Sant’Elpidio a Mare: al via la 70° Contesa del Secchio. Gramigna: “ci riappropriamo della manifestazione nella sua interezza”

4' di lettura 12/08/2022 - Si entra nel clou della storica manifestazione elpidiense con un weekend fitto di eventi che culminerà domenica 14: stasera il consueto spettacolo di sbandieratori, domani la solenne Investitura del Capitano del Popolo e domenica 14 agosto la settantesima Contesa del Secchio.

Sant’Elpidio a Mare è pronta, anche quest’anno, a rinnovare la tradizione della più antica rievocazione storica delle Marche. E come da consuetudine, la seconda domenica di agosto è il giorno della Contesa del Secchio, manifestazione che quest’anno raggiunge l’edizione numero settanta, un traguardo importante reso ancor più significativo perché segna il ritorno, dopo due anni di limitazioni per la pandemia, allo svolgimento regolare, senza alcun vincolo di presenze o distanziamenti. “Un traguardo davvero importante, se pensiamo che abbiamo lavorato alacremente per svolgere, anche se contingentati, le edizioni a cavallo della pandemia e non perdere alcuna edizione; ci riappropriamo della manifestazione nella sua interezza e sono certa sarà uno spettacolo meraviglioso curato nei dettagli e degno della storia che la Contesa rappresenta per la sua città e per le rievocazioni d’Italia a cui appartiene”, ha commentato Alessandra Gramigna, Presidente dell’Ente Contesa. Qualcosa resta, tuttavia, delle edizioni degli ultimi due anni, perché gli organizzatori hanno scelto di mantenere il percorso del corteo storico su Viale Roma, Via Po’ e via A. Moro, diversamente da quanto accadeva in precedenza; una variazione da sempre voluta dalla Presidente Gramigna, che consentirà agli spettatori di godere ancor meglio la vista dei costumi storici, “molti riprodotti fedelmente da dipinti di fama nazionale ed internazionale”, sottolinea.

La Contesa del Secchio non è però solo la giornata di domenica: tutto il weekend è infatti ricco di eventi che fanno da corollario alla più antica rievocazione storica delle Marche. Stasera, sarà la volta dello spettacolo “Bandiere della notte”, in Piazza Matteotti, con gli sbandieratori e i musici del Gruppo Storico; domani, invece, la solenne Investitura del Capitano del Popolo: durante la serata, che inizierà alle 20:00 con l’apertura delle locande delle quattro contrade storiche, ci sarà la lettura del Bando del podestà per l’Indizione della Contesa, seguita dal suono dell’Antica Campana della città, il segnale per il corteggio delle contrade fino in Piazza Matteotti, che precederà la proclamazione e il giuramento presso la Perinsigne Collegiata del Capitano del Popolo, la figura più importante della Contesa, chiamata durante il Gioco a dirimere le eventuali controversie che possono sorgere. Sempre sabato, ci sarà il sorteggio del Gonfaloniere di Giustizia, ovvero l’arbitro per il Gioco di domenica 14.

“Per me è davvero un onore partecipare a questa importante edizione in qualità di assessore alle manifestazioni storiche” ha affermato l’assessore Paolo Maurizi; “seguo già da tempo l’organizzazione dell’evento e quest’anno sono entrato ancor di più nella macchina organizzativa, davvero complessa e faticosa. Come per le altre manifestazioni del calendario estivo il Comune ha contribuito all’organizzazione sotto il profilo tecnico e di supporto. La Contesa e le manifestazioni storiche sono un indiscusso volano per il turismo della città ed è nostro dovere come amministrazione lavorare per consentire all’evento di avere tutti gli strumenti per compiere il definitivo salto verso la ribalta nazionale. Ringrazio tutte le Contrade Storiche, le Delegazioni Foranee e l’Ente Contesa per il continuo lavoro che svolgono a favore della Contesa”. Gli fa eco il neoeletto sindaco, Alessio Pignotti: “È un’emozione forte per me ‘impersonare’ il podestà della 70° edizione della Contesa del Secchio, un evento unico nel suo genere che contraddistingue la città, che la unisce coralmente e che riesce a promuoverla sul territorio. L’amministrazione comunale è stata ovviamente al fianco dell’organizzazione per garantire la riuscita dell’evento; stiamo poi lavorando con l’ufficio tecnico comunale per arrivare finalmente ad un progetto finale di riqualificazione del “Mandozzi”, conditio sine qua non per l’ulteriore crescita della rievocazione. Spero che l’avventura che inizio oggi con la Contesa vedrà raggiunti tutti gli obiettivi che ci siamo posti con l’organizzazione”. E il sodalizio con l’amministrazione continuerà anche nei prossimi mesi, con gli eventi legati alle celebrazioni del 70° anniversario. “In campo come per ogni Contesa la partita è apertissima e sono certa che i nostri ragazzi, che si allenano da mesi per il Secchio, saranno molto competitivi e concentrati sull’obiettivo. Ringrazio i presidenti e priori di contrada, i presidenti e delegati delle delegazioni foranee per il grande impegno di questi anni; ripartire non è stato semplice, ma i successi della Città Medioevo 2022 ci hanno già ripagato per lo sforzo e la nostra caparbietà”, conclude Alessandra Gramigna.






Questo è un articolo pubblicato il 12-08-2022 alle 20:08 sul giornale del 13 agosto 2022 - 912 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, pozzo, medioevo, Sant'Elpidio a Mare, rievocazione storica, notizie, città medioevo, contesa del secchio, articolo, Roberta Ripa, contrade

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dkPq