XXXIII° edizione per i Teatri del Mondo: al via il Festival Internazionale del teatro per ragazzi dal 17 al 23 luglio

6' di lettura 02/07/2022 - Il Sindaco di Porto Sant'Elpidio dà il benvenuto alla conferenza stampa di presentazione della 33° edizione del Festival Internazionale i Teatri del Mondo.

“È una manifestazione che non si è arrestata nonostante il Covid - dice Franchellucci - ed è per questo che anche quest’anno sono tante le istituzioni presenti. Non sarebbe possibile organizzare il festival senza la dedizione de LaGrù e la collaborazione dei nostri partner e dei Comuni che ormai sono diventati amici del Festival”.

Una manifestazione così longeva è un vanto per la città di Porto Sant’Elpidio, a cui partecipano partner come la Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, la Regione Marche e AMAT. L’assessore Emanuela Ferracuti parla di “un’edizione che vedrà finalmente il decadere delle restrizioni, quindi quest’anno gli ingressi contingentati verranno eliminati e sarà possibile per tutti, turisti e residenti, godere di questi momenti culturali e sociali”. Il Festival è come sempre un evento itinerante che tocca tutta la città e tutti i quartieri, così l’assessore Patrizia Canzonetta fa un plauso a LaGrù per la continuità e l’impegno nella “realizzazione di una manifestazione importante”, in quanto assessore ai Grandi Eventi e ai rapporti con i quartieri palesa la grande partecipazione dei quartieri: “dalla Faleriense alla Pineta, dal Centro a La Corva l’accoglienza è stata calorosa”.

Quest’anno è reale il patrocinio della Regione, di cui Andrea Putzu è consigliere. “Per me venire qui è un grande orgoglio” dice lanciando la proposta di mettersi a disposizione affinché i Teatri del Mondo possano essere conosciuti maggiormente a livello nazionale, sia a livello culturale che turistico, per promuovere la città intera.

Il programma.

Il Festival Internazionale Teatri del Mondo partirà sabato 16 luglio con l’Anteprima Festival presso il Quartiere Corva, nello Spazio Verde con lo spettacolo vincitore del Premio Battilà scelto dai bambini, Da cosa nasce cosa del Circo Puntino. Si prosegue con la prima nazionale della produzione LaGrù Mengone e il mostro della cantina (17 luglio) e via di seguito orari e date che riempiono la città di pupazzi, spettacoli fatti con le dita, spettacoli del Premio Città dei Bambini, burattini, circo-teatro in tutta la città, da nord a sud, per concludere con un Puppets Party, in cui cinque compagnie si esibiranno presso il Parco San Filippo per festeggiare insieme la fine del festival. 44 è il numero di spettacoli in totale di cui 28 a Porto Sant’Elpidio, 3 compagnie provenienti da Spagna, Olanda e Francia, con quest’ultima è attiva la collaborazione per un laboratorio dedicato agli adolescenti.

Sono 4 i laboratori: Storie in scatola (18, 19 e 20 luglio), Musicart in cui i bambini sono chiamati ad interagire con il mondo musicale, Circo Magia (21, 22, 23 luglio) e Gioco, creo, sono negli stessi giorni. Ogni giorno in pineta alle 19,15 appuntamento con Ermanno Pacini con il suo consueto modo di raccontare favole.

Previsto lo spazio della pineta per un nuovo format: alle ore 16 la presentazione di libri. Lunedì 18 luglio ci sarà la presentazione del libro di Maicol&Mirco, fumettista autore anche del manifesto di quest’anno, “Chi ha rubato la marmellata”, libro per riconoscere le fake news. Sabato 23 luglio è la volta del maestro Marco Moschini in cui si presenta e si racconta.

Lorenzo Palmieri, in qualità di presidente dell’Associazione LaGrù, fa notate che questa “conferenza stampa con il record di interventi sottolinea che un festival non si fa da soli ma in collaborazione con altri”. Il Festival è stato presentato in Olanda alla presenza di 50 operatori e ne è uscita una partnership con l’ambasciata olandese per i prossimi anni.

Due sono gli eventi dedicati alla formazione: 22 luglio la tavola rotonda per l’alta formazione artistica, e il 23 il Simposio in collaborazione con UNIMA Italia, associazione di teatro di figura, durante i quali arriveranno operatori da tutta Italia. Carlotta Tringali, referente della comunicazione AMAT racconta lo spettacolo scelto per il 17 luglio Esercizi di fantastica: “è uno spettacolo di teatro danza, si ispira a La fantastica di Gianni Rodari. È uno spettacolo in cui tre personaggi sono presi dalla tecnologia nella loro solitudine di fronte agli schermi fino a che nella stanza entra una farfalla, ed è da lì che iniziano ad immaginare e fantasticare”. Parla ai bambini ma anche ai genitori affinché capiscano che se lasciati fantasticare i bambini possono esplorare mondi diversi da quelli propinati dagli smartphone.

Spettacoli anche a Macerata, Sant’Elpidio a Mare, Porto Potenza, Marina di Altidona, Rubbianello, Ortezzano, Monterubbiano, Porto Recanati per i Teatri del Mondo alla ribalta. “I nostri ragazzi vi aspettano a Monte Urano il 13, 14 e 15 luglio per il Festival Itinerante”, dice l’assessore Morelli di Monte Urano. Beatrice Mancini, consigliera comunale di Monterubbiano, si unisce ai ringraziamenti: “questo è il secondo anno in cui accogliamo Teatri del Mondo, e quest’anno due sono gli appuntamenti, il 29 luglio e il 5 agosto”.

Il Vice presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo sottolinea che la missione principale della fondazione è da sempre quella di sostenere iniziative a livello sanitario, culturale e di promozione turistica. “Se i bambini iniziano da piccoli a frequentare il teatro, il cinema e le iniziative culturali continueranno più facilmente da grandi a frequentare questa strada”. Fa da eco Roberto Benni direttore commerciale di Carifermo Spa: “partecipo con grande onore perché è fondamentale il rapporto con il territorio”.

Piero Celani è alla seconda iniziativa a cui partecipa come neo eletto presidente AMAT: “non è scontato arrivare a 33 edizioni continuative, questo racconta la valenza della manifestazione” e pone l’accento sull’importanza del teatro nella comunità, che rappresenta la coscienza dell’uomo grazie ai messaggi che il teatro trasmette. “Ai giovani servono riferimenti, e uno degli obiettivi dell’AMAT è proprio quello della formazione di un pubblico che in futuro possa essere protagonista all’interno di un contesto sano come il teatro”.

Marina Vita rappresenta un altro partner importante, l’Unicef: “quando si parla di bambini si parla di Unicef, che rinnova questo patrocinio con il Comune di Porto Sant’Elpidio per un festival che nutre i bambini dal punto di vista culturale per farli diventare cittadini consapevoli”.

Porto Sant’Elpidio fa parte delle Città amiche dei bambini e degli adolescenti, di cui Michela Tassotti è referente: “ci occupiamo di parlare di diritti di bambini, come l’autonomia e il diritto ad avere una voce, per questo abbiamo pensato ad un convegno il 30 luglio presso il Teatro delle Api, in cui interverrà il dott. Francesco Tonucci”.

Conclude Oberdan Cesanelli, dicendo che “questo è un festival in cui i bambini possono sentirsi liberi, liberi di scegliere e giudicare uno spettacolo, liberi di partecipare attivamente”. Buona 33°edizione di teatro a tutti.


di Marina Mannucci
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 02-07-2022 alle 18:17 sul giornale del 03 luglio 2022 - 263 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, marina mannucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dd72





logoEV
logoEV