Fermo: al via il mercatino del giovedì. Tante mostre e due date in più a settembre

3' di lettura 04/07/2022 - Il 7 luglio a Fermo riparte il mercatino del giovedì giunto alla sua 40ª edizione. Un traguardo importante, con un interesse sempre vivo per questo che è ormai l’appuntamento principe dell’estate fermana, che quest’anno, su grande richiesta, proseguirà eccezionalmente anche giovedì 1 e giovedì 8 settembre.

«Dopo 40 anni ricominciamo molto emozionati per aver raggiunto un traguardo così importante ma anche con una certa sicurezza, conquistata nel corso degli anni, vuoi per il forte attaccamento alla manifestazione da parte del Comitato, vuoi per l’ineccepibile struttura organizzativa guidata dal direttore Bibi Iacopini, molto apprezzata sia dagli espositori, che non ci hanno mai abbandonato, che dal pubblico. Senza tralasciare la collaborazione generosa e puntuale da parte dell’amministrazione comunale, degli sponsor che ci sostengono e delle associazioni che collaborano con noi» ha esordito Daniela del Bigio, dal 2001 Presidente del Comitato Permanente composto da Piergiorgio Giusti, Giocondo Rongoni, Rocco Orsini e Antonio Zappalà. «Chi può contare su maggiori mezzi e finanze forse raggiuge risultati più roboanti, ma – riprende la Presidente – quello che distingue il Mercatino di Fermo da tutti gli altri è l’affettuoso legame che unisce il Comitato organizzatore con gli espositori, è il piacere di ritrovarsi e non il calcolo della presenza che fa guadagno».

La macchina organizzativa è in moto da tempo, diverse saranno le iniziative collaterali per festeggiare degnamente i 40 anni dalla prima edizione.

La Biblioteca comunale “Romolo Spezioli”, con la direttrice Maria Chiara Leonori, oltre a garantire le aperture notturne con le tradizionali visite guidate delle sale, l’affaccio sulla Piazza dalla loggetta e laboratori per ragazzi, propone una mostra grafica e bibliografica, che quest’anno non poteva non declinarsi nella direzione del mercato, intitolata “Scene di mercatura”. Un’esposizione dunque studiata dalla Biblioteca che, con la preziosa collaborazione di alcuni collezionisti, ha selezionato dai suoi fondi libri a partire dal 1400, incisioni, foto storiche, notificazione e riviste per proporre e celebrare una storia per immagini di questa forma di incontro, esposizione e scambio.

Poi, a partire dal 21 luglio, c’è il Fotocineclub di Fermo che metterà in mostra, al piano terra di Palazzo dei Priori, le 67 immagini più significative che i soci (Fabrizio Ferracuti, Luigi Iacone, Guerriero Cocci, Sandro Mongardini, Luca Palmieri, Valter Salvatori e Alessandro Casoni) hanno scattato durante i 40 di mercatino.

Altra chicca, dal 4 agosto all’8 settembre, la offre l’associazione “Amici dell’arte e del collezionismo” che metterà in mostra, presso la restaurata Sala della Quadreria a Palazzo dei Priori, una collezione di antiche cartoline di Fermo, datate 1899 – 1940, la maggior parte di proprietà del Presidente dell’Associazione Giovanni Ciarrocchi.

Il 7 luglio si parte dunque. 10 appuntamenti in totale, come fu nell’edizione del 1983 (che ebbe inizio il 30 giugno). Tornano in gran numero gli espositori, ben 186, di cui 32 nuovi; espositori che provengono da tutte le Marche, una cinquantina dal fermano. «Tutto gira attorno al giovedì» ha puntualizzato Bibi Iacopini, e per questo in concomitanza con il mercatino avverrà l’apertura del cortile di Palazzo Erioni con installazioni d’arte, l’apertura dell’Archivio di Stato dalle 17 alle 19, l’apertura dell’Oratorio di S. Monica a Piazzetta nel pomeriggio e dopo cena e laboratori artigiani a cura di William Timi sulla creazione di mosaici, vetrate artistiche, incisioni e stampe nello spazio antistante la chiesa di S. Domenico. E ancora, musica a Piazzale Azzolino, sotto i portici di Strada Nuova e a corso Cefalonia con Olena Kocherga, flautista ucraina.

La Steat effetturà un apposito servizio di linea a pagamento, dalle ore 18 alle 00:30 tra i camping di Marina Palmense e il mercatino.


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 04-07-2022 alle 13:19 sul giornale del 05 luglio 2022 - 376 letture

In questo articolo si parla di articolo, Benedetta Luciani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/defI