Le palme picene premiate a Genova (e non solo loro). Imprese di ritorno da Euroflora

4' di lettura 26/05/2022 - Gli operatori del comparto florivivaistico marchigiano hanno risposto alla chiamata di Euroflora e hanno ottenuto a Genova importanti riconoscimenti; la manifestazione ligure si è svolta dal 23 aprile (giorno UNESCO del libro e della rosa) fino a tutta la prima settimana di maggio, mese floreale per eccellenza. L’edizione 2022 della manifestazione ha registrato oltre 240 mila visitatori in totale, un ritorno di espositori nazionali e internazionali.

Per la nostra regione, dove il settore conta 367 imprese e impiega 738 addetti, hanno partecipato e sono stati premiati a Euroflora:

Vivai Acciarri Alfredo - oro per Pittosporo nano e Palmizi (Massignano AP)
Balestra Vivai - argento per Oleandri in varietà (Grottammare AP)
F.lli Bernabei Bruno e Vincenzo - argento per Piante con foglie decorative (Spinetoli AP)
Talamonti Angelo - argento per Piante con fogliame persistente (Campofilone FM)

Traini Ecoservices srl di Castel di Lama (AP) che ha curato l’allestimento

Palme e alloro (la cui produzione italiana si colloca per il 70% nella provincia di Ascoli), simboli di vittoria, sono specie vegetali che nelle Marche, nel piceno in particolar modo, trovano il microclima giusto che consente di evitare la copertura in serra e di essere piantumate dai vivai ai giardini privati senza traumi.

Quattro imprese dell’ascolano e una fermana tra le premiate le prime per pitosporo, palme e oleandri. Talamonti, di Campofilone, si è aggiudicato il riconoscimento per una speciale varierà di rosmarino rostrato

I nostri florovivaisti hanno portato a Euroflora prodotti che hanno radici nel territorio marchigiano, dall’alloro all’oleandro, dal loropetalo al pitostoforo. Piante esportate in tutt’Italia e non solo.

Ricorda il Presidente di Camera Marche Gino Sabatini: "Con il vice Presidente e Assessore Carloni abbiamo cominciato a parlare di florivivaismo durante la pandemia e pensavamo a manifestazioni importati internazionali, in Olanda e in Turchia, e a Genova. Sembrava tutto lontano. Abbiamo vissuto Euroflora con entusiasmo e successo al fianco degli imprenditori di un comparto di nicchia ma prezioso, ora andremo avanti sempre al fianco della Regione per dare un sostegno e un riconoscimento concreto a queste realtà dove si succedono generazioni di imprenditori: è un piacere vedere che tra i premiati di oggi a ritirare i riconoscimenti ci siano figli e nipoti dei fondatori.

Nelle Marche ci sono realtà importanti che hanno messo a punto buone prassi nel segno di innovazione e sostenibilità per questo siamo stati accanto a questi imprenditori all'evento di Genova, una vetrina prestigiosa e attrattiva che mette al centro eleganza e bellezza, oltre all'essenza identitaria dei luoghi espressa dalle specificità vegetali: un bel messaggio in tempi così cupi. Il parco Nervi è stato nei lunghi giorni di Euroflora un'attrazione turistica non solo momento di scambio commerciale per operatori di settore, dunque un'occasione preziosa per far conoscere le nostre produzioni e i nostri luoghi".

Per Mirco Carloni, Vicepresidente della Regione Marche e Assessore all'agricoltura: “Questo settore riveste una notevole importanza per l’imprenditoria agricola, abbiamo sul florivivaismo un focus sempre aperto. La presenza di una rappresentanza istituzionale forte oggi lo testimonia e vuole dare certezza e stabilità agli imprenditori in un momento in cui l’incertezza domina e rischia di minare imprenditori giù provati da diverse contingenze sfavorevoli. La nostra risposta è di vicinanza e concretezza: la misura regionale più importante, la 4.1 per gli investimenti, assegna un punteggio specifico proprio per gli imprenditori del comparto florivivaistico, a dimostrazione che esso è per noi una priorità non solo a parole”.

Con i florivivaisti, oggi e a Genova, con Regione e Camera Marche, c'è anche l'Azienda Speciale camerale LINFA. Il suo Presidente di LINFA Simone Mariani ricorda che: Grazie alla partnership fra Regione Marche e Camera delle Marche, come Linfa abbiamo offerto l’opportunità di partecipare ad Euroflora a tutte le imprese della regione, raccogliendo grande consenso, progettando uno spazio molto innovativo e spettacolare che valorizza proprio le essenze caratteristiche del nostro areale.

LINFA ha a cuore la promozione di tutto l’agroalimentare, compreso il comparto ittico, dal settore primario alla distribuzione. Momenti come quello di oggi sono fondamentali per mostrare vicinanza e valorizzare i nostri imprenditori che sosteniamo dentro e fuori il territorio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2022 alle 14:15 sul giornale del 27 maggio 2022 - 148 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c9il





logoEV
logoEV
logoEV