Monte Urano: cresce l’attesa per il Bambù Festival, previsti numeri da record

3' di lettura 04/08/2022 - Partito il countdown per uno degli eventi musicali più importanti degli ultimi anni, il Bambù Festival, per cui è attesa a Monte Urano un’affluenza record. La macchina organizzativa, capeggiata dalla Pro Loco, lavora freneticamente da mesi per garantire la riuscita dell’evento, ospitato dal 10 al 12 agosto al Parco Fluviale A. Langer.

Cresce l’attesa per il Bambù Festival, l’evento musicale destinato a passare negli annali della storia monturanese. Il countdown è già partito, l’emozione e la frenesia degli organizzatori si fa ogni giorno più tangibile, “la paura di un evento tanto grande si trasforma in coraggio”, ripete Lucia Gallucci, Presidente della Pro Loco: un coraggio necessario per affrontare lo sprint finale, i pochi giorni che mancano alla manifestazione. Un festival che è una vera e propria scommessa, nato solo un anno fa per celebrare la simbolica ‘rinascita’ del Parco Fluviale A. Langer. La Pro Loco Monte Urano, infatti, supportata dall’amministrazione comunale, aveva voluto celebrare il ritorno del Parco dopo il restyling inteso a trasformarlo in un’area fruibile ai monturanesi a 360°, anche per finalità nuove, come i concerti live. Riuscito l’esperimento dello scorso anno, per l’edizione 2022 la Pro Loco, capeggiata dalla spumeggiante Lucia Gallucci, ha voluto puntare in alto, trasformando il Bambù in un festival in grado di portare Monte Urano alla ribalta nazionale. E la missione è riuscita e alla grande, perché a rispondere all’invito sono stati niente meno che Caparezza, Piero Pelù e Tommy Emmanuel. Tre big della musica saranno quindi a Monte Urano in tre serate storiche, che difficilmente verranno dimenticate dai monturanesi.

Si parte il 10 agosto, con Caparezza e l’unica tappa marchigiana dell’Exuvia Tour: “Il 10 agosto non sarà più la notte di San Lorenzo, ma la ‘Notte di Caparezza’”, scherza la Presidente della Pro Loco, che non nasconde il suo incontenibile entusiasmo. Poi Piero Pelù e i Litfiba, l’11 agosto, insieme per L’Ultimo Girone Tour, simbolico addio ai palchi del gruppo; e infine Tommy Emmanuel, il 12 agosto, chitarrista considerato tra i migliori al mondo. Due sono le aree concerto designate: un’area pre-concerto di 8000 m2, con punti ristoro e aree adibite all’esibizione dei gruppi locali nel pomeriggio, e un’area concerto di 6000 m2 circa; dalle 19:00, le aree diverranno un tutt’uno, lasciando così a tutti la possibilità di godersi il concerto vero e proprio da una posizione più distanziata, distesi sull’erba, oppure più vicini al palco.


Questi i numeri dell’evento: circa 100 volontari impegnati; 7 gruppi locali che si esibiranno a partire dalle 16:00, prima dei “big”; 2500-3000 circa, i posti auto messi gratuitamente a disposizione in un’area a poca distanza dall’ingresso. E poi i numeri dell’affluenza, davvero soddisfacenti, segno di una scommessa già vinta: “siamo vicinissimi al sold-out per Caparezza; non abbiamo numeri esatti per i Litfiba a causa dei molteplici circuiti, ma è stata registrata una vera e propria impennata delle vendite; e infine Tommy Emmanuel, unico concerto da seguire seduti, per cui siamo a quota 700-800 presenze”, continua la Gallucci, che non nasconde la sua soddisfazione per essere riuscita a portare tanta affluenza a Monte Urano, a beneficio di tutte le attività locali. “Sono, siamo davvero tutti felicissimi. La paura che precede questi tre concerti si sta trasformando in coraggio, che ci permette di andare avanti e lavorare ancora. Sono felice di avere al mio fianco volontari, amici anzi, che non si sono mai tirati indietro e non hanno mai pensato alla fatica, ma sempre e solo all’unico obiettivo di rendere questo evento perfetto. Noi siamo carichi e vi aspettiamo!”, ha concluso la Presidente della Pro Loco.






Questo è un articolo pubblicato il 04-08-2022 alle 06:12 sul giornale del 05 agosto 2022 - 787 letture

In questo articolo si parla di cronaca, spettacoli, monte urano, caparezza, festival, litfiba, notizie, articolo, pro loco monte urano, Tommy Emmanuel, parco fluviale alex langer, Roberta Ripa, bambu festival

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/djlG





logoEV
logoEV
logoEV