“E.STÀ.TE sostantivo femminile”: racconti e note di donne alla Madonna dei Lumi

4' di lettura 04/08/2022 - Racconti e note di donne saranno protagoniste nel suggestivo scenario della Madonna dei Lumi, tra atmosfere oniriche e ricercate. La rassegna “E.STÀ.TE sostantivo femminile” presenta tre spettacoli gratuiti nei giorni 8, 21 e 25 agosto 2022 in compagnia delle artiste Lucia Tancredi, Serena Abrami, Monica Del Carpio, Isabella Carloni e Lucia Ferrati.

L’evento tutto al femminile è organizzato dal Comune di Sant’Elpidio a Mare in collaborazione con Maggioli Cultura, il Grand Tour delle Marche di Tipicità e con le cantine Santa Liberata, Agostino Romani e Luci di Mezzo. Le serate saranno accompagnate da una piacevole degustazione a cura dell’Associazione Di Arte in Vino.

“Parole e musica si diffonderanno nell’antica Madonna dei Lumi – dice l’Assessore alla Cultura Michela Romagnoli - già chiesa di Sant’Agostino Vecchio, un luogo di lunga tradizione votiva costruito nella prima metà del Duecento dagli agostiniani insieme al convento, ora scomparso. Dal 1813 la chiesa, caratterizzata dalla sua singolare facciata, venne chiamata Madonna dei Lumi probabilmente per una serie di guarigioni attribuite alla Madonna con Bambino, affrescata sulla parete sinistra dell’oratorio. Una location suggestiva per una rassegna tutta da godere”.

Si inizia lunedì 8 agosto, alle ore 21, con “Ogni donna è paesaggio”, un dialogo di poesia, canto e suoni di chitarra acustica, synth, loop station e violoncello con Lucia Tancredi, Serena Abrami e Monica Del Carpio.

Il secondo spettacolo si terrà domenica 21 agosto, alle ore 19, con “Le figlie del sole”, amori sapienti per eroi in fuga di e con Isabella Carloni. Tema centrale il mare e tre protagoniste femminili: Circe, Medea e Arianna. All’eroe, lo straniero, sveleranno segreti nascosti, per lui tradiranno, a lui renderanno la fama.

L’ultimo appuntamento di giovedì 25 agosto, alle ore 21, è con “Nudi di donna”, autoritratti femminili del Novecento di e con Lucia Ferrati. È l’omaggio ad alcune delle tante artiste – intellettuali, poetesse, pittrici, attrici, musiciste, danzatrici – che hanno lasciato di sé una traccia profonda ed incancellabile.

In caso di maltempo lo spettacolo si sposterà presso la chiesa di San Filippo Neri.

Per informazioni: ufficio turistico tel. 0734 8196407 - ufficio.turistico@santelpidioamare.it

“E.STÀ.TE sostantivo femminile”: gli appuntamenti

lunedì 8 agosto, ore 21

OGNI DONNA È PAESAGGIO. Per racconto e voce

di e con Lucia Tancredi, Serena Abrami, Monica Del Carpio

Le poesie composte dalla Tancredi si intrecciano alle canzoni eseguite con chitarra acustica, synth, loop station e violoncello. Alcuni brani fanno parte del repertorio inedito di Serena Abrami, altri sono omaggi a Sinead O’Connor, PJ Harvey e Bjork, altri ancora sono rivisitazioni di brani popolari marchigiani che la cantautrice esegue accompagnata al violoncello e al canto da Monica Del Carpio.

domenica 21 agosto, ore 19

LE FIGLIE DEL SOLE. Amori sapienti per eroi in fuga

di e con Isabella Carloni

Produzione Rovine Circolari

Al mare guardano le figlie del sole: Circe - Medea – Arianna, al mare che porta l’amore o lo porta via, al mare che è passaggio, soglia, confine, al mare aperto che ci consegna all’incognito e all’infinito. Dal mare arriva l’eroe, lo straniero. A lui le donne, depositarie di antica sapienza, doneranno se stesse, sveleranno segreti nascosti, per lui tradiranno, a lui renderanno la fama di eroe. Dove avrebbe trovato Ulisse la forza per sconfiggere le Sirene se Circe non gli avesse svelato per amore come sfuggire alla malia di quel canto? Quale sorte avrebbe conosciuto Giasone se non fosse riuscito a conquistare, grazie a Medea, il vello d’oro, scopo della spedizione degli Argonauti? Chi sarebbe Teseo senza la sconfitta del Minotauro e chi se non Arianna innamorata diede a Teseo il filo per uccidere il mostro e uscire dal labirinto?

giovedì 25 agosto, alle ore 21

NUDI DI DONNA. Autoritratti femminili del Novecento

di e con Lucia Ferrati voce recitante

Vuole essere un omaggio ad alcune delle tante artiste – intellettuali, poetesse, pittrici, attrici, musiciste, danzatrici – che nel Novecento hanno lasciato una traccia profonda ed incancellabile. Donne sante e maledette, fragili e ambiziose, madri e suicide, fedeli e blasfeme, ingenue e sovversive, soavi e sarcastiche: personalità complesse e carismatiche che si confessano in pagine dense di passione. In una trama di brevi autoritratti che delineano una sorta di percorso cronologico, dalla Nascita alla Morte, ogni voce di donna rappresenta un tassello necessario a ricomporre la sua nuda, bellissima o terribile, verità esistenziale






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2022 alle 12:53 sul giornale del 05 agosto 2022 - 141 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/djqr





logoEV