in corsa.

Prima Corsa: 2 Carmen Rek 1 Coll 6 Conte D’Esi 5 Chico Bt 3 Celebrità Par

Seconda Corsa

Bella prova sul miglio in cui la differenza la può fare la conoscenza della pista e la qualità in termini assoluti di Cracken As che parte anche veloce. Cuba del Duomo è l’altra di categoria ed ha numero di avvio interno per opporsi subito. Sta volando Carlitos Francis che alza ancora il tiro ma è un fattore. Chapeau Three è stato da poco acquistato e sa fare la racchetta, poi Canadian Wise L come sopresa.

Seconda Corsa: 4 Cracken As 3 Cuba del Duomo 2 Carlitos Francis 6 Chapeau Three 7 Canadian Wise L

Terza Corsa

Doppio chilometro con i nastri in cui Bailando Col potrebbe provare la fuga in avanti da avvantaggiato e resistere sino in fondo. Dietro c’è Severino che ha tutte le carte in regola per rifare la penalità e prendere i primi. Anche Bolero Wf è un soggetto che ha gamba e parziale. Zobeide Erre può piazzarsi. Sin Miedo per una piazza di posizione.

Terza Corsa: 1 Bailando Col 7 Severino 8 Bolero Wf 5 Zobeide Erre 2 Sin Miedo

Quarta Corsa

Altro doppio chilometro con i nastri, stavolta per i tre anni di bassa categoria. Davanti c’è Dafne D’or che contro questi si deve considerare una base certa. Diletta Jet non ha debuttato male sulla pista, e si può piazzare. Dietro ci sono Django Cup che può rifare la penalità, ma anche Desert Pax che è veloce. Dream Cash Wind ha tantissima qualità ma debutta tardi ed è un’incognita.

Quarta Corsa: 2 Dafne D’Or 3 Diletta Jet 9 Django Cup 10 Desert Pax 1 Dream Cash Wind

Quinta Corsa

Ancora cavalli di tre anni, ma a reclamare sul miglio. Diletta Rek dovrebbe andare in testa e diventare difficilmente battibile anche per avversari che comunque stanno correndo bene. Tra questi c’è la novità Dante Lz che se si adatta sulla pista può dire la sua. Dioniso Mark sconta la seconda fila ma ha motore da mettere in campo. Dauphine Rek è posizionata meglio di Dikdik Jet che è in ordine.

Quinta Corsa: 4 Diletta Rek 5 Dante Lz 10 Dioniso Mark 8 Dik Dik Jet 2 Dauphine Rek

Sesta Corsa

Qualitativa l’ultima corsa della serata, in cui Africa Jet potrebbe andare davanti e resistere ad ogni tentativo. La corsa non è scontata, c’è infatti la qualità di Tulum, che è soggetto di categoria, oppure la minaccia di Very Good Zs che partirebbe fortissimo. Anastasia dei Rum che l’ultima ha sbagliato ma ha qualità è la sorpresa della corsa.

Sesta Corsa:3 Africa Jet 5 Tulum 4 Very Good Zs 10 Anastasia dei Rum 7 Black Beauty Key

Presentazione dei 10 driver:

Lorenzo Baldi

Lo chiamano “Lorenzo il Magnifico”, bolognese, è il più longevo driver in finale del Campionato Italiano. Vincitore nel lontano 1991 e nel 1995, ha importato in Italia lo stile di guida americano. Uno dei più vincenti guidatori di sempre, figlio di Giancarlo, porta il cognome di una delle famiglie basilari del trotto nazionale e mondiale. Un vero mito!

Enrico Bellei

Il driver dei record. Toscano, ha vinto oltre 10.000 corse, avete capito bene, dieci volte mille. Lo chiamano “il cannibale” per la sua fame infinita di vittorie. Attento conoscitore della forma e degli avversari, è un interprete freddo e paziente dello stile di guida italiano. Campione la prima volta nel 1997 e poi nel 2007, negli ultimissimi anni si è rilanciato ai vertici. Un top assoluto!

Antonio Di Nardo

E’ il driver di riferimento del trotto di oggi. E’ stato ribattezzato dal compianto Salvio Cervone “Tony Young”, per il suo sapersi affermare nella sua Napoli già in giovane età. Nel 2005 è arrivato il titolo e da lì in poi non ha più smesso di vincere. Taciturno, capace e abile nell’assecondare il cavallo in corsa, deciso nella tattica, tenace nell’interpretazione. Una realtà!

Federico Esposito

Toscano, è considerato il secondo più primo d’Italia. La sua carriera infatti è sempre stata dedicata al lavoro in scuderia. Da assistant trainer di Erik Bondo e di Alessandro Gocciadoro, si è tolto tante soddisfazioni anche in sulky. Sa fare tutto con le redini in mano. Una garanzia!

Alessandro Gocciadoro

Dall’essere un bravo allenatore guidatore emiliano, a diventare titolare di una delle cinque più grandi scuderie in Europa il salto è altissimo e lui ci è riuscitò. “Alex Gocci, il giallo”, è attualmente un guidatore di respiro internazionale, i suo successi in sulky non si contano più, come i campioni che ha trasformato con il lavoro all’avanguardia. Alla guida ha maturato la consapevolezza dei forti. L’asso piglia tutto!

René Legati

E’ cresciuto in una famiglia nel bresciano in cui la passione per il cavallo da corsa era motivo di vita. Da quando suo nonno lo portava alle aste dei trottatori, ha capito che il suo destino sarebbe stato quello di guidare i cavalli di casa. Il “bel René”, ha trasformato l’hobby in un lavoro e si è scoperto abile e competitivo ad altissimi livelli. E’ sereno ed entusiasta. In lui la passione pura!

Mario Minopoli Jr

Lavoratore instancabile, esponente di una famiglia napoletana che dedica la vita al trottatore. Calmo, metodico, opportunista, sa programmare e far crescere i cavalli arrivando ad alti livelli in progressione. Lo chiamano “il francesino”, per i suoi risultati oltr’alpe che danno lustro al nostro trotto. Napoletano atipico e vincente!

Vincenzo Piscuoglio Dell’Annunziata

Napoletano estroso, fa del talento e della genialità l’arma per vincere anche le corse impossibili. Più si alza il livello e più diventa pericoloso. La sua carriera si è lanciata proprio a Montegiorgio con la vittoria nel Campionato del 2000, quando era ancora un ragazzino. Mani d’oro, in sulky diventa un tutt’uno con il cavallo, lo chiamano “D’Artagnan” per le sue stoccate. L’imprevedibilità al potere

Giuseppe Porzio Jr

Dalla sua Sicilia alla conquista della penisola sono partiti personaggi che hanno fatto la storia del trotto italiano. Lui, figlio d’arte, sta percorrendo la stessa strada. Il più giovane in gara non ha dato segnali di timori reverenziali. E’ pulito nella guida, attento alla tattica, e paziente nel saper raccogliere anche i piazzamenti. La freschezza che fa la differenza!

Roberto Vecchione

Napoletano con la valigia, si è stabilito al nord dove ha coronato una carriera di trionfi infiniti. Realmente uno dei driver più completi al mondo, con le mani e la tattica che si fondono. In questi tornei si esalta, ed infatti è presente tre volte nell’albo d’oro grazie ad una capacità innata di saper trovare feeling con qualunque cavallo gli viene affidato. L’uomo che fa la differenza!







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-08-2022 alle 16:24 sul giornale del 19 agosto 2022 - 224 letture

In questo articolo si parla di sport, montegiorgio, ippodromo montegiorgio, ippodromo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dlqB





logoEV
logoEV
logoEV