A Falerone i volti noti di una superlativa Chiara Francini e di Andrea Argentieri premiato nel 2019 come miglior attore di teatro under 35

2' di lettura 04/08/2022 - Nel suggestivo teatro romano, ieri sera 3 agosto, in scena L’amore segreto di Ofelia di Steven Berkoff, nella riscrittura di Chiara Lagani, con la regia di Luigi De Angelis dove Shakespeare si incontra con la tecnologia quotidiana, dove la lontananza romantica si abbraccia con velocità e sintesi moderna. Per farci tornare tutti e comunque ad uno stesso tema..l'amore nella nostra vita, pagine di testi oramai lontani e immagini vengono usati magistralmente con leggerezza ma mai con superficialità.

Al centro della rappresentazione l’amore con la sua dirompente forza che spinge l’uno verso l’altro anche se all’inizio Ofelia immagina il suo Amleto in maniera molto diversa da quello fantasticato; lo vorrebbe addirittura sostituire “. . . è troppo giovane e non ha nulla dell’Amleto desiderato . . .” ma poi, vuoi per le tinte sensuali e insieme retoriche assunte dal testo, sarà costretta a rivedere le proprie posizioni e, man mano che lo spettacolo va avanti, il dispiacere e le contrarietà diventano per lei fascinazione.

L’opera rappresentata è in sostanza quello che è l’amore al suo inizio, fatto di passione, cambi improvvisi, di un tempo scandito da sospiri, paure, esaltazione. È un amore che può anche provocare ilarità ma, per dirla alla Chiara Francini, “ . . . è come un'altalena che fa venire il mal di pancia ma dalla quale non si vorrebbe scendere mai. . . “.

Il regista, per rappresentare il distanziamento tra i due attori, si affida sapientemente alle lettere intrise di erotismo di Amleto ed Ofelia che avrebbero invece bisogno di un contatto fisico improponibile in tempi di Covid.

Sulla scena, i protagonisti restano divisi da due grandi schermi nei quali i due interpreti provano le rispettive parti intervallate dalla storia narrata impreziosita da immagini molto eloquenti che completano il racconto del reciproco desiderio di possedersi l’un l’altra carnalmente.

Dunque, L’amore segreto di Ofelia un’ opera tanto delicata quanto accurata che pone interrogativi sulla forza dell’amore che, se vero e profondo, si rafforza anche nella separatezza evidenziando aspetti centrali dei nostri tempi dove spesso siamo obbligati a recitare un ruolo che non ci appartiene, dove la finzione si sovrappone alla realtà, dove con un like a volte si ha la pretesa di poter rappresentare sogni e fantasie che hanno invece bisogno di messaggi più lunghi ed articolati per incidere sul cuore di chi è nei nostri pensieri.



di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 







Questo è un articolo pubblicato il 04-08-2022 alle 10:44 sul giornale del 05 agosto 2022 - 1170 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, lorenzo bracalente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/djmW





logoEV