Sant’Elpidio a Mare: in archivio un’altra edizione di successo per la “Città Medioevo”

3' di lettura 27/07/2022 - Si è chiusa domenica, con numeri da record, l’edizione 2022 di “Città Medioevo”. Grande la soddisfazione degli organizzatori per l’ennesimo successo di una manifestazione che, anno dopo anno, da ben trent’anni, sa reinventarsi e stupire il suo pubblico senza mai snaturarsi.

A pochi giorni dalla conclusione di “Scorci di Città Medioevo”, a Sant’Elpidio a Mare si tirano le somme di quella che è stata senza dubbio un’edizione da record sotto molti punti di vista. Si tratta dell’ennesima conferma che gli organizzatori - Ente Contesa, contrade e amministrazione comunale - hanno ancora una volta centrato l’obiettivo di stupire un pubblico che, in tutta risposta, continua a preferire la manifestazione elpidiense alla tanta ‘concorrenza’ sul territorio. “I numeri di questa edizione hanno superato ogni aspettativa”, afferma la Presidente dell’Ente Manifestazioni Storiche Contesa del Secchio, Alessandra Gramigna; “nelle tre serate, abbiamo avuto tra i dodici e i quindicimila visitatori nel nostro centro storico: numeri straordinari, su cui sicuramente ha influito la scelta di lasciare l’ingresso gratuito per dare un segnale della nostra volontà di ripartire, finalmente, dopo i due anni di restrizioni e contingentamento”. Le fa eco il neo-nominato assessore alle manifestazioni storiche Paolo Maurizi: “i numeri di questa edizione sono davvero importanti: ne siamo orgogliosi come amministrazione comunale e in quanto assessore alle manifestazioni storiche ringrazio la Presidente dell'Ente Contesa, Alessandra Gramigna, e tutto lo staff per l'organizzazione, le Contrade, le Delegazioni e tutti gli attori professionisti che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione”.

Una Sant’Elpidio invasa da visitatori e turisti come non la si vede spesso, con taverne e attività commerciali prese d’assalto da chi ha preferito un tuffo nel Medioevo ad altri allettanti eventi in zona (la notte rosa sangiorgese o il No Sound Fest di Servigliano, solo per citarne alcuni); un risultato che dà ragione anche a un’importante scelta ‘strategica’ fatta tempo fa dagli organizzatori, di dare cioè un tema a ogni edizione, come spiega la Gramigna: “dare un tema e dare alle scene un’impronta di teatro medievale si è rivelata una scelta vincente rispetto a come si era partiti nel ‘92, con scene statiche e non recitate. I gusti degli utenti cambiano, perciò abbiamo voluto aggiornare l’impronta della manifestazione senza però snaturarla”. La ‘ricetta’ di “Scorci di Città Medioevo” è dunque un mix di teatro medievale-storico, offerto dalle contrade nelle varie zone del centro storico, e vere e proprie ‘spettacolazioni’, in piazza, per un’utenza più ampia, con acrobati, giocolieri e mangiafuoco.

La qualità offerta al pubblico resta uno dei punti focali per gli organizzatori, che ora si interrogano sulle prossime edizioni; "questa edizione fa da spartiacque, ci invita a riflettere in riferimento all’organizzazione interna della manifestazione, al teatro medievale che è stato molto apprezzato e, soprattutto, sull’eventuale mantenimento della gratuità, e per questo sarà fondamentale capire col Comune anche se si potrà accedere a eventuali fondi, necessari a mantenere su livelli medio-alti la qualità di un evento gratuito” continua la Gramigna, che in chiusura ringrazia quanti hanno partecipato a questo successo: “l’amministrazione uscente così come a quella che si è appena insediata, gli uffici comunali, contrade e delegazioni foranee, fondamentali nella realizzazione dell’evento, e tutti coloro che hanno in qualche modo contribuito”.









Questo è un articolo pubblicato il 27-07-2022 alle 05:51 sul giornale del 28 luglio 2022 - 373 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, medioevo, Sant'Elpidio a Mare, rievocazione storica, successo, notizie, città medioevo, articolo, teatro medievale, Roberta Ripa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dhLm





logoEV
logoEV