Nostalgia canaglia. Ritrovarsi 50 anni dopo il diploma, che emozione!

3' di lettura 09/08/2022 - Tanti ricordi condivisi e un pensiero rivolto anche ai compagni che non ci sono più

Chissà perché i compagni di scuola delle superiori ci rimangono nel cuore e nei ricordi per sempre. Forse perché con loro si condivide il periodo di vita più bello, l’inizio dell’età consapevole, il periodo del tutta la vita davanti , delle grandi aspettative nel futuro, dei sogni ancora tutti da realizzare. Dopo la maturità, nel corso degli anni ci si perde di vista, si sta più concentrati sugli obiettivi da raggiungere, ricompresi nei ruoli responsabili scelti o capitati, che siano di carriera o di famiglia. Poi arriva la pensione, la tregua di quel che è stato, si ha più tempo per sé stessi, si fanno bilanci, le riflessioni forse sono più pacate , e capita di guardarsi indietro con più indulgenza e una sorta di tenerezza per quel che eravamo. Allora si ha desiderio di rincontrarli quei compagni. Chissà come è stata la loro vita? Hanno raggiunto i loro sogni? Ci riconosceremo? O saremo tanto cambiati ?

Le risposte non possono che venire dal ritrovarsi, magari intorno ad una tavola bella imbandita, fare festa e rimembrare insieme, sorridendo dei tanti momenti condivisi in classe e fuori , degli aneddoti indelebili che, sepolti nella memoria, all’improvviso tornano fuori con il supporto della memoria collettiva.

E’ successo anche a loro, ai compagni e compagne del 4° Magistrale parificato di Montegiorgio che, dopo 50 anni dagli esami di stato, si sono ritrovati nella location del Ristorante Oscar e Amorina a Piane di Montegiorgio, tra alberi, piscina , fiori, cascatelle d’acqua e buona cucina, tutti elementi che hanno supportato il clima piacevole e armonico della serata.

A fare l’appello e coordinare l’organizzazione ci ha pensato lei, Marinella Corallini, con il contributo fattivo di tutti gli altri. “ E’ stata un’emozione rivedersi, riconoscersi , nonostante i mutamenti fisici, toccarsi con gli occhi, accarezzarsi nell’anima. Sono balenati alla mente ricordi, aneddoti, fatti accaduti e con la massima libertà abbiamo richiamato pregi e difetti dei nostri professori. Dopo i vari lavori svolti: impiegati, insegnanti, dirigenti, imprenditori, attualmente il meritato riposo ci vede ancora attivi protagonisti culturali, e la maggior parte serenamente nonni a tempo pieno. Il tempo del ricordo si è talmente ridotto da sembrare uno splendido ieri”.

Erano presenti : Alessandrini Daniela, Capretta Ivana, Di Biagio Silvano, Giorgini Maria Assunta, Liberati Maria Fabrizia, Trobbiani Vincenzo, Antinori Francesco, Andreozzi Maria Luisa, Corallini Marinella, Liberati Patrizia, Monaldi Augusta, Portesi Luciana, Salvatori Marina, Simonetti Oriana.

I l pensiero ed un minuto di silenzio è stato rivolto agli sventurati compagni già scomparsi: Katia Calisti, Clara Cesetti, Gasparri Eugenia, Giorgio Vallesi.

Al termine , un segnalibro ricordo con la firma di ogni presente, ha rinviato al prossimo anno l’ impegno futuro di ritrovarsi.








Questo è un articolo pubblicato il 09-08-2022 alle 16:25 sul giornale del 10 agosto 2022 - 3119 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, marina vita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dkeE





logoEV
logoEV