CNA Fermo: quinta area interna delle Marche. Migliore e Tomassini: "Appennino Alto Fermano merita di essere supportato per ripartenza reale"

2' di lettura 28/06/2022 - Amandola, Montefalcone Appennino, Montefortino, Montelparo, Monte Rinaldo, Santa Vittoria in Matenano, Smerillo: sono i comuni che compongono la quinta area interna delle Marche.

L’Appennino Alto Fermano, come ratificato dal Ministro Carfagna lo scorso 23 giugno, entra a pieno titolo nella Strategia Nazionale delle Aree Interne del Governo. E’ un’ottima notizia, che rende merito al lavoro svolto anche dalla nostra associazione di categoria”.

A dichiararlo il Presidente Emiliano Tomassini e il Direttore Generale Alessandro Migliore, commentando l’ingresso nella SNAI dei 7 comuni fermani, per un totale di 8 mila abitanti, insieme alle aree del Montefeltro e Alto Metauro e Potenza Esino Musone.

Un risultato importante ma che ha avuto una lunghissima gestazione – prosegue Migliore – dopo il colpo subito con l’esclusione del 2010. La situazione dei comuni dell’interno è ancora critica, con il sisma, il perdurare e l’aggravarsi della crisi economica e la pandemia. Purtroppo cittadini e imprenditori vivono un territorio dalle gravi carenze, a partire da quelle infrastrutturali fino a quelle tecnologiche. La CNA, presente nell’area montana e attiva grazie all’ufficio zonale e agli imprenditori che compongono il direttivo, è stata da subito al fianco dei Comuni coinvolti per lavorare affinché l’Alto Appennino Fermano venisse considerato Area Interna a tutti gli effetti”.

Un territorio che risente di tante criticità, ma che custodisce elementi oggi preziosi per la ripartenza: “Le risorse che arriveranno – sostiene Emiliano Tomassini - saranno utili per invertire una tendenza pericolosa, quella dello spopolamento, per un’area montana che è scrigno di storia, cultura, tradizioni, natura, enogastronomia, ecosostenibilità e uno stile di vita e un fascino oggi ambiti e desiderati. Dopo i duri colpi inferti dal sisma e dall’emergenza sanitaria la nostra zona montana merita di essere sostenuta e accompagnata per una ripartenza che sia reale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-06-2022 alle 16:40 sul giornale del 29 giugno 2022 - 131 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddln





logoEV