Ciclismo: Nicolò Buratti vince a Capodarco

3' di lettura 17/08/2022 - Il friulano Nicolò Buratti (CTF) con una bella azione sul muro finale, si è aggiudicato la 50° edizione del Gran Premio Capodarco – Comunità di Capodarco. Sul traguardo finale ha preceduto Davide De Pretto (Zalf Euromobil Fior) e Martin Marcellusi (Bardiani CSF Faizanè).

A via di questa gara Internazionale, l’unica nelle Marche, riservata ai dilettanti under 23, si sono presentati 173 corridori in rappresentanza di 36 formazione con ben 9 team stranieri. Si è gareggiato sulla distanza di 180 km con una prima parte sul lungomare tra Porto San Giorgio e Lido di Fermo per cacciatori di traguardi volanti poi, le ascese verso Capodarco e i due passaggi sul muro finale che hanno in pratica definito la corsa.

Nel tratto pianeggiante la gara è vissuta tra scatti e controscatti con i cacciatori di traguardi volanti a mettersi in mostra. Il marchigiano Filippo Dignani si è aggiudicato la maglia ciclamino in virtù di un punteggio maggiore accumulato rispetto agli altri. Più tardi in salita nasceva una fuga di 19 unità che andava a monopolizzare la seconda parte della gara con la Groupama FDJ che riusciva ad inserire ben quattro corridori. Man mano che passavano i km, la fuga perdeva pezzi e nel finale dopo la prima ascesa al muro rimanevano in sei al comando: Buratti, De Pretto, Marcellusi, Thompson, Villa e Maire. Nel corso dell’ultimo giro con cambi regolari, non consentivano a nessuno di rientrare e sulla salita finale Thompson provava a sorprendere gli altri senza però riuscirci. Prima dell’attacco del muro, Dec Pretto prendeva il comando della operazioni e sulla rampa conclusiva provava a fare la differenza. Gli resisisteva Buratti che proprio allo scollinamento riusciva a superare il corridore della Zalf e a a guadagnare alcuni metri preziosi che gli permettevano di andare a vincere a braccia alzate. Per il corridore di Corno Di Rosazzo questo è stato il suo quinto successo stagionale dopo aver vinto domenica scorsa anche l’Internazionale di Poggiana. Seconda piazza per Davide Del Pretto (Zalf Euromobil Fior) e terza per Martin Marcellusi (Bardiani CSF Faizanè).

Ottima l’organizzazione proposta dal G.C. Capodarco – Comunità di Capodarco e dalla Società Cicloamatori Offida che sono stati in grado di offrire ai presenti un grande spettacolo. Ottima la partecipazione del pubblico, nel tratto in pianura coloro che erano al mare hanno lasciato la spiaggia per recarsi sulla strada e a Capodarco, sia in salita che sul muro c’è stata una grande adesione. Finalmente, dopo due anni afflitti dal Covid-19, stavolta Capodarco è tornata ad essere straordinaria, un evento popolare in nome della Solidarietà, nel ricordo di Fabio Casartelli, che ha centrato tutti gli obiettivi che si era prefissato.

Ordine di arrivo: Nicolò Buratti (CTF) in 4h 15’ 29” alla media oraria di 42,273, 2° Davide De Pretto (Zalf Euromobil Fior) a 3”, 3° Martin Marcellusi (Bardiani CSF Faizanè) a7”, 4° Reuben Thompson (Groupama FDJ), 5° Giacomo Villa (Biesse – Carrera) a 9”, 6° Adrien Maire (AVC Aix En Provence) 16”, 7° Alex Tolio (Bardiani CSF Faizanè) 1’31”, 8° Florian Lipowitz (Tirol Ktm Cycling Team) 1’33”, 9° Finlay Pikering (Gropuama FDJ), 10° Giovanni De Carlo (Carnovali Rime) a 1’49”.








Questo è un articolo pubblicato il 17-08-2022 alle 10:48 sul giornale del 18 agosto 2022 - 241 letture

In questo articolo si parla di sport, ciclismo, Capodarco, dilettanti, under 23, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dlcK





logoEV
logoEV
logoEV