Cavalcata dell'Assunta di Fermo: svelati i nomi delle dieci dame di contrada e della dama del Palio 2022

3' di lettura 04/07/2022 - La decisione è presa: ecco i nomi e i volti delle dieci contradaiole che vestiranno gli abiti della dama e affiancheranno i priori nel corteo della Cavalcata dell’Assunta.

“Essere scelte come dama - spiega Romina Giommarini, coordinatrice del gruppo storico della Cavalcata dell’Assunta - è un riconoscimento per le ragazze che più si impegnano, a vario titolo, all’interno della contrada. Un passaggio che assume un valore importante, non legato semplicemente all’immagine ma al coinvolgimento nelle attività della contrada, vista come collante sociale e forte aggregatore, soprattutto tra i più giovani”.

Il regista Adolfo Leoni descrive la figura della dama dal punto di vista storico: “Il periodo rappresentato è quello che dal Medio Evo inizia a voltare verso il Rinascimento e la Fermo della Cavalcata dell'Assunta è quella della Signoria degli Sforza. Le nostre dame impersonano mogli o figlie di personaggi importanti: nobili, cavalieri o ricchi mercanti. Bianca Maria Visconti, moglie di Francesco Sforza, è donna di ampie letture, di capacità gestionali del potere e di passioni per cavalli, armi e falconi. Le sue dame di compagnia sono donne che sanno scrivere e leggere”. Come ricorda Leoni la dama del tempo usciva poco e solo in occasione di grandi celebrazioni e feste: “Era una donna - prosegue - che consultava i tarocchi e giocava a carte, secondo l'uso importato da Bianca Maria Visconti. Nel periodo che ci interessa, le dame indulgono nel lusso, tanto che san Giacomo della Marca propone ai reggitori di Fermo le leggi suntuarie per frenarlo. Le dame risentono della moda di importazione francese: è il gotico fiorito, che supera la sobrietà del periodo dei Comuni e si caratterizza per ricercatezza e ostentazione, come per i seni, non del tutto, ma comunque in bella mostra”.

Giorgia Foglini, 18 anni, diplomata in danza è la dama di Campolege; Cecilia Sabbatini, 29 anni, ballerina e insegnante di danza è la dama di Campiglione; anche lei ballerina, studentessa a Milano, da tamburina di contrada Viola Seghetti quest’anno vestirà i panni della dama di Capodarco; ha iniziato come puera nel corteo giallo blu per diventare poi cancelliere del direttivo di contrada, la 26enne Sofia Piergallini, dottoressa in chimica e tecnologie farmaceutiche, sarà la dama di Castello.

Curiosità e voglia di conoscere il mondo non l’hanno allontanata dalla sua contrada, la Nobile Contrada Fiorenza, di cui sarà la dama: Beatrice Incipini, 27 anni, ricercatrice, si occupa di economia e cambiamento climatico. Da sempre in prima fila per i colori verde azzurro, Chiara Montagnoli, laureata in economia e management oggi impiegata bancaria, rappresenterà Molini Girola. Letizia Luzi, 26 anni, impiegata in una scuola guida, è la dama della contrada Pila, per la quale è stata cerimoniera e componente del direttivo.

La dama della Contrada San Bartolomeo è la 25enne Arianna Giampieri, tamburina dall’età di 10 anni, oggi organizza gli allenamenti e gestisce il nuovo gruppo piccoli musici. Agnese Luciani vestirà i panni della dama di contrada San Martino, per la quale è segretaria, responsabile eventi e responsabile del gruppo sbandieratori, di cui è parte. Caterina Paniccià, 25 anni, studentessa di scienze politiche a La Sapienza di Roma, è la dama di Torre di Palme: dopo 10 anni da tamburina, oggi è membro attivo del gruppo giovani.

Infine, come consuetudine vuole, a scegliere la dama del Palio 2022 è stata la sorte: sarà Francesca Bianconi, nel 2021 dama di San Bartolomeo, 29 anni, oggi co responsabile del gruppo sbandieratori di contrada e cerimoniera.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2022 alle 10:32 sul giornale del 05 luglio 2022 - 1138 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dec7





logoEV
logoEV
logoEV