Monteleone: possibili scenari dopo la guerra in Ucraina? Lucia Rotta prova a dare risposte

2' di lettura 25/07/2022 - La nota giornalista è stata protagonista della 3° serata del Festival “I giorni e la storia”, che sta riscuotendo parecchio interesse. Sul palco di Piazza Mazzini, ad accompagnare Luci Rotta vi era Enrico Singer, esperto di politiche internazionali e già corrispondente da Mosca e Parigi per “La stampa”. Molto soddisfatto il Sindaco Marco Fabiani per la partecipazione che sta accompagnando questa 7° edizione della kermesse storico-culturale.

A Monteleone di Fermo, sabato 23 luglio, è andata in scena la 3° serata del Festival "I giorni e la storia". L’appuntamento era dedicato al conflitto in corso tra Russia-Ucraina ed in particolare ai possibili scenari futuri che scaturiranno dal proseguo della guerra.

La protagonista della serata era la nosta giornalista Lucia Rotta, che per undici anni ha svolto il ruolo di corrispondente da Belgrado per Agenzia Nova, oltre ad essere esperta di Paesi dell'Europa dell'Est. Ad accompagnarla su palco un altro apprezzato giornalista, Enrico Singer, anch’egli corrispondente da Mosca per La Stampa.

L’incontro si è svolto nella suggestiva Piazza Mazzini, gremita di appassionati e curiosi. Il tema del dibattito era incentrato sui possibili scenari del dopoguerra e sulle eventuali situazioni che si possono verificare nei vari territori limitrofi alla zona del conflitto.

Una è stata la domanda principale rivolta alla giornalista Lucia Rotta: si rafforzerà l'influenza russa in quelli che Mosca continua a considerare "Paesi cuscinetto" tra la Russia e la Nato, oppure si accelererà il processo d'integrazione di questi Paesi nell'Unione europea? “Ovvio, questa è un'alternativa che dipenderà dall'esito del conflitto – ha sottolineato Lucia Rotta, che ha poi fornito uno spunto originale – in realtà Putin distingue tra la possibile adesione degli ex "satelliti dell'Urss" alla Ue e il loro eventuale ingresso nella Nato, che non accetta tant’è che è pronto a ricorrere alle armi. Tutto questo perché, nel quadro geopolitico putiniano, un allargamento dell'Europa è considerato come uno step che potrebbe indebolire la leadership degli Stati Uniti”.

Riguardo all’andamento della serata, molto soddisfatto il Sindaco Marco Fabiani, che si è detto felice per il successo che sta avendo la 7° edizione del Festival “I Gioni e la Storia”. Venerdì 29 luglio il 4° appuntamento con la storica dell’arte Giulia Spina.








Questo è un articolo pubblicato il 25-07-2022 alle 19:09 sul giornale del 26 luglio 2022 - 212 letture

In questo articolo si parla di cultura, economia, guerra, italia, unione europea, festival, Russia, giornalisti, ucraina, futuro, borgo, Monteleone di Fermo, borghi, putin, bombardamenti, sold out, articolo, aree interne, conflitto, alto fermano, guerra ucraina, estate 2022

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dhxr





logoEV
logoEV